Tempo  5 ore 41 minuti

Coordinate 6150

Uploaded 21 ottobre 2017

Recorded luglio 2017

-
-
2.051 m
1.204 m
0
2,3
4,7
9,35 km

Visto 211 volte, scaricato 1 volte

vicino Colcerver, Veneto (Italia)

IL DISLIVELLO DI SALITA (E ANCHE DISCESA IN QUESTO GIRO AD ANELLO) CALCOLATO CON “Garmin BaseCamp” È DI CIRCA 1.000 METRI, ED È QUELLO GIUSTO.
QUANDO CI SONO DI MEZZO CENGE E/O VIÀZ, WIKILOC RICALCOLA SEMPRE IN MODO MOLTO ABBONDANTE.

Dopo aver letto l’affascinante storia di Oliana (Giuliana) Lazzaris nella bella guida “Dolomiti Sentieri Dedicati” di Paolo Bonetti e Paolo Lazzarin, ho segnato subito questo percorso nell’agenda escursionistica.
Ho aggiunto anche il Bivacco Gian Mario Carnielli e Giuliano De Marchi come suggerito nell’altra guida “Dolomiti 120 Itinerari Circolari” di Andrea Rizzato e Andrea Favarato – che peraltro propone il giro in senso inverso: a me sembra più sensato questo senso per arrivare al viàz con temperatura migliore e per finire … con le gambe sotto al tavolo al Rifugio Angelini; in questo senso è anche molto più facile individuare l’attacco o comunque la deviazione dai tracciati CAI.

La salita al Bivacco è segnata e, per chi vuole, anche un po’ interpretabile a piacere nel finale: non per principianti (specialmente se umido) ma entro le normali difficoltà di tanti sentieri dolomitici – direi medio nella scala wikiloc per come la vedo io.

Altra storia il Viàz de l’Oliana: è un viàz vero, non difficilissimo nella scala dei viàz, ma sicuramente molto impegnativo nella scala escursionistica.
Almeno le linee da tenere mi sembrano tutte (tranne una) intuitive e in qualche caso agevolate da ometti.
L’unica che mi ha dato da pensare è il superamento del “pinnacolo” verso l’uscita a nord: obbligata la salita dalla parte sud e spostarsi decisamente a sinistra per scendere dal lato nord ed evitare senza patemi un salto altrimenti difficile da digerire.
Nella foto allegata ho disegnato la linea della mia interpretazione, dove con linea continua si vede la discesa dal lato nord del pinnacolo e in tratteggio c’è la salita non visibile dal punto foto: poi ognuno deve decidere sul momento in base alle condizioni e convinzioni di giornata.
Allego anche una foto, in arrivo dal Rifugio Angelini, per evidenziare la poco visibile svolta per il viàz per chi intendesse affrontarlo da nord.

In vari punti della traccia si nota che il GPS va in crisi per le “ristrettezze rocciose”.
Qualche piccola difficoltà satellitare anche verso il bivacco e nel sentiero attrezzato della discesa finale.
In posti simili considerare sempre tracce e waypoint in modo “appena un po’ indicativo”.
  • Foto di 02 - Bivacco Carnielli - De Marchi
  • Foto di 02 - Bivacco Carnielli - De Marchi
  • Foto di 02 - Bivacco Carnielli - De Marchi
  • Foto di 03 - Viàz de l'Oliana - Inizio/fine Sud
  • Foto di 03 - Viàz de l'Oliana - Inizio/fine Sud
  • Foto di 03 - Viàz de l'Oliana - Inizio/fine Sud
  • Foto di 04 - Pinnacolo
  • Foto di 04 - Pinnacolo
  • Foto di 06 - Distacco traccia per Viàz de l'Oliana da sentiero CAI 534
  • Foto di 07 - Rifugio Casèl Sora'l Sass - Giovanni Angelini

Commenti

    You can or this trail