Tempo in movimento  3 ore 59 minuti

Tempo  6 ore 35 minuti

Coordinate 2826

Caricato 8 febbraio 2020

Recorded febbraio 2020

-
-
844 m
490 m
0
5,8
12
23,3 km

Visto 12 volte, scaricato 3 volte

vicino Urzulei, Sardegna (Italia)

Percorso di Media difficoltà tecnica che si è sviluppato lungo sentieri labili o del tutto assenti. Il percorso è sempre in forte pendenza, sia in salita che in discesa.
Abbiamo perso un po’ di tempo per individuare la scala fustes che porta all’interno del rio Flumineddu. Per individuarla è stato necessario percorre a vista lecceta, tenendosi sempre ai bordi del citato rio, quindi non nei pressi della parete falesia. Raggiunto l’alveo si è reso necessario percorrerlo, sulla sua parte destra, sino ad intercettare il punto di risalita alla cengia su Undalinu.
Raggiunta la cengia, l’abbiamo per tutta la sua lunghezza, sino ad intercettare il punto di risalita per il pianoro di Presethu Tortu, dove è presente un gruppo di piccoli pinnetti.
Dai pinnetti ci siamo spostati lungo il sentiero segnato in bianco e rosso, prestando particolare attenzione ad individuare individuare sulla sinistra il punto d’accesso, non troppo visibile, che conduce al nuraghe Mereu. Il pezzo di sentiero che abbiamo percorso oltre il punto di accesso è stato fatto per raggiungere Cuile Mereu, ma per questioni di tempo abbiamo deciso di rinunciare e di tornare indietro con l’intenzione di visitare le mandrie che si trovano seguendo il canale. Ma anche qui, nonostante avessi percorso un bel pezzo del canale, soprattutto a causa della vegetazione fortemente presente e che non ne ha consentito un agevole passaggio, siamo dovuti tornare indietro sui nostri passi. Raggiunto e visitato, quindi il nuraghe Mereu siamo tornati, poi, indietro sino a raggiungere il sentiero di andata. Lungo il percorso, dopo alcune centinaia di metri di inizio dal punto che da origine all’anello, ed esattamente sulla sua parte sinistra, nascosto dalla lecceta in un colle, si trova il nuraghe Gorroppu, che abbiamo visitato per poi tornare sui nostri passi.
Disceso, poi, nel sentiero principale sino a percorrerlo sino all’alveo del fiume per poi continuare a percorrerlo sulla sua destra sino a raggiungere Sa Giuntura.
Abbiamo continuato percorrendo l’alveo del fiume Flumineddu sino a raggiungere l’anfiteatro, prima, e subito dopo la cascatella.
Tenendo la parte destra dell’alveo sino ad intersecare il sentiero in costante risalita che percorre la stretta cresta che separa il Rio Flumineddu dal Rio Orbisi. Raggiunto il punto di inizio dell’anello, ci siamo immessi sul sentiero a sinistra, direzione Pischina Urtaddala. Per tornare indietro abbiamo tagliato percorrendo a vista la parte sinistra della montagna, sino ad intersecare il sentiero ufficiale, prima, e il punto di partenza (pinnettu di Sedda Ar Bacas), poi.
La traccia presenta diversi riverberi del segnale.
Buoni passi a tutti
fotografia

Sedda Ar Bacas

fotografia

Campu Sa Carcara

fotografia

A sinistra

fotografia

Proseguire a destra

fotografia

Ghenna ‘è Cogina. Proseguire a sinistra

fotografia

Anfratto Carsico

fotografia

Cengia Su Undalinu

fotografia

Scala Fustes

fotografia

Alveo Flumineddu

fotografia

Cengia Su Undalinu

fotografia

Foto

fotografia

Arrampicatina

fotografia

Pinnetti di Presethu Tortu

fotografia

Nuraghe Mereu. Vista gola di Gorroppu

fotografia

Nuraghe de Gorroppu

fotografia

Udulu

fotografia

Sa Giuntura

fotografia

Sa Giuntura

fotografia

Rio Urbisi

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Rio Urbisi

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Foto

fotografia

Anfratto carsico

fotografia

Pischina Urtaddala

fotografia

Muretto a secco

fotografia

Tomba dei Giganti. (Località Campu Sa Carrara)

fotografia

Tasso millenario

fotografia

Pinnettu Sedda Ar Bacas

Commenti

    You can or this trail