FranUD
79 6 0
  • Foto di Auronzo di Cadore - Pian dei buoi
  • Foto di Auronzo di Cadore - Pian dei buoi
  • Foto di Auronzo di Cadore - Pian dei buoi
  • Foto di Auronzo di Cadore - Pian dei buoi

Tempo  6 ore 38 minuti

Coordinate 13325

Uploaded 22 ottobre 2017

Recorded ottobre 2017

-
-
1.886 m
747 m
0
9,7
19
38,98 km

Visto 342 volte, scaricato 9 volte

vicino Santa Caterina, Veneto (Italia)

Il percorso di seguito descritto presenta una prima parte che, se non fosse per gli oltre 1300 m di dislivello, potrebbe essere definito facile, visto che si snoda su comode e scenografiche strade asfaltate, e una seconda fase, quella della discesa, che inizia su una scorrevole strada forestale, terminando poi con un tecnicissimo single track a tratti estremamente ripido, che non può che dare entusiasmanti soddisfazioni ai biker più esperti.
Il giro comincia ad Auronzo di Cadore: seguendo la strada statale che porta verso Belluno, si scende fino a Lozzo di Cadore; da qui inizia la ben segnalata strada asfaltata che sale al pian dei buoi. La fettuccia d'asfalto sale con pendenze gradevoli e regolari, regalando a tratti dei meravigliosi scorci sulla valle e sulle cime circostanti. Giunti in prossimità dei piani, si attraversa una galleria scavata nella roccia e si passa quindi allo sterrato. Dai piani si prosegue, non prima di essersi gustati il meraviglioso paesaggio, in direzione del col Cervera e col Vidal (svoltare a destra all'imbocco del tratto in cemento; indicazioni inconfondibili). Si prosegue su sterrato con pendenze pedalabili e fondo in buone condizioni fino a giungere al pian del Formai, da dove si rimarrà sbalorditi da un'incredibile visuale sulle tre cime di Lavaredo e sulle Dolomiti di Sesto che si stagliano maestose all'orizzonte, meraviglia che sarà ulteriormente amplificata, se come nel nostro caso si sceglierà di percorrere questo percorso nella stagione autunnale, quando faggi e larici ostentano al meglio la loro variopinta livrea. Da questo punto si può decidere se proseguire per una rapida digressione al col Vidal per far visita alle fortificazioni della grande guerra o se intraprendere subito la via di casa.
Dal pian del formai inizia la parte in discesa di questo anello. Si percorre un tratto su strada sterrata che porta prima alla casera delle armente (seguire sempre le indicazioni per Auronzo: ad ogni bivio ci sono dei chiarissimi cartelli indicatori), poi al bivio dei pellegrini ed in seguito al col dei buoi, dove s'incontra l'ultimo saliscendi prima della picchiata finale. Superato il col dei buoi, si prosegue ancora per un breve tratto su strada forestale, fino a giungere ad uno spiazzo erboso da cui inizia il tecnicissimo tratto di discesa in single track, assolutamente vietato ai non esperti: si scende con pendenze che man mano diventano sempre più arcigne, zigzagando in un fitto bosco d'abeti e macinando un notevole dislivello (si consigliano delle brevi pause in discesa per dare respiro all'impianto frenante). Si giunge infine, con notevole soddisfazione e una buona carica di adrenalina, sulle rive del lago di Auronzo, da dove si può dare l'ultimo saluto alle tre cime di Lavaredo. Alla fine del sentiero svoltare a sinistra, e raggiungere attraverso l'amena promenade, il ponticello ciclabile che riporta dall'altra parte del lago e quindi al parcheggio.
Buon divertimento

Commenti

    You can or this trail