Tempo  6 ore 22 minuti

Coordinate 1196

Uploaded 26 aprile 2015

Recorded aprile 2015

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
1.015 m
447 m
0
2,4
4,8
9,6 km

Visto 135073 volte, scaricato 77 volte

vicino Licenza, Lazio (Italia)

Il "Sentiero delľ Acqua", nel parco regionale dei Monti Lucretili, è un percorso facile, non impegnativo ed affascinante al tempo stesso, a differenza di due anni fa quando non siamo riusciti a chiudere l'anello a causa della mancanza di segnali sul tragitto e della presenza praticamente infestante di rovi e rami di alberi caduti. Abbiamo incontrato due ragazzi che stavano pulendo il sentiero, tagliando rami e rovi che ostruivano il passaggio e ci hanno detto che lo facevano per permettere alle loro vacche di passare e raggiungere i pascoli sulle cime, inoltre c'erano anche i "bolli rossi" apposti dai guardiaparco per segnalare il sentiero, mancanti nel 2013. L'ultima parte del sentiero, vicino alla provinciale è stata percorsa alla ricerca della villa di Orazio, rinunciandoci per andarci poi con la macchina: grossa delusione in quanto la domenica il sito archeologico è chiuso.
Fosso le chiuse

7 commenti

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 13-dic-2015

    I have followed this trail  View more

    Abbiamo seguito la traccia con il GPS con grandi difficoltà a dicembre 2015. Alcune volte il sentiero non è segnato e ci si perde con estrema facilità. I tratti più brutti presso colle cormazzani e fosso gattaceca che quasi ci impedivano di chiudere l'anello con il rischio di rimanere nella montagna dopo il tramonto.
    La presenza di numerosi cinghiali ci hanno spaventato, a volte presenti anche in branco.
    Mappa OSM: http://osm.org/go/xcdZOWlt--?way=161279897

  • Foto di giuseppe.mari

    giuseppe.mari 14-dic-2015

    Aggiungo, a mio modesto parere, che il percorso NON può essere classificato facile e non impegnativo per le enormi difficoltà riscontrate e la totale assenza di indicazioni e segnaletica sul territorio

  • Foto di Callico

    Callico 14-dic-2015

    Mi dispiace vhe non abbiate avuto la nostra stessa fortuna di trovare un sentiero pulito ed agibile, forse, da allora, la manutenzione è stata trascurata. Comunque i bolli rossi c'erano, forse ora nascosti dalla vegetazione. Noi avevamo comunque la traccia gps.
    P.S.: di cinghiali neanche ľombra, solo tracce di grufolamenti...

  • Foto di marco-car

    marco-car 20-gen-2016

    Ciao entrambi
    ero tornato sul tracciato proprio per vedere se ci fossero novità e la discussione mi ha stupito: abbiamo provato a fare il percorso fine novembre. Confermo che il percorso non è nè ben tracciato nè pulito. Inoltre anche noi abbiamo incontrato dei cinghiali, non so se fossero in branco ma sicuramente era più di uno, la cosa ci ha spaventati anche noi e siamo tornati indietro.
    Mi dispiace perchè dalle foto sembra molto bello e avremmo voluto farlo, spero che ripuliscano il tracciato, ma per i cinghiali credo ci sia poco da fare, anche perchè la zona è riserva: si vede che ce ne sono molti perchè praticamente ovunque è pieno di tracce di grufolamenti.

  • MarinaFrancesca 15-feb-2016

    Ciao a tutti, innanzi tutto desidero ringraziarvi per la traccia e per i commenti. Attirata dalle foto e dalla descrizione del sentiero, indicato come facile, avevo progettato di percorrerlo. Sabato scorso mentre eravamo in auto verso Licenza, ho letto gli ultimi commenti poco incoraggianti, ma ormai eravamo per strada e ci siamo detti: alle brutte si torna indietro! Abbiamo percorso il sentiero fino al pianoro a quota 950 m, stando sempre attenti a non perdere le tracce rosse lungo il percorso, senza incontrare grosse difficoltà, a parte i 600 metri di dislivello in poco più di 3 km (e fortunatamente neanche cinghiali!), per poi tornare indietro sulla stessa strada dell'andata. Forse in questo periodo c'è ancora troppo fango, però io ho trovato questo sentiero veramente splendido, poco battuto e per questo incontaminato (quasi nulla della sporcizia che si trova sui sentieri più frequentati), perciò ci tenevo a condividere la nostra esperienza positiva. Spero di tornare sul percorso verso aprile-maggio, per rivederlo con le ginestre fiorite e con tutta la vegetazione primaverile, e soprattutto per concludere l'anello.

  • kondor87 27-feb-2017

    Ciao a tutti, ho fatto ieri 26/02/2017 il percorso seguendo la traccia gps, devo dire che in alcuni tratti senza il gps ci saremmo persi in quanto in alcuni punti non c' è alcuna segnalazione. A mio avviso non è un percorso impegnativo ma bisogna essere prudenti perchè i cinghiali lungo il percorso ( ne abbiamo visti 2 ma sono scappati ) e l'assenza in parte dei classici bollini rossi lo rendono un po pericoloso.
    In ogni caso ne vale la pena. Anello chiuso in 3 ore circa.
    Saluti.

  • Foto di nicola977

    nicola977 13-mag-2018

    I have followed this trail  verificato  View more

    Il sentiero spesso è nascosto dai rovi e dalla sterpaglie e non è tracciato molto bene. Nel complesso la passeggiata è molto bella e la vorrei rifare , magari con piccole variazioni di sentiero ( ad esempio eviterei il tratto Cornazzani- Fosso della vena Scritta , perché si cammina per un bel pezzo dentro un fosso senza vie di fuga e con la vegetazione che fa da muro tutt'intorno ). Bellissimo il tratto lungo i corsi d'acqua. Poco panoramico ( forse per nulla) ma tutto il resto compensa. Portatevi dietro un machete!!!

You can or this trail