• Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)
  • Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)
  • Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)
  • Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)
  • Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)
  • Foto di Supramonte di Oliena: Da Su Gologone a Monte Maccione (Solo andata)

Tempo  6 ore un minuto

Coordinate 1208

Uploaded 20 giugno 2016

Recorded giugno 2016

-
-
797 m
196 m
0
3,0
6,0
11,92 km

Visto 1349 volte, scaricato 43 volte

vicino Dorgali, Sardegna (Italia)

Bellissima ed imperdibile escursione che si snoda sotto le vertiginose pareti che si distendono dalla località Su Gologone fino alla località Monte Maccione, passando sotto Monte Uddé, Su Husidore, attraversando il valico di Orgoi, sotto Sa Pedra Mugrone e punta Sos Nidos, passando per la grotta di s'Abba Medica, fino ad arrivare alla cooperativa su Eni, dai nostri amici a Monte Maccione. Il giro si può percorrere in salita (come fatto da me), partendo dalla stazione di pompaggio di Su Gologone per arrivare fino a Maccione o in senso contrario. Io la reputo più bella da fare in salita, ma è sicuramente meno faticosa da fare in discesa. Non trattandosi di un giro ad anello, la soluzione ideale sarebbe quella di avere due macchine, una da lasciare presso la stazione di pompaggio sopra Su Gologone e l'altra a Monte Maccione. Io ho fatto il percorso da solo e quindi a Maccione ho trovato un gentile passaggio fino alla macchina all'inizio della strada cementata per Lanaitho. Il percorso è stato recentemente risegnalato e pulito dalla forestale e, salvo che ci si distragga, è praticamente impossibile perdersi poiché i segnavia con il numero 406 sono numerosi, chiarissimi e ben posizionati. Ci sono 2 o 3 slarghi dove si può essere tratti in inganno, ma è sufficiente riposizionarsi sull'ultimo segnavia individuato e ragionarci sopra un momento. È un'ottima escursione per l'estate in cui c'è molto caldo, poiché buona parte del percorso si svolge con discreta copertura arborea. E' facile ed intuitiva ma non va sottovalutata perché è lunga e perchè ci sono quasi settecento metri di dislivello, se la si percorre in salita. Il primo tratto, fino a arrivare alla grotta di s'Abba Medica, è molto spettacolare ed offre panorami incredibili verso la 'cordigliera'. Dopo la grotta, diventa abbastanza chiusa, tortuosa e non esaltante, ma il giro nel suo complesso è fantastico. Punto di accesso: in località su Gologone, prendere la strada cementata a destra che conduce alla Valle di Lanaitho. Dopo poco, parcheggiare la macchina alla stazione di pompaggio sulla sinistra. Ritornare indietro a piedi di circa 20/30 m, fino a individuare sulla sinistra un varco nel muretto con evidente sentiero, dove ha posto su una pietra l'indicazione in bianco e rosso '406'. Da qui, se si segue correttamente il sentiero, dopo 14 km si arriva a Monte Maccione.

Il giro di solo andata è di 14 km ( il percorso importato dal GPS dà meno, ma sono realmente 14 e passa). Tempo di percorrenza: Circa 6/7 ore (a passo tranquillo).Per il rientro occorre organizzarsi. Riscendere (o risalire) dalla stessa via può risultare estremamente faticoso (28 km) e anche noioso. Come già accennato, all'inizio sembra un'escursione molto fluida e facile ma è faticosa e lunga. Da qui la scelta di catalogarla come 'impegnativa'. Le viste che offre sono incredibili. Il fondo è prevalentemente terroso, a parte quando si attraversa uno dei numerosi ghiaioni che scendono giù dalle pareti a strapiombo. Non ci sono zone pericolose o esposte e dopo l'attacco iniziale, si viaggia a quote medie comprese fra cinque e settecento metri. Simpatica la sosta presso la grotta di s'Abba Medica. Facile incontrare e fotografare i mufloni nei ghiaioni, se si riesce ad avvicinarsi in silenzio. Attenzione quando finisce il ‘budello’ stretto e tortuoso dopo la grotta. Si sbuca in un piccolo slargo dove si è tentati (come ho fatto io) di andare giù e a destra. Fate strada inutile. Prendete a sinistra verso l'alto, dove vedrete di nuovo i segnali biancorossi che dopo un po' dal 406 indicano il numero 401. Se si parte presto la mattina e si ha voglia di andare a ritmo sostenuto, si può arrivare all'ora di pranzo a su Eni, a Monte Maccione per farsi ‘premiare’. Divertitevi!

Commenti

    You can or this trail