Tempo  4 ore 19 minuti

Coordinate 1354

Uploaded 9 settembre 2017

Recorded settembre 2017

-
-
253 m
112 m
0
4,3
8,6
17,16 km

Visto 437 volte, scaricato 6 volte

vicino Coniolo Bricco, Piemonte (Italia)

SULLE TRACCE DI UN PAESE SCOMPARSO





INTRODUZIONE


Tra il 1905 e il 1920 crollò gran parte dell’abitato di Coniolo Antico Basso.
Crollarono le case,le cascine,il settecentesco palazzo Fossati,la chiesa di Sant’Eusebio e il castello.


Le colline di Coniolo sono particolarmente ricche di calcari marnosi e i Romani già estraevano ,in queste terre,la pietra da calce da utilizzare in edilizia.
Nel 1876 la Società Anonima fabbrica di Calce e Cementi di Casale mise a punto ,per prima in Italia,la produzione industriale del cemento Portland naturale e per lungo tempo Casale Monferrato fu la capitale nazionale della calce e del cemento.
Tra il 1850 e i primi anni del Novecento, Coniolo conobbe un grande sviluppo industriale basato sull’estrazione dal sottosuolo delle marne calcaree destinate alle nascenti,fiorenti industrie cementifere del casalese.
Furono scavate gallerie sotterranee anche a grandi profondità e anche nei pressi e sotto l’abitato di Coniolo Antico!!!
Le abitazioni iniziarono a lesionarsi sino a crollare.
Le case ,la chiesa e il castello andarono perduti per sempre!
Gli abitanti(come viene riferito in una bacheca posta a Coniolo)non si scoraggiarono e smontarono pezzo a pezzo gli edifici crollati per ricostruire nell’attuale paese.
Le case così realizzate sono nuove nell’aspetto ma nascondono in sè l’anima di quelle antiche abitazioni.
Per questo il museo che è stato istituito a Coniolo per ricordare l’epoca estrattiva-mineraria di questi territori è intitolato “Coniolo il paese che visse due volte”!.




PERCORSO



Posteggiata l’auto a Coniolo Bricco ,si percorre via Casale e,poi,via Monbuè da dove si scende sino al Po ,imboccando via dei Minatori.
Giunti nei pressi del Po si svolta a dex sulla sterrata che si snoda, costeggiando il fiume, sino alle abitazioni di località Torcello.
Qui si svolta a dex ,a salire, sino a raggiungere villa Sordi e attraversare la Sp n. 7.
Attraversata la provinciale si imbocca sterrata che va a passare attraverso un cancello aperto.
Il cancello sembra essere sempre aperto.
In ogni caso,esso ,non avendo recinzioni ai lati, è facilmente by-passabile con breve deviazione sul prato vicino.
Si continua sulla sterrata fiancheggiata da pini.
Quando la stradina alberata svolta a six,per raggiungere cascina Ronco,si prosegue diritti su altra sterrata.
Percorso un km. circa si svolta a dex ,poi,a six e ,quindi ,ancora a dex e,attraversando un frutteto, si giunge in località Vialarda.
Da qui si raggiunge la Sp n. 7 e,in corrispondenza di cascina Smeralda, si svolta a dex su sterrata che si snoda nella piccola valle del rio Rizza sino a svoltare a six per salire a Coniolo Bricco.
Da Coniolo si raggiunge località Zerbi dove si svolta a six su sterrato che scende sino in prossimità del torrente Stura.
Si svolta a dex su sterrata che raggiunge,dopo 1,5 km. circa,la stradina di Porto Nuovo..
Si svolta a six,a scendere.
Si arriva in prossimità del Po,si svolta a dex,si costeggia l’argine dex del fiume sino a svoltare a dex, a salire,su via del Porto Vecchio.
Si raggiunge Coniolo Basso e,poi, Coniolo Bricco(punto di partenza del nostro percorso)
villa Sordi
cascina Ronco
Vialarda
valle rio Rizza
belvedere Coniolo Bricco
località Zerbi
Verso strada Porto Nuovo
Morano Po
strada Porto Nuovo
strada lungoPo
strada Porto Vecchio

Commenti

    You can or this trail