Scarica

Distanza

19,6 km

Dislivello positivo

957 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

957 m

Altitudine massima

1.268 m

Trailrank

40

Altitudine minima

368 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo

7 ore 11 minuti

Coordinate

1723

Caricato

11 maggio 2019

Registrato

maggio 2019
Lascia il primo applauso
3 commenti
Condividi
-
-
1.268 m
368 m
19,6 km

Visualizzato 362 volte, scaricato 8 volte

vicino a Piedimonte, Lazio (Italia)

Salita effettuata 11 maggio 2019 con Federico M e il cane Dalì. idea è di percorrere il 318 -318 A -319 - 319 A in senso orario (vedi cartina allegata). Non avevo fatto mai il 318 e allego descrizione sentiero ben fatta del parco. Per il percorso dal pratone, cima e direttissima è normalmente noto (noi abbiamo percorso il 305 e non il 318 A come previsto, ciò perché una volta giunti al pratone ci siamo incamminati distrattamente per il noto sentiero di salita, la prossima volta tenteremo il mai fatto 318 A). La prima parte della traccia A/R fino al primo waypoint-scultura non è buona perché erroneamente abbiamo parcheggiato nella parte alta del gruppo di abitazioni. In realtà è meglio seguire la descrizione del sentiero che allego e raggiungere la scultura per il rettilineo suggerito. Alla scultura si può arrivare anche in auto ed è il punto al quale si può tornare chiudendo l'anello risparmiandosi un po' di salita. Nell'ultimo tratto nel percorrere il 319/A (che non avevo mai percorso) abbiamo lasciato il sentiero in corrispondenza di una apertura della staccionata per discendere verso le prime case e raggiungere la scultura. Il sentiero 319/A forse è meglio ma percorrerlo per intero richiede una risalita, ma forse è più gradevole.
Note:
la scultura fa parte di una serie di sculture disposte lungo una strada bianca che sale alle rovine di Castiglione. https://www.salutepiu.info/palombara-sabina-percorso-darte-castiglione/
Durante il percorso della Via di Casoli (si tratta di un percorso che passa attraverso proprietà private, grandi tenute ad uliveti) c'erano una paio di cartelli che segnalavano la presenza di bocconi avvelenati.
Waypoint

MONUMENTO STERRATA

Waypoint

ARRIVO AL TORRENTE

Si arriva ad un certo punto al torrente, dove inizia il vero e proprio sentiero.
Waypoint

CAPTAZIONE ACQUA

Presa sorgenti di Capodacqua da cui si percorre un breve tratto di sterrata bianca di servizio per manutenzione.
Waypoint

Cartello

Dopo un breve tratto di sterrata la si lascia per prendere il sentiero che percorre il bosco di faggi fino al pratone.
Waypoint

RUDERE

Uno stazzo che si incontra lungo la salita nel bosco
Waypoint

USCITA PRATONE

Noi abbamo impiegato 3 ore e 15. foto scattata in corrispondenza dell'inizio della salita. un bel vialetto di sassi indica il percorso verso l'ingresso nel bosco.
Waypoint

319 A DEVIAZIONE

Lasciamo il 319/A per tornare alla scultura per mulattiere e sterrate.

3 commenti

  • Foto di silvia berti

    silvia berti 8 dic 2020

    bellissimo percorso ! il 318 A è molto scomodo "schiene degli asini " pietraia infinita" scomoda e "fratte " lucretiliane ;) fatto una volta lo eviti accuratamente in futuro ma a me è piaciuto :)

  • Foto di claudio.digennaro

    claudio.digennaro 8 dic 2020

    Mi fa piacere che ti sia piaciuto. Hai fatto il 318A per la prima volta? A parte il fondo sassoso, è segnato e si segue facilmente come segnaletica?

  • Foto di silvia berti

    silvia berti 9 dic 2020

    insomma i segni quando lo feci io non c'erano puo darsi ora si han risegnato ma quello li ti devi regolare un po da solo ma ripeto bello si ma scomodo e salita al gennaro piu ripida un a volta si puo fare :)

Puoi o a questo percorso