Tempo  6 ore 40 minuti

Coordinate 1720

Uploaded 15 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

-
-
572 m
283 m
0
4,5
9,0
18,07 km

Visto 176 volte, scaricato 9 volte

vicino Palazzetto, Toscana (Italia)

Effettuata il: merc. 14-2-18
Part. e arrivo: Montesiepi, parcheggio cimitero sottostante
Perc. Auto da Firenze: Raccordo FI-SI uscita Colle Val d’Elsa Sud
Percorso tipo: E
Dati GPS rilevati: Ore 6,30 km 18 disliv. m 530

DESCRIZIONE

Si parte dalla cappella di San Galgano a Montesiepi, che fu costruita nel 1185 nel luogo dove il nobile cavaliere Galgano Guidotti visse da eremita fino alla sua morte nel 1181. Nel Trecento l’edificio fu ingrandito con l’aggiunta dell’atrio, delle cappelle laterali e con la costruzione della parte superiore del tamburo cilindrico.
All’interno si trova il masso in cui è conficcata la spada che San Galgano utilizzava come croce quando pregava, dopo aver abbandonato la vita dissoluta, come è scritto in un libro del nonno del nostro Stefano S. (Giuseppe Seniori Costantini) in cui è descritta la vita del Santo secondo quanto viene riportato da documenti, biografie e codici antichi.
Il libro fu stampato a cura della “Compagnia di San Galgano” nel 1904 (III edizione) e stando a quello che c'è scritto la stampa fu fatta a Prato, dove l’Autore era maestro di scuola. E’ un libro di circa 200 pagine, di piccolo formato.
Si scende quindi all’abbazia cistercense di San Galgano caratterizzata dalla mancanza del tetto, che essendo stato fatto di piombo, fu venduto da un abate commendatario alla metà del Cinquecento. Si segue quindi il percorso che conduce a Palazzetto, piccolo borgo situato sulla strada che porta a Massa Marittima. Si prosegue poi attraverso la campagna incominciando la salita verso Chiusdino, il cui abitato era un tempo cinto da mura. Oggi si conservano solo pochi resti tra cui una porta di accesso.
Si prosegue quindi in discesa verso il santuario della Madonna delle Grazie, edificio che risale nel suo aspetto attuale all’inizio del Seicento e la cui costruzione fu dovuta secondo la tradizione ad un’apparizione della Madonna nel secolo XV.
Si prosegue per circa due chilometri sulla strada asfaltata percorsa fino ad ora praticamente con assenza di traffico. Poco oltre località Il Poderino si svolta a destra su una strada bianca fino ad arrivare al punto in cui siamo passati la mattina. Fatte poche centinaia di metri si può proseguire diritti verso Palazzotto facendo il percorso della mattina, oppure, come abbiamo fatto noi, si svolta a sinistra su una strada bianca che più avanti diventa sentiero e ci porta ad una capanna col solo tetto in mezzo alla campagna.
Qui non dobbiamo proseguire sulla comoda strada bianca, ma svoltare a destra su un sentiero al bordo di un campo e scendere in un fosso dal facile guado.
A questo punto troviamo dei segni bianco-rossi che, essendo in mezzo a un bosco ci fanno molto comodo per non perdere il percorso da tenere. Quindi sempre osservando i segni bianco-rossi arriviamo sulla strada che arriva da Siena e va verso Massa Marittima. La attraversiamo e imboccando una strada bianca arriviamo al parcheggio del cimitero sotto Montesiepi dove abbiamo lasciato le auto.

Commenti

    You can or this trail