Tempo  3 ore 34 minuti

Coordinate 1336

Uploaded 13 luglio 2018

Recorded giugno 2018

-
-
143 m
57 m
0
5,1
10
20,57 km

Visto 88 volte, scaricato 3 volte

vicino Rivanazzano, Lombardia (Italia)

La Via dei Malaspina è una variante della Via Francigena che collega Pavia con Bobbio passando dalla Valle Staffora.

Non è un percorso molto pubblicizzato, e lo dimostra il fatto che sulla rete ci sono solo due pagine dedicate (http://www.viadelmare.pv.it/via-dei-malaspina.html e http://www.viefrancigene.it/varianti-francigene/via-dei-malaspina.html).
Anche la guida cartacea non è più disponibile presso i vari uffici turistici che ho interpellato.

Avevamo a disposizione delle vecchie tracce gps ma non avevamo completa fiducia in esse, non conoscendone la fonte e sembrando più tracciate a computer che rilevate sul campo, ed abbiamo deciso di seguirle sono in mancanza di segnaletica...cosa che, scopriremo, sarà praticamente la norma.

Per nostra comodità l'abbiamo percorsa in senso inverso rispetto a quello canonico (quindi da Bobbio a Pavia) e, naturalmente, la segnaletica che abbiamo incontrato puntava sempre nel senso contrario al nostro.

Infine, abbiamo diviso la Via in 4 tappe:
1) Bobbio - Varzi
2) Varzi - Rivanazzano
3) Rivanazzano - Cervesina
4) Cervesina - Pavia

------------------------------------------------

Sabato 30 Giugno 2018 riprendiamo da Rivanazzano la nostra Via Francigena.
Come già scrivevo nella seconda tappa, la Via Francigena non passerebbe da Rivanazzano (secondo la traccia in nostro possesso, a Salice Terme taglia direttamente per Retorbido), per cui alla ripartenza non troviamo segnavia...e, questa volta, è giusto così ;)
Da Piazza Cornaggia seguiamo la SP461, passiamo lo Staffora su ponte e, alla rotonda che troviamo subito dopo, andiamo dritti in Via Martiri della Libertà.
Al successivo incrocio svoltiamo a destra e, pochi metri dopo, riprendiamo sulla sinistra la ciclopedonale Voghera - Salice che già avevamo percorso sul finire della 2° tappa.
Ora non resta che seguirla per circa 10km fino a Voghera, sfiorando prima Retorbido (dove ci ricongiungiamo con la nostra traccia) e Codevilla.
Il percorso è tutto asfaltato ed ottimamente tenuto...forse un po' monotono, ma permette di andare spediti.
Arrivati a Voghera la ciclopedonale vera e propria finisce all'incrocio con la SP10 in Via Piacenza, ma svoltando a destra c'è comunque una corsia dedicata a fianco della provinciale (segnaletica Velostazione Città di Voghera).
Arrivati ad una grande rotonda giriamo ancora a destra in Via Lamarmora e, dopo poco, abbandoniamo la ciclopedonale (che svolta a sinistra e termina alla stazione ferroviaria) per tirare dritto, superare un sottopasso e svoltare a sinistra in Via Pascoli.
Dopo circa 250 metri giriamo a destra su Strada Bossola (segnavia, se non ricordo male il primo della giornata!) e proseguiamo dritto per circa 2km, tra campi e case isolate.
All'incrocio in prossimità dell'autostrada andiamo dritti (segnavia) e, passato il cavalcavia, andiamo ancora dritti sul primo (ed unico) sterrato della giornata.
Arrivati nei pressi di alcuni capannoni giriamo a destra e poi subito a sinistra, ignoriamo un bivio a destra e, dopo una curva a sinistra, arriviamo in Via Bandoria (segnavia) alle porte di Oriolo.
Passati alcuni cascinali malmessi cominciano le prime case e siamo presto in centro paese di fronte la chiesa di San Bernardo.
Passata Piazza della Chiesa proseguiamo in Via della Chiesa, poi svoltiamo a destra sulla SP23.
Dopo circa 400 metri giriamo a destra su ponte sullo Staffora e subito dopo a sinistra su Strada Cervesina di Destra e proseguiamo per circa 2,5km costeggiando ancora campi e cascinali sparsi.
Finalmente, una curva a sinistra smuove tanti km dritti come righelli e ci conduce alle porte di Cervesina.
Svoltiamo a destra in Via Papa Giovanni XIII e poi a sinistra in Via Garibaldi.
In breve siamo in Piazza Vittorio Emanuele II davanti la chiesa di Sant'Ambrogio, e per oggi la nostra Via dei Malaspina finisce qua.

Morale: una tappa facile, caldo a parte, tutta in piano e al 99,9% su asfalto.
Carina la ciclopedonale da Rivanazzano a Voghera, con alcuni tratti in ombra molto graditi, monotono il resto...ma nell'ottica di una "via" o di un "cammino" ci sta anche questo.
Rivanazzano Terme, partenza!
L'inizio della ciclopedonale da Rivanazzano
Statua che raffigura Il Re Alboino nell'atto di consegnare la corona a Bertoldo, nei pressi di Retorbido
Un tratto della ciclopedonale
Ultimo tratto di ciclopedonale entrando in Voghera
Strada Bossola
Passaggio in Oriolo
Strada Cervesina di Destra
Arrivo alla porte di Cervesina

Commenti

    You can or this trail