Tempo  4 ore 46 minuti

Coordinate 1736

Caricato 19 febbraio 2020

Registrato giugno 2019

-
-
428 m
0 m
0
4,0
8,1
16,14 km

Visualizzato 35 volte, scaricato 0 volte

vicino a Garlenda, Liguria (Italia)

La variante Ingauna del Sentiero Liguria altro non è che la variante alta delle tappe 22 Toirano - Albenga e 23 Albenga - Andora
Comincia dal Monte sopra Toirano e finisce al Colletto di Moglio.

Vista la sua lunghezza, l'abbiamo divisa in 3 tappe:
a) Toirano - Menosio di Arnasco
b) Menosio di Arnasco - Garlenda
c) Garlenda - Andora
ma i più motivati potranno sicuramente unire le ultime due frazioni per poterla percorrere in 2 giorni.

Il 01 Giugno 2019 ripartiamo da piazza del Comune (Borgata Ponte) in Garlenda per proseguire dritti attraversando lo spiazzo pedonale fino in fondo e prendere una scala, seguendo le indicazioni per “Paravenna” e “Castelli”.
Arrivati all'antico antico ponte romanico sul torrente Lerrone troviamo la sorpresa: il ponte è interdetto al passaggio per inagibilità…dal 2014!
Purtroppo ci rendiamo subito conto che questa è l’unica via possibile per proseguire, per cui decidiamo di rischiare e seguire l’evidente traccia di passaggio che aggira a destra la recinzione che blocca l’accesso, monta sulla spalletta (prestare attenzione) per poi scendere sul ponte, mentre sul lato opposto superiamo una semplice transenna (già spostata di lato).
----
Tutto questo chiaramente è in palese violazione dell’ordinanza comunale...quindi raccomandiamo vivamente di seguire l'alternativa che abbiamo poi studiato a casa, che si innesta al percorso originale nei pressi del Parco Le Serre (vedi waypoint).
----
Arrivati ad un bivio lasciamo il sentiero per Paravenna e svoltiamo a sinistra per Borgata Castelli (segnavia “due quadrati rossi”). Dopo un tratto di sterrata arriviamo alla strada asfaltata, che seguiamo dritti in discesa, costeggiando il Parco Le Serre e tirando dritto ad ogni incrocio (sono presenti altri cartelli indicatori con segnavia “due quadrati rossi”) fino ad un gruppo di case dove il percorso indicato con “due quadrati rossi” si divide e noi svoltiamo a destra verso Borgata Villa.
Sorpassate le case della borgata, la strada finisce e si proseguiamo per sentiero che scende al rio Villa e lo costeggia per raggiungere poi in piano il Rio Grande, che si passa su un altro antico ponte in pietra (agibile!).
Risalendo oltre, arriviamo sulla strada asfaltata, dove svoltiamo a sinistra e proseguiamo per 50 metri circa, dopo di che svoltiamo a destra (segnavia “due quadrati rossi”) su sentiero in parte selciato e a tratti infrascato che conduce alla Borgata Castelli.
Arrivati alla strada asfaltata, ormai alle porte della Borgata, attraversiamo e passiamo la chiesetta di San Sebastiano e saliamo per il che termina con una breve scalinata sulla stradina asfaltata ancora sopra. Svoltato a destra, dopo circa 60 metri troviamo sulla sinistra una scaletta che taglia il tornante della strada e porta presso la borgata superiore.
Svoltiamo ancora a destra continuiamo a salire su asfalto per imboccare il percorso che sale alla Madonna della Guardia (segnavia “Sentiero Liguria”). La strada diventa sterrata e al bivio, in corrispondenza di un tornante (cartello), svoltiamo a sinistra, ignorando alcune piste minori che si dipartono a destra e sinistra. Il panorama è ancora aperto verso Garlenda e Villanova d'Albenga e si scorge sempre più lontana la chiesetta di Santa Caterina sopra alla borgata Castelli. Dopo altre curve la strada diventa una pista forestale che si addentra nel bosco, dove si possono incontrare ancora alcuni grandi esemplari di castagno da frutto ormai avvolti da altra vegetazione.
In corrispondenza di un cartello lasciamo la pista forestale, che inizia a scendere, per prendere un sentiero che sale in direzione “Madonna della Guardia” e “Alassio” (cartello). Il sentiero aggira la testa di alcune valli secondarie (fango a tratti), salendo con diverse curve in un fitto bosco misto con abbondanti castagni, fino a scavalcare uno spartiacque, dove alcuni pali segnalano la presenza del metanodotto sotterraneo. Il sentiero prosegue davanti a noi in piano nel bosco misto (segnavia scarsi, seguire sempre la traccia principale) immettendosi poi in una sterrata.
Dopo pochi passi, sulla sinistra si trova una fontana ed un tavolo ricavato attorno ad un albero, dove facciamo una breve pausa.
Proseguiamo ancora sulla sterrata, che sfiora la strada asfaltata che collega Testico e Moglio (SP18) sino ad individuare sulla a sinistra un sentiero che scende e, tenendo la destra, continuiamo a mezzacosta sul versante nord.
In breve, sbuchiamo sulla strada asfaltata al Colletto di Moglio presso l'incrocio di strade che portano rispettivamente a Caso (SP55, direzione nord-ovest), a Moglio (direzione sud, sempre SP55) ed al Santuario Madonna della Guardia di Alassio (direzione nord-est).
Qui la Variante Ingauna termina e si ricongiunge con percorso principale del Sentiero Liguria che porta ad Andora.
Svoltiamo a destra, appena prima di toccare la SP55, per prendere uno strappetto piuttosto "cattivo" ci porta ai ruderi della Torre Pisana.
Ridiscendiamo sulla SP55 all'incrocio con la SP18 e qua facciamo una cosa rarissima: ci fermiamo al ristorante Conchetta per pranzare. Non lo facciamo mai ma questa volta...avevamo proprio fame!
Dopo circa 1 ora ripartiamo, proseguiamo su asfalto lungo la Strada Panoramica San Bernardo.
All'altezza di un parco avventura lasciamo l'asfalto per proseguire su carrozzabile (segnavia SL ora ben visibili) che risale al Poggio Brea dove godiamo di bella vista sulle Alpi Marittime innevate.
Cominciamo la discesa su ampia e panoramica dorsale (segnavia SL / rombo rosso vuoto) fino a giungere in Via San Bernardo e, successivamente, al piccolo borgo di Colla Micheri...veramente bello.
Siamo ormai alla fine della tappa.
Non ci resta che scendere alternando stretti asfalti e sentieri (segnavia SL / rombo giallo ), passando per i ruderi della Chiesa di San Damiano fino a giungere alle prime casa di Andora, in -appunto- Via San Damiano.
La tappa finisce ufficialmente alla rotonda tra Via Cristoforo Colombo e Via San Lazzaro, ma noi proseguiamo ancora fino a guadagnare il lungomare.

Tappa senza particolari difficoltà, con passaggi in bei borghi e viste spettacolari dal Colletto di Moglio in avanti.
Il ponte interdetto è l'unica nota dolente, oltre a rappresentare un enorme problema.
fotografia

Ponte chiuso

Ponte chiuso dal 2014
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Borgata Villa

Borgata Villa
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Il secondo ponte romano

Il secondo ponte romano
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Borgata Castelli

Borgata Castelli
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Fonte

Fonte
fotografia

Colletto di Moglio. Fine Varinate Ingauna

Colletto di Moglio. Fine Varinate Ingauna
fotografia

Torre Pisana

Torre Pisana
fotografia

Vista

Vista
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Ristorante La Crocetta

Ristorante La Crocetta
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Colla Michieri

Colla Michieri
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Chiesa di San Damiano

Chiesa di San Damiano
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Lungomare di Andora

Lungomare di Andora

Commenti

    Puoi o a questo percorso