-
-
319 m
-15 m
0
4,1
8,2
16,47 km

Visto 453 volte, scaricato 26 volte

vicino Bonassola, Liguria (Italia)

6° tappa del SL, percorsa il 03 dicembre 2017.

Partenza dal paesello (-2°C) alle 6:30 e arrivo a Bonassola (8°C) alle 9:30.
Ripartiamo da Piazza della Chiesa, da dove c'eravamo fermati la volta scorsa.
Non c'è anima in giro e il vento è bello fresco (anche troppo), per cui partiamo imbacuccati.
Andiamo verso l'oratori di Sant'Erasmo e prendiamo il 661 che, con gradinate e sentiero, risale le pendici del Monte Grosso.
Qua già ci spogliamo, ed il "metti e togli" sarà il leitmotiv di tutta la tappa, facendo caldo al sole e/o in salita e freddo all'ombra e/o in discesa.
Un veloce deviazione al punto panoramico "Salto della Lepre" e riprendiamo a salire fino ad incrociare il SVA nei pressi di un cascinotto con uliveto.
Abbandoniamo il 661 per prendere il Verde-Azzurro, che si inoltra nella macchina mediterranea prima in salita e poi in discesa, guadando un piccolo rio (ponticello pericolante non percorribile) e giungendo alle ultime case di Montaretto.
Qua sempre alternando discesa con tratti in falsopiano (brevissimo tratto interessato da frana, comunque percorribile senza problemi) arriviamo alle prime abitazioni di Anzo.
Qua lasciamo il SVA, che piega verso la stazione ferroviaria, e seguiamo i segnavia Sentiero Liguria che risalgono l'asfalto della SP41 fino al primo tornante, dove entriamo nel centro di Anzo con un bel percorso pedonale e ci ricongiungiamo col SVA.
Una decisa rampa di scale ci porta a Framura, dove lasciamo nuovamente il SVA per svoltare a destra tra le case (segnavia poco visibile) prendendo il 650 che, sempre a scalinate, sale fino a Costa di Framura.
Qua ci aspetta una bella panchina con vista panoramica sulla costa...perfetta per una breve pausa.
Perseguiamo verso Ovest, prendendo il 651 che con un'ultima salita ci porta a piccolo abitato di Foce del Prato.
Qua proseguiamo su asfalto in leggera discesa fino a ritrovare nuovamente il SVA, che riprendiamo svoltando a destra all'incrocio.
Una bella carrozzabile sale dolcemente fino a Case Serro, dove il percorso diventa sentiero e comincia la discesa verso Deiva Marina.
Questo è forse il punto più faticoso di tutta la tappa, essendo il sentiero molto sconnesso.
Arrivati a Deiva abbandoniamo il SVA per seguire il nostro SL, che si ricongiunge al Verde-Azzurro dopo poche centinaia di metri, e riprendiamo a salire su asfalto prima e su incementato poi fino alle poche case di Castagnolo.
Lasciamo nuovamente il SVA e prendiamo il 641 che risale nel bosco.
Qua abbandoniamo la provincia di La Spezia, che ci ha ospitato nelle prime cinque tappe e 3/4 della sesta, ed entriamo in quella di Genova.
La salita finisce al bivio di San Pantaleo, dove incrociamo ancora il Verde-Azzurro, che riprendiamo per l'ennesima volta.
Scendiamo al piccolo borgo di Lemeglio e da qua, con brevi tratti di asfalto e passaggio pedonali, arriviamo al municipio di Moneglia, nostra meta per oggi.

Commenti

    You can or this trail