Scarica

Distanza

8,12 km

Dislivello positivo

529 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

529 m

Altitudine massima

-418 m

Trailrank

21

Altitudine minima

-418 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo

un'ora 58 minuti

Coordinate

710

Caricato

19 settembre 2017

Registrato

settembre 2017
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
-418 m
-418 m
8,12 km

Visualizzato 47 volte, scaricato 1 volte

vicino a Serradica, Marche (Italia)

Lasciata la macchina al parcheggio antistante il Ristorante "Da Cleria" ci dirigiamo proseguendo la strada incatramata che costeggia il Camping Valsorda per circa centro metri. Giriamo decisamente alla nostra Dx e entriamo nel prato e cominciamo a scendere, ci sono segnali bianchi e rossi. Raggiungiamo il fondo della valletta per poi in prossimità del bosco iniziamo a salire alla nostra Sx un sentierino che costeggia il bosco, fino ad incontrare alla nostra destra evidenti segni bianco rossi su paletti di ferro, giriamo e scendiamo leggermente lasciando il sentiero precedente. Ci inoltriamo decisamente nel bosco. Il tracciato è abbastanza evidente anche se la vegetazione a tratti tende a farci perdere il tracciato. Ci sono ancora segni evidenti, più avanti ne vederemo di meno ma il sentiero che continua a scenere a volte anche un po ripidamente è evidente e non ci possiamo sbagliare. Entriamo in un tratto abbastanza ripido è la "Brecciaia" un tratto pieno di sassi bisogna fare un po di attenzione ma nulla di più, continuando a scendere anche ripidamente incontriamo altri segni bianco rossi che ci indicano la via.... è un tratto abbastanza lungo ma interessante, ora siamo allo scoperto, e possiamo vedere la vallata. Arrivati in fondo alla brecciaia percorriamo un tratto di carrareccia per circa un chilometro che ci conduce fino al paese di Serradica. Entrati nel paese prendiamo la seconda traversa alla nostra Sx e incominciando a salire mantenendo la Dx.,ora bisogna fare un po di attenzione,abbiamo percorso circa 600 M e alla nostra Sx un evidente carrareccia sale, noi la imbocchiamo e iniziamo a salire e usciamo su di una pratarella che attraversiamo mantenendo la Dx e imboccando il sentiero di fronte a noi e entrando nuovamente nel bosco. All'uscita una seconda pratarella la tagliamo prima obliquamente per poi rientrare nel bosco, qui la vegetazione tende a chiudere questo tratto, arriviamo alla terza pratarella e vediamo oramai che la traccia si fa più evidente, e tagliando ancora obliquamente la pratarella rientriamo ancora nel bosco e saliamo poi decisamente il sentiero che oramai è diventata una carrareccia che ci porta ad intersecare la carrareccia che sale da Cacciano. Giriamo decisamente a Sx e incominciamo a salire la anche ripidamente fino ad arrivare in cima. Ora ci troviamo in una ampia curva che va verso destra, noi lasciamo questa carrareccia per un sentierino che si trova proprio di fronte a noi c'è un segno bianco rosso. Iniziamo a salire prima su traccia poco evidente poi sempre più marcata. Raggiungiamo così la "Sforcatura di Cacciano" riconoscibile per un vecchio rudere per ripararsi in caso di pioggia. All'intersezione con la carrareccia giriamo a Sx e proseguiamo la carrareccia che sale entrando nel bosco, salendo manteniamo sempre la Sx, continuando a salire su sentiero evidente e ben segnalato raggiungiamo prima una specie di bel vedere riconoscibile perchè tutto su roccia, proseguiamo il sentiero di fronte a noi e raggiungiamo prima il punto dove siamo scesi e poi i prati della Valsorda concludendo così il nostro bellissimo tracciato.
NB: Il tracciato è stato fatto abbastanza velocemente per minaccia di pioggia pertanto non tenete in considerazione i tempi che vanno allungati almeno di 1 ora.

Commenti

    Puoi o a questo percorso