-
-
761 m
12 m
0
27
54
107,3 km

Visto 102 volte, scaricato 9 volte

vicino Flaminio, Lazio (Italia)

In solitaria. Appia Antica fino a Frattocchie, poi la classica fino a oltrepassare la galleria ed arrivare al lago di Albano. Si sale su asfalto fino a Castel Gandolfo, ancora un pezzo di V.dei Laghi, poi giù a sinistra su sterrato che costeggia in alto il lago. Si segue il sentiero, e dopo un breve tratto da fare a spinta, in prossimità di un curvone si continua a salire, girando a destra (N.B.: il ritorno prevede il passaggio da questo punto con svolta, per ridiscendere sull'altra sponda del lago, ma per via di una frana NON è assolutamente passare, io sono dovuto tornare indietro e ripercorrere la stessa strada dell'andata). Si segue il comodo singletrack fino a sbucare sull'asfalto della V.dei Laghi, che si prende a destra per 20 metri, si gira quindi subito a sinistra su una stradina secondaria che dopo un pò diventa una bella sterrata. Si prosegue, senza possibilità di sbagliare, quando la vista si apre troviamo i Pratoni del Vivaro davanti a noi. Giunti al maneggio si gira a destra e, poco dopo, si supera la "Strada del Vivaro", seguitando sulla sterrata che corre quasi parallela all'asfalto.Dopo 4 km circa, si comincia a salire bene, si passa sotto al colle del vescovo, monte peschio, monte dei ferrari fino al maschio dell'artemisio, qui , a quota 753 mt, possiamo dire di scollinare, anche se la salita non è ancora finita. Si ridiscende, a tratti anche velocemente su comodi sentieri che, nel caso di piogge possono sicuramente creare problemi. Si arriva ancora all'asfalto della via dei laghi, che si imbocca a destra. Se ne percorrono 200 metri ed in prossimità di una curva, si prende il sentiero sul lato sinistro della strada, ma girando subito a destra.Con 3 km circa di singletrack con numerosi sali e scendi, si arriva sulla provinciale che prendiamo a destra per raggiungere, brevemente, il fantastico paese di Nemi. Qui si passa nel centro storico, e dopo aver oltrepassato l'arco, si gira a destra e si prende la strada in discesa che conduce al lago, badando perchè poco dopo la si lascia prendendo il sentiero della Francigena a destra. Questo semtiero, abbastanza comodo tranne un breve tratto da fare a spinta, conduce all'incrocio nel bosco dell'andata, in prossimità della V. dei laghi,da dove si riprende la stessa strada fatta al mattino che si ripercorre a ritroso fino al Circo Massimo. Poi da qui, io ho percorso la ciclabile fino a Ponte Milvio.
Waypoint

A SPINTA

Waypoint

FINE SPINTA

Waypoint

FRANA

Waypoint

A PIEDI

Commenti

    You can or this trail