gigi1050
275 35 0
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin
  • Foto di Sui 'Troi' del Col Visentin

Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  4 ore 9 minuti

Coordinate 962

Uploaded 25 maggio 2016

Recorded maggio 2016

-
-
1.377 m
261 m
0
2,4
4,8
9,52 km

Visto 312 volte, scaricato 2 volte

vicino Nove-San Floriano, Veneto (Italia)

In sintesi: Nove, Troi de le Casere, Troi de Medo, Troi de la Montagna, Nove.

Nelle foto: flora prealpina sul Troi de Medo

Partenza dalla Piana degli Alpini in località Nove (che offre varie possibilità di parcheggio). Si prende la strada forestale che porta verso i prati di Croda Rossa. Giunti alla strada asfaltata che sale da Forcal (Via Tragol de Rova) si tiene la destra arrivando in breve al piccolo borgo di Croda Rossa. Passate le prime case si trovano poco più avanti a destra, nei pressi di una curva, le tabelle segnaletiche. Si sale quindi a destra verso il Borgo Collon; più avanti si trova una presa dell’acquedotto con il sentiero ufficiale (985) che porta a destra e una scorciatoia che va a sinistra. Entrambe si ricongiungono poco prima del Borgo Collon. Giunti alle poche case del borgo si percorrono alcuni tornanti di strada asfaltata, (che poi si lasciano ritrovandoli poco sopra), poco più avanti si segue una stradina erbosa, a sinistra, che costeggia l’ultima casa del borgo. Si saltano varie deviazioni a destra e sinistra proseguendo sempre diritti; la traccia è sempre ben marcata da pittura rossa sui sassi. Più avanti si trova il Landro di Collon, poi si attraversa una strada tagliafuoco; più avanti ancora si passa sotto ad una formazione rocciosa incombente sul sentiero proseguendo sino ad incrociare un sentiero che arriva da sinistra. Lo si segue quindi a destra giungendo ai prati e ad un gruppo di casere in ristrutturazione. Si risale in mezzo al prato lasciando sulla sinistra i ruderi di altre casere, fino ad arrivare alla strada tagliafuoco superiore dalla quale parte il Troi de Medo. Si risale a tornanti il prato e dopo un breve tratto di bosco il sentiero, finalmente pianeggiante e riposante, tutto su prato, costeggia i ruderi di varie casere fino ad arrivare alla Casera Marin, (a quota m 1400 c.ca) ancora in buono stato. Poco più avanti alcune vasche di raccolta d’acqua che scende a gocce da una roccia. Proprio in questo tratto lasciamo il sentiero che proseguirebbe per Caloniche imboccando a destra il Troi de la Montagna (trovando poco sotto una caratteristica strettoia detta il Bus de la Vecia) e poi con una lunga serie di tornantini (saltanto varie diramazioni relative ai numerosi sentieri che attraversano il Visentin) fino ad incrociare molto più in basso sulla destra (in corrispondenza di tabella indicante Nove) una deviazione ancora a destra che porta ripidamente alla partenza.

Commenti

    You can or this trail