Scarica

Distanza

7,73 km

Dislivello positivo

605 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

605 m

Altitudine massima

801 m

Trailrank

75 4,3

Altitudine minima

421 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

un'ora 15 minuti

Tempo

2 ore 19 minuti

Coordinate

1249

Caricato

1 settembre 2018

Registrato

settembre 2018
  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     

Invia al tuo GPS

Scarica percorsi da Wikiloc direttamente sul tuo Garmin, Apple Watch o Suunto.

Passa a Wikiloc Premium Passa a Premium per rimuovere gli annunci
Invia al tuo GPS Invia al tuo GPS
Condividi
-
-
801 m
421 m
7,73 km

Visualizzato 2058 volte, scaricato 18 volte

vicino a Soverzene, Veneto (Italia)

ATTENZIONE, LA CHIUSURA DELL'ANELLO È ATTUALMENTE IMPEDITA DA UN BLOCCO SULLA PASSERELLA

L'obiettivo del trail è un percorso ad anello da Soverzene che scavalca la grande balena del Dolada, scende sugli Antichi Fortini di Soccher e rientra per la vecchia passerella sotto la parete dei Falchi.

Si sale da dietro alla centrale elettrica, segnavia bianchi e blu, si passa per il Col de le Legne (il nome è un programma), si sale alle Crosere lungo un bel sentiero in un bosco di faggio. Si intercetta una strada sterrata taglia fuoco che in breve conduce verso sud ai Fortini. Interessante il cambio di vegetazione passando da nord a sud, da faggio a carpino. La traccia passa per due fortini molto panoramici: ruderi di vecchie installazioni militari di epoca napoleonica, costruiti per mano austriaca per arginare l'esuberanza dell'esercito dei miserabili di Napoleone. La cosa affascinante è che un gruppo di appassionati locali è riuscito a trovarne traccia sul catasto Napoleonico, e dalle mappe sono state riportati alla luce 6 fortini (è possibile il giro completo).

Dai fortini si scende per un bel sentiero, che passa per Casera Fornez, fino alle vestigia del Castello di San Giorgio. Il rientro per la vecchia "passerella" alla base della verticale ed imponente parete dei Falchi, dove Manolo e altri grandi arrampicatori hanno aperto vie estreme.
Monumento

Centrale idroelettrica Achille Gaggia

  • Foto di Centrale idroelettrica Achille Gaggia
La centrale elettrica si trova ad inizio anello
Punto informativo

Freccia inizio sentiero

  • Foto di Freccia inizio sentiero
Sul fianco destro della centrale, la prima indicazione per il sentiero di Mont
Intersezione

Col de le legne

  • Foto di Col de le legne
Mslm 590 , da qui seguire indicazione Crosere, Fortini
Panorama

Soverzene dal Col de le legne

  • Foto di Soverzene dal Col de le legne
Vista verso nord sulla valle del Piave. Da qui con la teleferica i nonni trasferivano a valle il legname.
Intersezione

Le Crosere

  • Foto di Le Crosere
Mslm 730 , seguire per I Fortini. Qui il sentiero incrocia la strada tagliafuoco.
Valico

Passo del Fagher (nuovo)

  • Foto di Passo del Fagher (nuovo)
Mistero sull'utilità della sbarra, la vegetazione cambia dal pusterno al solivo, da prevalenza di faggi a prevalenza di carpini.
Punto informativo

Prima indicazione per il sentiero dei Fortini

  • Foto di Prima indicazione per il sentiero dei Fortini
Seguire le indicazioni, segnavia bianchi e blu
Rovine

Fortino Pian Martin

  • Foto di Fortino Pian Martin
I ruderi del fortino di epoca napoleonica, sullo sfondo il lago Santa Croce e il Col Visentin
Fiume

Panorama dal Fortino

  • Foto di Panorama dal Fortino
Sul fondovalle l'ansa del Piave
Panorama

Panorama dal Fortino

  • Foto di Panorama dal Fortino
Vista su Soccher, Santa Croce e Valbelluna
Sito archeologico

Fortino Fagher

  • Foto di Fortino Fagher
Il basamento dell'antico fortino, sullo sfondo il Cansiglio. Il fortino aveva un massiccio basamento quadrangolare, e indubbiamente un posizionamento strategico. La ricostruzione storica narra che gli Austriaci volessero tenere a bada l'esercito Francese guidato dal generale Massena, che dopo aver conquistato Venezia razziava i territori della serenissima. Poche scaramucce tra i due eserciti, una battaglia lungo il Piave, il tutto presto interrotto dal trattato di Campoformido, in cui il Veneto venne ceduto all'Austria.
Vetta

Monte Dolada

  • Foto di Monte Dolada
Il monte che domina il percorso, visto dal bel prato di Casera Fornez
Albero

Giardino Zen

  • Foto di Giardino Zen
Sotto la passerella, ometti di pietra e belle piante su un prato curato.
Fiume

Piave

  • Foto di Piave
Il fiume Piave all'imbrunire verso nord

3 commenti

  • Foto di violaa

    violaa 20 ott 2019

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    bel percorso, ben descritto, grazie!

  • Foto di NickDR72

    NickDR72 3 dic 2019

    Prego. Mi fa piacere sia piaciuto.

  • VarachelloWiki! 25 ago 2020

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    I couldn't complete the whole round in summer 2020. Probably due to tree felling and failure to maintain the path during the lockdown.

Puoi o a questo percorso