Tempo  6 ore 17 minuti

Coordinate 2522

Uploaded 14 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

-
-
310 m
-16 m
0
4,5
9,0
18,08 km

Visto 363 volte, scaricato 6 volte

vicino Vado Ligure, Liguria (Italia)

Sabato 10 febbraio riprendiamo il SL per una 3 giorni, approfittado delle vacanze di carnevale di mia moglie.
L'ultima volta eravamo arrivati, con la tappa 16, ad Albissola Marina e (visto che il Sentiero Liguria fa saltare a piè pari Savona) ripartiamo con la tappa 18 alla periferia ovest di Vado Ligure, precisamente all'altezza del supermercato Gulliver.
E la tappa 17?
Forse per scaramanzia, quelli del SL hanno deciso che doveva essere il trasferimento in autobus o treno da Albissola a Vado. Per cui una frazione...fantasma!
Comunque...si parte.
Dopo una decina di metri lungo la SS1 giriamo a destra sotto un cavalcavia, dove compaiono i segnavia SL/triangolo rosso.
Pochi metri e subito a sinistra, passando oltre una sbarra e continuando per stradina asfaltata che sale verso il Forte San Giacomo.
Arrivati al forte una ripida scalinata ne risale il lato destro, poi il sentiero piega a destra diventando una traccia tra arbusti. Risaliamo per tracce incerte un ripido costone fino a ritrovare un sentiero propriamente detto che, con meno pendenza, passa dai ruderi del Forte Santo Stefano e conduce in una piccola radura panoramica con alcune antenne.
Qua una carrozzabile in piano ci porta al Forte San Sebastiano ed ad un incrocio.
Seguendo i segnavia SL/triangolo rosso proseguiamo dritti in salita se sentiero in mezzo ai sugheri.
Attraversato un asfalto continuiamo su salita più accentuata fino ai resti del Forte Sant'Elena, oggi punto di decollo per gli amanti del parapendio.
Proseguiamo su carrozzabile in leggera discesa fino all'altezza di due case isolate, dove svoltiamo a destra (segnavia SL/triangolo rosso) su sentierino piuttosto ripido che risale il Monte Sant'Elena (o Castellaro). Arrivati in cima abbandoniamo il "triangolo rosso" e proseguiamo dritti (segnavia SL) su un breve tratto di discesa che incrocia una carrozzabile nel punto in cui è stato posto un cippo commemorativo.
Continuiamo sulla carrozzabile (segnavia SL/tre pallini rossi) sino ad arrivare ad una cava abbandonata, poi su sentiero che scende serpeggiando fino alla crocevia di Gola di Sant'Elena.
Prendiamo la sinistra e cominciamo a scendere su comodo sentiero a mezza costa, che passa sotto il Monte Mao e regala splendide viste.
Il sentiero diventa l'asfalto di Via Antica Romana nei pressi delle prime case di Spotorno, continuando a scendere fino ad incrociare Via Berninzoni.
Col sottopasso pedonale passiamo l'Aurelia ed arriviamo in Piazza Martiri della Libertà. Da qua proseguiamo per Via XXV Aprile, Via Cavour, deviamo sul lungomare, Via Sarra, Via Rustia.
Passata la rotonda che porta allo svincolo autostradale, proseguiamo per una decina di metri prima di svoltare a destra (cartello "Casa al Mare dell'Incoronata).
Qua comincia la Antica Strada Noli - Spotorno (segnavia SL/4 giallo) che dapprima in asfalto e poi su selciato, scavalla tra ulivi e villette il piccolo capo tra Spotorno e Noli.
Arriviamo a Noli passando dall'imponente Palazzo Vescovado e guadagniamo subito il lungomare.
A questo punto, sulla carta, la tappa finirebbe qua.
Noi però proseguiamo, decisi ad arrivare a Varigotti.
Finito il lungomare, deviamo in Via 25 Aprile e cominciamo a salire, prima a gradini e poi su sentiero (segnavia SL/Sentiero del Pellegrino) guadagnano rapidamente quota e passando per i ruderi di varie chiese.
Ignoriamo la deviazione per la Grotta dei Falsari (già visitata) e proseguiamo fino a Capo Noli/Semaforo, sede di una casera dei carabinieri.
Proseguiamo seguendo le indicazioni SL/Varigotti prima in piano e poi su sconnessa discesa (ma con spettacolari scorsi sulla Baia dei Saraceni) fino all'abitato di Varigotti.
Un breve tratto di lungomare e svoltiamo a destra su Strada di Isasco, che dopo un tratto di asfalto diventa acciottolato che sale deciso (anche troppo, dopo una bella porzione di "panissa"!) tra belle villette fino ad un bivio.
Qua lasciamo il Sentiero Liguria e, dopo un centinaio di metri, arriviamo al B&B La Casa del Leccio, nostro appoggio di oggi per la notte.
Il Forte San Giacomo
Risalita sul costone
Arrivo al Forte Sant'Elena
Vista su Spotorno e, più avanti, su Capo Noli
L'inizio della vecchia strada Noli - Spotorno
Vista
Palazzo Vescovado
Vista su Noli e Spotorno dalla salita per il Semaforo
Capo Noli, Semaforo
Vista sulla Baia dei Saraceni
Dediche ai marinai
Strada per Isasco
B&B La Casa del Leccio

Commenti

    You can or this trail