Tempo  8 ore 42 minuti

Coordinate 5019

Caricato 2 maggio 2018

Recorded aprile 2018

-
-
557 m
199 m
0
7,8
16
31,22 km

Visto 287 volte, scaricato 14 volte

vicino Montechiaro Piana, Piemonte (Italia)

L'anello di Montechiaro (o Sentiero dei Calanchi di Montechiaro, come era chiamato fino a qualche anno fa) è un itinerario che ci porta in una zona di Alto Monferrato caratterizzata dai calanchi e da una natura ancora poco o per nulla antropizzata.
E' anche una delle "classiche" sempre a calendario del CAI di Acqui Terme, solitamente programmata per la prima domenica di Maggio.

Non starò a dilungarmi sul racconto del giro, potete trovare una relazione molto dettagliata dell'itinerario sul sito del Catasto Sentieri Provincia di Alessandria.

Nei waypoint (oltre alle solite foto) ho voluto evidenziare tre cose:
1) Le due lunghe zone di guadi, la prima sul Rio Torba, la seconda sul Rio Rabbioso.
Nel momento in cui abbiamo percorso l'itinerario, l'acqua non superava mai i 10 cm...ma sono davvero tanti (soprattutto nel primo tratto) ed è stato inevitabile bagnarsi. Finita la prima zona guadi ci siamo fermati un quarto d'ora al sole per far sgocciolare le scarpe (tipo trail running) ed abbiamo proseguito per quasi metà giro con le calze appese agli zaini per farle asciugare.

2) La ripida discesa che porta alla seconda zona guadi, resa infida da un fondo sassoso e sciolto. Mia moglie è caduta (senza danni) mentre io ho rischiato di fare la stessa fine almeno un paio di volte. Prestare attenzione.

3) Intorno al km 24,8 il percorso effettivo varia notevolmente rispetto alla traccia gps scaricabile dal Catasto Sentieri, spiego meglio nel waypoint.

Segnaletica ottima.
Percorso il 30 Aprile 2018, giornata non eccessivamente calda e piacevolmente ventilata.

Morale: un gran bel giro in ambientazioni sempre varie e mai monotone, da fare almeno una volta!
Un tratto del percorso
Cascinale abbandonato lungo il sentiero
Calanchi
Uno degli innumerevoli guadini sul Rio Torbo
Passaggio nella frazione di Scagliola
Punto panoramico
Passaggio nella frazione abbandonata di Albareta
Un tratto del percorso
Un tratto del percorso
Inizio della salita per Punta Marelli
Avvicinamento a Punta Marelli
Punta Marelli
Calanchi
Il tratto di discesa su ciottoli smossi, prestare attenzione
Uno degli attraversamenti nella seconda zona guadi
In questo punto, al km 24,8, il percorso segnato (in rosa) comincia a divergere dalla traccia (in blu) scaricabile dal Catasto Sentiero Provincia di Alessandria: la svolta indicata nella traccia gps è chiusa da una bandella ed i segnavia invitano a proseguire dritto. Si scende in valle fino al passare il Rio Plissone (asciutto), si sale e si ridiscende nuovamente nel fondovalle. Qua bisogna un po' cercare il percorso (l'unico punto dove la segnaletica pecca un poco) che fa risalire la ripida cresta di un calanco ed immette in un boschetto. E' un tratto dove occorre un po' di attenzione per non smarrire la via: non si va su sentiero ma per tracce e un po' a naso, cercando sempre con lo sguardo le successive tacche bianco-rosse sui tronchi degli alberi. Passato questo tratto "incerto", si sbuca su vecchia carrozzabile che risale fino alla provinciale dove, dopo alcune centinai di metri, ci si ricongiunge la traccia gps del Catasto.
Discesa nel fondovalle
Il ripido calanco da risalire
Il sentierino che risale verso Montechiaro Alto
Arrivo ai ruderi del Castello di Montechiaro Alto
Scorcio di Montechiaro Alto
Un tratto del percorso
Arrivo a Montechiaro Piana

Commenti

    You can or this trail