-
-
586 m
434 m
0
1,9
3,8
7,68 km

Visto 104 volte, scaricato 4 volte

vicino Nocelle, Campania (Italia)

Considerato uno dei sentieri più belli al mondo, chiamato cosí perchè secondo la mitologia greca gli Dei lo percorsero per venire in aiuto a Ulisse, rapito dal canto delle Sirene.
Da fare tutto l’anno ma specialmente in primavera, quando gli odori della macchia mediterranea sono inebrianti, unita alla vista paradisiaca.

Questa è una variante del sentiero “basso” rispetto all’”alta via dei Monti Lattari”. Fatto in una calda giornata soleggiata di fine inverno, partendo da Nocelle e ritorno dopo pranzo a sacco su uno dei punti pic-nic lungo il tragitto.
Ho soggiornato presso una casa vacanze molto carina nella frazione di Nocelle sopra Positano, proprio all’inizio del sentiero e consigliatissima.

‪https://m.casevacanza.it/campania/positano/casa-le-volte-199368‬

https://www.tripadvisor.it/VacationRentalReview-g1996592-d4750724-Casa_Le_volte-Montepertuso_Positano_Amalfi_Coast_Province_of_Salerno_Campania.html

Chiunque può affrontare il Sentiero degli Dei senza alcun pericolo! La strada è abbastanza larga e i tratti boschivi e alla scoperto si alternano in continuazione dandovi conforto dal caldo che, soprattutto d’estate, sentirete eccome. Va poi considerata la brevità della via, non occorrono infatti più di 4 ore per scendere a Positano ed è quindi fattibilissimo ad ogni età o in particolari situazioni. Magari se soffrite di vertigini può essere complicato, ma non credo così determinante in tutta onestà.

Unica accortezza è portarsi una buona scorta d’acqua e un buon paio di scarpe. Io indossavo i miei scarponi da trekking che mi avevano portato fortuna sul Cammino di Santiago ma anche delle scarpe da ginnastica di ottima qualità possono bastare. Se optate per dei sandali, che siano da trekking!

Il percorso è poetico, difficile definirlo in altro modo. Il continuo contrasto acceso fra il verde della fauna mediterranea e il blu intenso della costiera ci accompagna per ore senza mai, e dico mai, stancare. L’odore delle erbe, dei fiori, le strutture vinicole a pochi passi e qualche anziano che ancora vive fra quelle lande che sembrano essere state racchiuse in una teca per essere ammirate. Positano che appare e scompare, di tanto in tanto soltanto intravista nelle scie delle imbarcazioni che la salutano, e che di punto in bianco si avvicina sempre più. Questo Sentiero degli Dei non diventa banale mai neppure per un secondo, è come un amore intenso.

Commenti

    You can or this trail