Tempo  7 ore 17 minuti

Coordinate 961

Uploaded 8 settembre 2015

Recorded settembre 2015

-
-
692 m
455 m
0
5,0
10
20,02 km

Visto 768 volte, scaricato 15 volte

vicino Barzotti, Umbria (Italia)

Per cercare di compiere un giro ad anello non troppo lungo, ad un certo punto ho lasciato il sentiero segnato, passando per il crinale di Monte Roncino e a seguire il fondovalle. Tener presente quindi, che dal km. 10 al km. 12,5 di questo tracciato, il sentiero, seppur presente sulle mappe catastali, come anche quelle IGM, era invaso dalla vegetazione, quindi poco agibile, soprattutto l'ultimo tratto, comunque percorribile. Pertanto, per chi non desidera questo genere di percorso lo si sconsiglia, a meno che non operi una variante in quel tratto.
Per il resto, quasi tutto tracciato CAI e/o sentieri Francescani, con continue salite e discese, e buon accumulo di dislivelli.
I sentieri segnati del bosco sono molto gradevoli, un po' meno i tratti asfaltati, anche se sempre molto panoramici.
Si alternano vari tipi di Boschi, con guadi su piccoli ruscelli e risalite su crinali soleggiati.
Fare attenzione a non invadere i prati in presenza di pecore: cartelli ovunque mettono in guardia dai Cani Pastore. Questa zona è caratterizzate da una intensa attività pastorizia.
Il percorso incontra Chiese, antichi casolari e ruderi.
Notevole l'antica Pieve di Saddi in cui opera anche un Ostello.
Una fontana con angolo relax la si trova alla partenza e altra fontana a Pieve di Saddi.



Nome: S. Martino di Candeggio, Palazzo del Riccio, Pieve di Saddi, M. Roncino, S. Andrea di Confornano


Orario inizio: 09/08/2015 08:25

Orario fine: 09/08/2015 15:43

Distanza: 20,02km (07:17)

Tempo movimento: 05:00

Velocità media: 2,7km/h

Velocità media mov.: 4km/h

Altitudine minima: 455m

Altitudine massima: 692m

Velocità di salita: 177,5m/h

Velocità di discesa: -168,3m/h

Dislivello positivo: 917m

Perdita di elevazione: -917m

Tempo di salita: 03:18

Tempo di discesa: 03:32


qui ho abbandonato i sentieri segnati, girando a sinistra. Lo scopo era quello di accorciare il giro ad anello, ma anche scoprire sentieri inusuali. Ho percorso quindi un bel crinale immerso in un bosco.
questo sentiero che scende è maggiormente ostruito del precedente ma percorribile. Fare attenzione a girare a sinistra in prossimità del fosso.
per guadare il fosso bisogna trovare il punto giusto causa ostruzione di grandi quantità di frasche delle potature del bosco, riversate sul torrente.
Madonna della Serra
arrivato qui ci sono tre vie: una a destra che fiancheggia un campo, una dritta e una poco visibile che scende a sinistra. Ho preso a sinistra. Si tratta di un largo antico sentiero, al momento invaso da vegetazione ma percorribile. L'ultimo tratto, in cui si gira a destra, per scendere verso il fosso è ancora più ostruito, comunque percorribile e prima di guadare il fosso bisogna trovare il punto giusto per non finire tra le sterpaglie e le frasche delle potature del bosco riversate sul torrente.
attenzione, proprietà privata
per evitare asfalto

Commenti

    You can or this trail