Tempo  4 ore 21 minuti

Coordinate 1155

Caricato 20 agosto 2019

Registrato agosto 2019

-
-
1.455 m
950 m
0
2,6
5,3
10,6 km

Visualizzato 52 volte, scaricato 7 volte

vicino a Oliena, Sardegna (Italia)

parcheggio

Park leccio

Waypoint

Iscala i Pradu

picco

Sos Nidos

La Punta sos Nidos (1348 m) è la cima più notevole ed imponente del Supramonte di Oliena: rappresenta il punto più alto della gigantesca bastionata che chiude a nord la catena montuosa, e che delimita l'altopiano basaltico del Fiume Cedrino. Per questo, è una montagna particolarmente visibile, e attira lo sguardo di chi percorre le strade tra Dorgali, Oliena, Nùoro e Lula; molti la confondono addirittura con il Monte Corrasi che, pur essendo più alto, si trova in posizione più appartata e nascosta. Il versante più spettacolare di questa maestosa montagna è quindi quello settentrionale: una gigantesca parete rocciosa di calcari bianchissimi, che precipita per un dislivello complessivo di circa 1100 metri. Il paretone è interrotto solo nella parte occidentale da un contrafforte secondario, su cui sorge la curiosa anticima di Pedra Mugrones (1138 m), una specie di grosso masso che fa da cappello ad una bellissima serie di strati calcarei. Il versante meridionale della Punta sos Nidos è molto più dolce, ma non per questo meno selvaggio: un pendio inclinato di rocce selvaggiamente modellate dal carsismo in campi solcati, canalette, vallecole e piccole voragini. Su questo pendio si snoda la "via normale", segnalata da ometti di pietre, un percorso non difficile ma un po' scomodo a causa del terreno impervio. Da qualsiasi lato la si guardi, comunque, la cima della Punta sos Nidos appare come una cupola quasi perfetta, un candido testone dalla sagoma arrotondata. Il culmine è molto ampio e spazioso, indicato da una grande piramide di pietre. Il panorama è assolutamente spettacolare, forse il più bello che si possa osservare da una cima del Supramonte: colpisce soprattutto la vista a volo d'uccello sulla sottostante piana del Cedrino (di cui si scorge anche il lago artificiale), che si stende un migliaio di metri sotto, ai piedi delle grandi pareti; si vede poi il Golfo di Orosei, gran parte del Supramonte, sia marino che montano, le lontane catene delle Baronie, del Monte Albo, del Marghine e del Goceano. Insomma, si vede mezza Sardegna.
rifugio non gestito

Cuile Pradu

Il cuile Pradu non rappresenta il caratteristico cuile ma è costituito da una costruzione rettangolare con copertura in lamiera.
albero

Tasso

picco

Corrasi

Commenti

    Puoi o a questo percorso