Tempo  5 ore 30 minuti

Coordinate 2285

Uploaded 23 aprile 2017

Recorded aprile 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
34 m
1 m
0
2,9
5,8
11,55 mn

Visto 2128 volte, scaricato 9 volte

vicino Castiñeiras, Galicia (España)

|
Mostra l'originale
La prima cosa che devo dire è che Sálvora e Vionta appartengono al Parco Nazionale delle Isole Atlantiche. È necessario un permesso speciale per poter navigare e ancorare nelle isole, in particolare in quello di Sálvora, perché in quello di Vionta è vietato. Quello che succede è che nessuno mi ha informato. Il permesso è richiesto online e inviato rapidamente.
E ora la cronaca del percorso:
Domenica 23 aprile 2017, giornata limpida, con splendido sole e bella vista sul mare a windgurú. Poco vento, piccole onde e niente mare sullo sfondo. Non sempre funzionano.
A 10 anni era già ad Aguiño. Ho parcheggiato l'auto vicino alla spiaggia, per poter scaricare il kayak e trascinarlo verso il mare. C'era bassa marea e una leggera brezza stava correndo. Ho lasciato la spiaggia di Aguiño, dall'insenatura di Carreira, all'interno di quello che chiamano il bar. Questa è solo un'estensione del punto Centoleira dove hanno fatto una breve passeggiata con due ponti, sfruttando le rocce che già esistevano e ponendo pietre protettive. Ho passato via qualcosa da O Carreiro, As Centoleiras, O Con das Vieiras e O Con de Agosto, tutti nomi di rocce impressionanti che escono dall'acqua.
Lì non li aveva tutti con me, perché contrariamente alle previsioni, il mare era tagliato a pezzi, con un sacco di piccole onde che rendevano molto difficile camminare. Tanto che l'idea era di raggiungere l'isola di Vionta e decidere lì se continuava a Sálvora e si girava.
Sono sbarcato, non senza alcuna difficoltà, su una delle spiagge dell'isola di Vionta. Pensavo che fosse un'isola più piccola e che risalendo la sabbia che si vedeva, l'isola sarebbe finita e avrebbe avuto una prospettiva di Sálvora. Ma non è così, l'isola ha un percorso e un buon perimetro. Così, senza sapere che era proibito, sono andato in giro per l'isola accompagnato in ogni momento dalle grida e dai voli arrabbiati dei gabbiani.
Ho controllato che il passaggio interiore di Sálvora era calmo e ho deciso di continuare. Passai tra gli isolotti dell'isola, Cornella, Chapeau, Herbosa e Gaivoteira e atterrai sulla spiaggia due Bois de Sálvora. È una spiaggia di sabbia bianca, paradisiaca.
Riposo un po ', mi sono orientato con l'ipad e ho proseguito, costeggiando verso la spiaggia di Warehouse, dove si trova il molo. Prima di sbarcare, ho ammirato la scultura della Sirena de Sálvora, una scultura che è stata eretta per perpetuare la nobiltà del suo precedente proprietario. Una volta legato il kayak, nel caso, sono andato a ricevere Pablo, la guardia del parco nazionale. Gli ho dato l'autorizzazione e lui mi ha portato a Pazo de Goyanes per mostrarmi dentro. È costruito sul magazzino della fabbrica di salatura che esisteva in passato. C'è anche una piccola cappella costruita sulla vecchia taverna dei pescatori.
Dopo aver terminato questa breve visita, mi ha informato di cosa si sarebbe potuto vedere sull'isola e io mi sono diretto lì. Per prima cosa andai a vedere il faro costruito nel 1921, l'anno in cui il naufragio del piroscafo Santa Isabel segnò l'inizio del suo bagliore. La strada è perfettamente segnalata ed è breve, poco più di 1 km. Si trova sull'altro lato dell'isola ed è abitata dalla farera. Evidenzia le formazioni rocciose capricciose che si trovano lungo il percorso.
Una volta visitato il faro, si ritorna sulla stessa strada, fino all'incrocio dove prenderemo la pista che porta al Villaggio di Salvora. Lungo la strada troveremo una fontana miracolosa che non so se ripristinerà la nostra salute, e se ripristinasse la mia vita alla freschezza dell'acqua. Siamo arrivati al Villaggio, abbandonato dalla fine degli anni '70, dove quasi tutte le case sono in piedi, in assenza dei loro tetti. C'è un progetto per riformarli, si spera che venga realizzato. C'è persino un trattore Ebro di una vita. Se riesco ad entrare nel Kayak, lo prenderò.
Dopo aver visitato questi due posti sull'isola, che sono gli unici che possono essere visitati, poiché il resto è protetto, ho preso il kayak e sono andato lungo la costa per atterrare sulla spiaggia a nord di Sálvora, la spiaggia di Lagos. Da lì ho attraversato il canale, sbarcando in un'altra spiaggia di Vionta e già sono tornato al punto di partenza, in questo caso bloccato al bar.
Grande giornata di kayak, escursioni, godersi il sole e il caldo.

View more external

1 comment

You can or this trail