-
-
437 m
113 m
0
3,6
7,3
14,53 km

Visto 959 volte, scaricato 9 volte

vicino San Sisto, Umbria (Italia)

Si parte a piedi , siamo a m. 140, rifacendo il ponte sul Naia e andando a prendere la strada che sale in parallelo al fosso Trentacoste. Si sale decisi tra antichi poderi con la vista che spazia su Todi, in primo piano la chiesa della Consolazione, e i monti Martani. Arrivati in alto si prende la strada per Porchiano, rimanendo in piano all’ombra delle macchie che portano il nome dell’antico piccolo borgo fortificato. Si arriva alle silenziose case medievali di Porchiano e la sosta è piacevole. Si riparte per porzioni di bosco, pianori piantati a grano e pascoli, oliveti a perdita d’occhio, antiche dimore che spuntano da ogni toppo. Lentamente, attraversando un paesaggio intimo e accogliente si arriva alle case di Cacisci e Asproli, insediamenti medievali anche questi, abitati che cominciano ad aprirsi verso la parte settentrionale dei monti Amerini. Compaiono davanti a noi, sull’altro versante, oltre la valle del fosso Chiugena, i profili di Acqualoreto, Morre e Collelungo. Prendiamo a salire per ampia strada bianca nel bosco per arrivare alla fortezza di Izzalini (m. 421). Chiamato originariamente Sant’Angelo de’ Plebe, la tradizione popolare ci tramanda che assunse il nome attuale da alcuni seguaci del tiranno ghibellino Ezzelino da Romano, podestà di Verona, genero di Federico II. Sosta meritata nell’ampio spazio prospiciente le mura per poi ripartire e ripercorrere i passi che ci hanno portato quassù.

Commenti

    You can or this trail