-
-
1.325 m
617 m
0
1,9
3,7
7,42 km

Visto 731 volte, scaricato 2 volte

vicino Colzate, Lombardia (Italia)

Si lascia la macchina al santuario di San Patrizio, con am­pia vista sulla Val Seriana e sulla Val Gandino (625 m). Si continua per la strada asfaltata fino ad incontrare, sulla sini­stra, una scalinata che porta ad una santella dietro la quale sul­la sinistra inizia un sentiero che sale in bosco e, dopo aver ta­gliato la strada asfaltata raggiunge la località Rezzo. Dopo pochi metri, sulla strada asfaltata, una carrareccia (sempre segnalata) riprende a salire sulla sinistra, attraversando pascoli e cascine e, poco dopo, si trasforma in mulattiera ed entra in bosco.
Dopo un tratto pianeggiante si sale fino ad un ampio pianoro (da cui si gode una bella vista sulla Presolana e sui monti della Val Canale). Superata una vecchia cascina, il sentiero diventa carrareccia e costeggia i prati e le cascine di Unì. Ignorato il primo bivio per il monte Cavlera, si prosegue in pia­no fino a raggiungere un successivo bivio dove, sulla sinistra, si stacca un sentiero (518) che sale fino a raggiungere le tre baite del pianoro di Oretel . Si attraversa la carrareccia e si prende il sentiero che, per prati, si dirige verso un bosco di faggi, dove entra in prossimità di una grande cascina bianca.il sentiero sale, sempre in bosco, fino a raggiungere in una ventina di minuti il bel roccolo Messina (1175 m). Si costeggia sulla sinistra il roccolo e al bivio, subito dopo una bre­ve scalinata, si prende a destra percorrendo tra abeti e faggi il versante nord della cima della Tisa, prima in piano poi in salita, fino a raggiungere una sella nei pressi di una piccola costruzio­ne. Qui si svolta decisamente a sinistra e in breve tempo si gua­dagna la visibile croce della cima. Il panorama, molto ampio, spazia dalla pianura ai monti della valle del Riso e della Valle Seriana, con di fronte i mas­sicci dell’Alben e dell’Arera. Si scende a valle, direzione baite di Cavlera e poi sulla carrareccia si gira a sinistra fino a ritrovarsi di nuovo al roccolo messina.

Commenti

    You can or this trail