Tempo  8 ore 20 minuti

Coordinate 1446

Uploaded 18 agosto 2015

Recorded agosto 2015

-
-
1.910 m
1.225 m
0
2,7
5,4
10,8 km

Visto 1580 volte, scaricato 18 volte

vicino Pescegallo, Lombardia (Italia)

Raggiungere la Valtellina Morbegno girare a destra arrivare all'incrocio di una piccola piazzetta dell'antica via di San Rocco per imboccare la strada che percorre tutta la Val Gerola arrivare in fondo a Pescegallo sul piazzale di sosta invernale degli impianti di risalita, ove finisce la strada, 1454 m.

Da qui dirigersi verso ovest tagliando davanti al Bar degli impianti portarsi verso una baita ben visibile all'inizio di un bel bosco di abeti, fonte di abbeveraggio, cartelli segnavia e scritte, indicazione per il Rif Trona Soliva dato in 2,30 ore. Sentiero segnato con classiche bandierine bianca e striscia rossa. Rimontato il bosco si passa da piccole radure di pascolo e dalla baita del Dossetto (1580 m ) il sentiero gira verso Sud ed entra nella conca, Val Tronella di fronte il lato della valle finisce in alto con un costone erboso ben visibile che bisogna raggiungere. Attraversata la valle in un bel ambiente alpino ricca di vegetazione e di acque sorgive si rimonta con lunghe svolte per circa trecento metri il lato della valle occidentale, poi il sentiero traversa verso Nord, arriva ai pascoli del Piich, 1845 m. Baita e piccola pozza. Cartelli segnavia (indicazioni orarie sballate). Il dosso formato dalla costiera, cresta che scende Dal Piz del Mezzodì, e segna la svolta, cambio di direzione entrando nella nuova vallata sopra la Val della Pietra. Il percorso ora è pianeggiante ci si trova sulla gran Via delle Orobie, versante Valtellinese. Di fronte svetta il Pizzo di Trona, sul versante prativo opposto della valle, più o meno alla stessa quota, si individuano le due baite di cui la costruzione più esterna è il Rifugio Trona Soliva.
Si arriva ad una selletta incontrando un bivio di sentieri sopra la diga del Lago di Trona, bacino artificiale. La segnaletica indica sulla sinistra, della direzione di marcia, i laghi di Zancone e il Lago Rotondo, si tratta del così detto lungo bel giro dei Laghi. Proseguendo si scende per un ottantina di metri raggiungendo le costruzioni di servizio dello sbarramento, 1815 m. Poi il sentiero attraversa passando sopra la diga un altro bivio consente di sceglier se proseguire risalendo al sovrastante bacino e il Rifugio FALC, oppure si devia a destra prendendo tracce di sentiero in una bassa e fitta vegetazione contorna la valle e tagliando tutto il versante arriva nei pressi della malga, guadagna un ampio sterrato e in breve quasi in piano raggiunge il Rif Trona Soliva, 1907 m.

Difficoltà: E escursionistico bel percorso vario e abbastanza lungo
Tempo: 2,30 ore dato dai cartelli prevedere almeno 3 ore

E' possibile effettuare diverse varianti.
Per il ritorno senza ripercorrere lo stesso sentiero si può scendendo nella verdeggiante valle della Pietra effettuando un bell' anello. Con numerosi tornanti nel bosco per il sentiero che si prende all'altezza della malga, indicatori, si scende fino in fondo valle sul suo lato sinistro orografico si attraversa il torrente su un solido ponticello, baita nella valle, si prende la mulattiera e poco prima di sbucare alla fine dell'abitato di Gerola all'altezza della piccola centrale idroelettrica, si prende in leggera risalita la mulattiera che porta al paesino di Fenile, 1238 m. Qui con un ultimo sforzo a raggiungere il parcheggio di Pescegallo lungo la valle. Percorso di discesa in più di 2,30 ore.

Commenti

    You can or this trail