Tempo in movimento  5 ore 15 minuti

Tempo  9 ore 54 minuti

Coordinate 2906

Caricato 16 luglio 2020

Registrato luglio 2020

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
1.144 m
529 m
0
3,9
7,8
15,67 km

Visualizzato 553 volte, scaricato 14 volte

vicino a Cerreto, Marche (Italia)

Il percorso segue il sentiero cai 201 che corre lungo il letto del torrente Scarsito.
Quelli del posto dicono che può diventare impetuoso se piove a monte ed io evito di andare nella scurosa dopo forti piogge anche se l'ho sempre visto tranquillo e mansueto sparire e riapparire lungo il suo corso in rivoli e cascatine tutt'altro che impetuose.
Resta il fatto che il 201 segue lo Scarsito attraversandolo decine di volte, se fosse impetuoso sarebbe un problema.

Il percorso è inizialmente una carrareccia poi una mulattiera ed infine un single track fino alla fonte e arrivare alla fonte del Sepolcro è piuttosto facile.
A quota 800 il bosco si apre in una bellssima faggeta con faggi e olmi pluricentenari.

La fonte
L'acqua scaturisce da una frattura della roccia e mi hanno detto che è potabile.
Io ho usato il potabilizzatore Katadyn Hiking Pro anche se ho visto gente berla senza apparenti conseguenze.

Percorso Forca di Bara
Dalla fonte si diramano 4 sentieri e la mia traccia prosegue su un vecchio sentiero non più in uso che porta a Forca di Bara.
È un percorso fuori sentiero piuttosto impegnativo perché:
- non sempre visibile
- non marcato
- importanti pendenze
È inoltre interrotto da alberi caduti di dimensioni notevoli che vanno agirati e, viste le pendenze, non è sempre agevole e sicuro.
Ci ho messo più di tre ore ad arrivare a Forca di Bara navigando di sola bussola, se fossi passato per il sentiero Cai avrei fatto prima? Si.
Da Forca di Bara uno degli obiettivi era la sorgente dello Scarsito che vista l'ora e il sentiero non visibile (altre tre ore di navigazione bussola?), ho preferito saltare.
Dopo qualche tentativo a sinistra di Forca di Bara di rintracciare il sentiero verso la sorgente mi sono diretto verso la Cima del monte Rangora che si raggiunge atraversata la pozza di abbeveramento del numeroso bestiame lì presente.
La traccia poi torna verso fonte Sepolcro attraverso il sentiero Cai. Occhio a non perdere la traccia perché la parte iniziale si diivide spesso in due-tre percorsi.
Facile incontrare una mandria di cavalli bradi sulla parte finale del percorso.
Se non siete amanti del fuori sentiero, fate la strada che io ho fatto al ritorno anche per salire a Forca di Bara.
Da Forca di Bara il sentiero di rientro è tutto in cresta e il panorama è spettacolare.
Il rientro lungo il 201 non è facile come l'andata perché il sentiero è meno visibile quando si scende

Se vi piace l'Appennino selvaggio, questo percorso fa per voi...e poi con i nomi dei posti si presta anche ad una escursione per Halloween :-).

Buon divertimento e occhio al fuori sentiero!
Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Intersezione

A sinistra

Foto

Faggeta

Albero

Albero

Foto

Foto

Foto

A sinistra, monte Acuto ed il passo per Colfiorito. Di fronte il Pennino

Intersezione

Intersezione

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Intersezione

Intersezione

Foto

Foto

Foto

Foto

1 commento

Puoi o a questo percorso