Scarica

Distanza

2,4 km

Dislivello positivo

245 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

114 m

Altitudine massima

904 m

Trailrank

37 4,7

Altitudine minima

693 m

Tipo di percorso

Solo andata
  • Foto di Vallone Lacerno
  • Foto di Vallone Lacerno
  • Foto di Vallone Lacerno
  • Foto di Vallone Lacerno
  • Foto di Vallone Lacerno
  • Foto di Vallone Lacerno

Coordinate

214

Caricato

16 agosto 2016

Registrato

agosto 2016
  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     

Crea la tua lista di percorsi

Organizza i percorsi che ti piacciono in liste e condividile con i tuoi amici.

Passa a Wikiloc Premium Passa a Premium per rimuovere gli annunci
Crea la tua lista di percorsi Crea la tua lista di percorsi
Condividi
-
-
904 m
693 m
2,4 km

Visualizzato 5949 volte, scaricato 118 volte

vicino a Querceto, Lazio (Italia)

Percorrere il sentiero che si inoltra nel Vallone Lacerno, fino al suo termine presso la cascata del Cuccetto del diavolo, puo' sicuramente essere considerata come una delle escursioni nel Lazio da fare assolutamente !! Niente cime o panorami, ma le sensazioni che si provano una volta entrati nel corso del fiume ed inoltrandosi nelle sue gole, con pareti altissime e larghe qualche metro, impegnandosi a guadare il corso d'acqua infinite volte, sono sicuramente tra quelle che si ricorderanno. E' un'escursione dove occorre considerare che, oltre al sentiero stretto e un po' impervio che porta al greto del Lacerno e continua di fianco al fiume, ora a dx ora a sx, i guadi sono spesso ricavati su tronchi d'albero o rocce, e ce ne sono molti; per questo, se volete affrontarla con bambini o persone timorose della possibilta' di scivolare e finire con i piedi a mollo, tenetelo ben presente. Adesso, ad Agosto, ho trovato il livello dell'acqua (fredda !) abbastanza basso, tale che l'alveo potesse essere percorso senza particolari difficolta'. Si parte dal tornante della SP96, vicino Querceto (Campoli Appennino), presso alcuni manufatti rasoterra in cemento, dove qualche macchina riesce a sostare. Il sentiero inizia stretto tra la folta vegetazione, scendendo ed attraversando punti caratteristici (si sente gia' il rumore delle acque), con tratti su pietra, fino ad incrociare un altro sentiero proveniente da piu' in basso rispetto alla partenza; prosegue a saliscendi e si allarga un po', per poi apparentemente terminare nel fiume. Da qui in poi sara' un continuo guado, ma il sentiero esiste...percorre entrambe le sponde e la traccia e' sempre piu' o meno evidente. Non ci sono, comunque, altre possibilita'; siete in una gola e non se ne esce ! Si continua in questo modo fino all'ingresso vero e proprio del canyon, con le prime, altissime, pareti. Magnifico. Il sentiero permette di inoltrarvisi, e presto dovrete ricavarvi il passaggio sulle ghiaie affioranti. L'inizio dell'ultimo tratto di gole, poco prima della cascata, lascia senza fiato. Procedere ora sulle rocce, con il torrente impetuoso (ma acqua bassa), ora continuando a guadare su tronchi, vi portera' all'ultima curva che nasconde il termine del percorso: il Cuccetto del diavolo e' proprio la' dietro, nascosto e rombante..qualcosa di inaspettato ed emozionante ! Sostare nei pressi, ed in generale nella gola, ammirando le pareti curvate dalla forza della natura lascia sensazioni uniche. Il ritorno e' per la stessa via; considerate che il segnale GPS (e telefonico) e' spesso debole o assente, ma non ci sono problemi di orientamento. Percorso a/r, la traccia si riferisce alla sola andata. Un consiglio: l'escursione porta via mezza giornata; se volete, a breve distanza c'e' il Lago di Posta Fibreno, altra meraviglia a portata di mano. Ci sono alcuni percorsi natura che si inoltrano nei canneti sfruttando camminamenti ricavati da passerelle. L'avifauna e' molto abbondante (ho anche avvistato nutrie da uno dei casotti presenti lungo il sentiero “Puzzillo”) e le acque sono di una trasparenza eccezionale. Vale sicuramente la pena, vista la vicinanza al vallone !
** AGGIORNAMENTO 07/2022: E' possibile visitare anche la seconda, suggestiva, cascata del Vallone Lacerno, denominata Cascata di San Pietro, posizionata più in alto. In questo caso si può, eventualmente, consultare la mia traccia https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/cascata-san-pietro-anello-da-pescosolido-108538497 , che descrive un anello per tale sito.
Waypoint

Bivio con altro sentiero

Waypoint

Cuccetto del diavolo

Waypoint

Greto Lacerno

Waypoint

Grotta riparo Lacerno

Waypoint

Inizio gola

Waypoint

Pareti alte

Waypoint

Park per Lacerno

2 commenti

  • Trekk and Roll 8 giu 2020

    Ho seguito questo percorso  verificato  Mostra di più

    Ottima traccia, ben descritta e facile da seguire.
    Grazie!
    3 raccomandazioni:
    Caricare la traccia prima di iniziare il sentiero, ben presto non c'è più segnale.
    Eviare di fare il sentiero in periodi piovosi o in prossimità di piogge, la, portata dell acqua può diventare pericolosa
    Attenzione sempre, vi sono molti sassi e tronchi scivolosi, il sentiero è facile ma il rischio di scivolare e farsi male è sempre presente.

  • Foto di mauriziogps

    mauriziogps 9 giu 2020

    Ciao ! Ti ringrazio per aver verificato il percorso e aver lasciato le tue impressioni sull'escursione confermando le mie, che avevo sperimentato a suo tempo.
    Ciao....buone escursioni !

Puoi o a questo percorso