Tempo  7 ore 23 minuti

Coordinate 1722

Uploaded 13 giugno 2018

Recorded agosto 2016

-
-
2.037 m
1.509 m
0
3,0
6,0
12,01 km

Visto 478 volte, scaricato 31 volte

vicino Sorgenti di Frido, Basilicata (Italia)

Informazioni riassuntive sul percorsO
Km. circa 13.500
Durata dell’escursione: 6 ore circa, soste escluse
Dislivello complessivo: metri 650 circa
Grado di difficoltà: E (Escursionistico)
Descrizione del percorso: dal Colle Impiso (m 1573), dopo aver percorso per pochi metri una stradina sterrata, si prosegue lungo un sentiero ben marcato detto dei “Carbonai” e lo si segue fino all’uscita su un pianoro; qui si riprende di nuovo la sterrata svoltando a destra in salita e ben presto si arriva presso la sorgente Spezzavummola, famosa per la freschezza delle sue acque (4 gradi), capaci di spaccare la “vummola” (il tradizionale contenitore in terracotta, utilizzato in passato dalle genti del luogo, attraverso la traspirazione della creta aveva la capacità di mantenere sempre fresca l’acqua). Dopo una breve sosta si prosegue fino al Piano Gaudolino (m 1684). Una volta giunti al piano bisogna deviare a sinistra, attraversare in diagonale il pianoro ed imboccare il sentiero che porterà ad attraversare una faggeta distrutta da una valanga nel 1993. E’ la parte più difficile del percorso, ma lo spettacolo dei primi loricati e la grande dolina del Pollino (m 1975), alla fine della salita, ci compenseranno del sudore e della fatica dei 200 metri di dislivello. Qui ci si potrà permettere una meritata pausa, prima di attraversare la grande dolina che porta al vicino bosco di Pollinello (m 1820), dove ci attende il vetusto ed imponente "Patriarca" del Pollino. E' uno stupendo esemplare di Pino Loricato di oltre 900 anni, che tutto sommato non dimostra, il suo diametro è superiore ai 2 metri, aggrappato alle rocce, isolato e maestoso, spettatore di antiche vicende, sfida da secoli venti e tempeste.

Al rientro, si taglierà attraverso un tratto del bosco di Pollinello, vicino alla cresta, fino ad incrociare a sud il sentiero detto della “Signorina” che a mezza costa pianeggiante ci porterà al piano Gaudolino, evitando così il tratto pietroso che in discesa diventa ancora più impegnativo. Il resto del ritorno dal piano è in senso inverso all’andata.
13-GIU-10 9:18:13
13-GIU-10 9:53:19
13-GIU-10 10:26:32
13-GIU-10 10:46:36
13-GIU-10 12:14:52
13-GIU-10 13:31:15
13-GIU-10 16:07:25

Commenti

    You can or this trail