• Foto di Settefratelli: Caserma Noci-Maidopis A/R
  • Foto di Settefratelli: Caserma Noci-Maidopis A/R
  • Foto di Settefratelli: Caserma Noci-Maidopis A/R

Tempo in movimento  3 ore 27 minuti

Tempo  4 ore 17 minuti

Coordinate 2321

Caricato 6 ottobre 2019

Registrato ottobre 2019

-
-
692 m
406 m
0
3,2
6,5
12,95 km

Visualizzato 14 volte, scaricato 1 volte

vicino a San Gregorio, Sardegna (Italia)

Partenza dalla Caserma dell’Agenzia Forestas dedicata ad Umberto Noci, si percorre un tratto parallelo alla strada asfaltata (quella che sale in direzione Monte Cresia) senza mai metter piede sulla carreggiata percorsa dalle auto. Quindi si prosegue in salita mantenendo la strada asfaltata sulla destra, per poi incrociarla nuovamente in prossimità di un secondo parcheggio (che può essere usato per accorciare il tracciato). Si prosegue inoltrandosi nel bosco e salendo verso Sedda de sa Scova. Lungo questi passaggi sono presenti due piccoli raccordi che permette di passare al tracciato del quasi tangente sentiero 814A (presso Arcu Mastinargius) ed 814 (raggiunta e superata Sedda de sa Scova).
Da Sedda Sa Scova in poi la mulattiera percorre tratti di bosco e macchia mediterranea. I successivi mille metri di percorso, fino ad arrivare in località Mitza su Accili si snodano lungo un falsopiano da cui, su strada sterrata, si giunge ad Arcu sa Spina: da qui si potrà discendere per Maidopis (lungo l'ultimo tratto del quasi-parallelo sentero 814 noto anche come  "percorso arancione" che arriva dal vicino Monte Arrubiu e conduce all'area di sosta vicino al recinto dei cervi. Presso la stessa fascia parafuoco (ad Arcu sa Spina) si segnala la presenza di punti panoramici sulle cime granitiche del SetteFratelli e con panorami verso la vicina Castiadas ed il mare oltre Arcu Curadori, Arcu Su Crabiolu­­­­­ (da qui, lungo un percorso non segnalato ma che segue la pista forestale, si potrà proseguire lungo il sentiero 811 verso Maidopis e raggiungere il raccordo (800A) che conduce al Sentiero Italia (800) attraverso Arcu su Crabiolu.
**ENGLISH FOLLOWERS**
Departure from the Forestas Agency Barracks dedicated to Umberto Noci, along a stretch parallel to the paved road (the one that goes up towards Monte Cresia) without ever setting foot on the road covered by cars. Then continue uphill keeping the paved road on the right, and then cross it again near a second car park (which can be used to shorten the track). Continue through the woods and up towards Sedda de sa Scova. Along these passages there are two small junctions that allow to pass to the path of the almost tangent path 814A (near Arcu Mastinargius) and 814 (reached and exceeded Sedda de sa Scova).
From Sedda Sa Scova onwards, the mule track goes along stretches of wood and Mediterranean scrub. The following one thousand meters of path, up to the locality of Mitza su Accili, wind along a slight slope from which, on a dirt road, you reach Arcu sa Spina: from here you can descend to Maidopis (along the last stretch of the quasi- parallel sentero 814 also known as the "orange path" that arrives from the nearby Mount Arrubiu and leads to the rest area near the deer enclosure.In the same fender strip (in Arcu sa Spina) there is the presence of panoramic points on the granite peaks del SetteFratelli and with views towards the nearby Castiadas and the sea beyond Arcu Curadori, Arcu Su Crabiolu (from here, along a path not marked but that follows the forest track, you can continue along the path 811 towards Maidopis and reach the junction (800A ) that leads to the Sentiero Italia (800) through Arcu su Crabiolu

Commenti

    Puoi o a questo percorso