Scarica

Distanza

9,52 km

Dislivello positivo

143 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

819 m

Altitudine massima

837 m

Trailrank

8

Altitudine minima

147 m

Tipo di percorso

Solo andata

Coordinate

425

Caricato

24 maggio 2021

Registrato

maggio 2021

Navigazione outdoor

Esplora milioni di percorsi all'aperto sotto la guida del tuo smartphone. Anche offline!

Passa a Wikiloc Premium Passa a Premium per rimuovere gli annunci
Navigazione outdoor Navigazione outdoor
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
837 m
147 m
9,52 km

Visualizzato 27 volte, scaricato 0 volte

vicino a Tusa, Sicilia (Italia)

Waypoint

Punto Ristoro Acqua

Il punto ristoro dispone di acqua potabile
Waypoint

Sorgente

Waypoint

Bevaio potabile

Waypoint

Bevaio potabile

Waypoint

Arrivo

Waypoint

Bivio

All'andata svoltare a sinistra. al ritorno svoltare destra.
Waypoint

Bivio

All'andata imboccare sentiero a destra. al ritorno imboccare la strada asfaltata a sinistra.
Waypoint

Partenza

Waypoint

Incrocio

All'andata su strada asfaltata seguire la destra. Al ritorno su strada asfaltata seguire la sinistra.
Waypoint

Bivio

All'andata tenere la sinistra. Al ritorno tenere la destra.
Waypoint

Bivio

All'andata mantenere la destra sulla strada principale. Al ritorno mantenere la sinistra sulla strada principale.
Waypoint

Bevaio non potabile

Waypoint

Bivio

All'andata svoltare a destra. al ritorno svoltare a sinistra.
Waypoint

Bivio

All'andata proseguire a destra. Al ritorno proseguire a sinistra.
Waypoint

Bivio

Svoltare a destra per raggiungere il punto ristoro oppure mantenere il sentiero. Svoltare a sinistra per raggiungere il punto ristoro oppure mantenere la destra sul sentiero.
Waypoint

Bivio

All'andata svoltare a destra. al ritorno svoltare a sinistra.
Waypoint

La Piramide del 38° parallelo di Mauro Staccioli

Il sito prescelto per la scultura di Staccioli è una leggera altura del territorio di Motta d’Affermo: un avamposto in quota sul mare e prospiciente gli scavi di Halaesa, le cui coordinate geografiche centrano esattamente il trentottesimo parallelo.
Nominando la propria opera, l’artista traduce l’astrazione della misura terrestre in creativa percezione metafisica e suggella l’intrinseco legame dell’opera alla geografia del luogo, in perfetta sintonia con la poetica che contraddistingue sin dagli anni sessanta le proprie creazioni.
L’opera è un tetraedro titanico cavo realizzato in acciaio corten. Parzialmente sprofondata nel territorio roccioso, presenta una fessura lungo lo spigolo occidentale che rende ancora più preciso il suo collocarsi nella specificità del luogo e nello spazio cosmico. Come un faro introverso, testimone consapevole del ciclico e irreversibile scorrere del tempo, cattura la luce solare attraverso la fessura, registrando nel proprio ventre geometrico i riverberi luminosi dallo zenit al tramonto.
Al concetto di immortalità, notoriamente correlato alla piramide faraonica, subentra qui il concetto più responsabile di transitorietà, attraverso il quale l’artista celebra la vita nel suo incessante anelito all’eterno.
Waypoint

Bivio

All'andata mantenere la destra. al ritorno mantenere la sinistra.
Waypoint

Bivio

All'andata svoltare a sinistra. Al ritorno svoltare a destra.
Waypoint

Bivio

All'andata svoltare prima a destra. Al ritorno svoltare a sinistra.
Waypoint

Bivio

All'andata svoltare a sinistra. Al ritorno svoltare a destra.
Waypoint

Fiume Tusa

Il fiume nasce sul colle del Contrasto (m.1107) e dopo 70 km sfocia nel mare Tirreno presso Castel di Tusa.
Waypoint

Tusa

Situata all'estremità ovest della provincia di Messina e confinante con quella di Palermo, Tusa è adagiata su una collina continuamente accarezzata dai venti che le conferiscono un'aria saluberrima, sempre fresca e ossigenata con un clima che non conosce eccessi di temperatura.
La città si divide tra il centro, che costituisce il nucleo più massiccio e più antico, a 600 metri s.l.m., e le due frazioni marine: Castel di Tusa e Milianni.
Nel suo territorio sorse la città siculo-greca di Alesa Arconidea, che si sviluppò sulla collina di Santa Maria delle Palate tra il 403 a.C. e il IX secolo d.C. .
Waypoint

Incrocio

All'andata svoltare a sinistra. Al ritorno svoltare a destra.
Waypoint

Ulivi secolari

Commenti

    Puoi o a questo percorso