Scarica

Distanza

11,14 km

Dislivello positivo

454 m

Difficoltà tecnica

Medio

Dislivello negativo

454 m

Altitudine massima

1.644 m

Trailrank

64

Altitudine minima

1.343 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

2 ore 31 minuti

Tempo

3 ore 13 minuti

Coordinate

1871

Caricato

2 giugno 2021

Registrato

giugno 2021
Condividi
-
-
1.644 m
1.343 m
11,14 km

Visualizzato 202 volte, scaricato 5 volte

vicino a Bocca della Selva, Campania (Italia)

Si parte dal Rifugio Valle Santa Maria (sempre chiuso) (1390 m slm), ai piedi del Monte Orso. Percorso non particolarmente difficile, abbastanza segnato, cosa rara sul Matese, e bisogna tenersi sempre a destra in alcuni bivi che si incrociano, e bisogna però essere un minimo allenanti, come del resto chi si cimenta nel trekking. Soprattutto nella seconda parte, dopo il Pianellone. Altrimenti si può arrivare soltanto fino al belvedere dopo il Pianellone e tornare indietro senza arrivare al Piano della corte, dove si può arrivare anche in auto continuando la strada provinciale 106, quella appunto dove si è parcheggiato, davanti al rifugio Valle Santa Maria. Nel tratto iniziale, dopo il Rifugio CAI "Monte Orso", (sempre chiuso) al raggiungimento del bivio dove c'è la tabella con le direzioni e i tempi, volevo raggiungere la "grotta dell'orso", distante, a scritta del cartello, 15 minuti. Ma dato che intrapreso il sentiero, a vari bivi incontrati pochissimo dopo, non c'erano ovviamente più indicazioni, ho rinunciato e sono tornato al bivio iniziale in direzione Pianellone-Piano della corte. (148-13H). Al Pianellone, poco distante, si può vedere un bel panorama, e in primavera, con numerose fioriture, soprattutto di orchidee selvatiche. Attenzione soltanto se si hanno bambini e animali al seguito per due costruzioni ben visibili e al di fuori del sentiero segnato, per il raccoglimento di acqua piovana-neve, dove ci sono due pozzi profondi. Arrivati al belvedere (1.450 m slm) dopo il Pianellone, si gode di una vista mozzafiato, dove si vede il lago del Matese sotto i piedi, e in giornate con aria pulita si può vedere anche Capri e Ischia, e anche con un po' di umidità si può vedere comunque il Vesuvio etcc. Anche qui particolarmente numerose in primavera avanzata, le orchidee selvatiche. Dal belvedere del Pianellone c'è la parte più impegnativa, fortunatamente e incredibilmente, segnata bene, un evento più unico che raro sul Matese. Dove raggiungere Piano della corte, percorso non particolarmente lungo ma con un buon dislivello di 200 m. Al Piano della corte (1650 m slm) si giunge al belvedere famoso, ai piedi della Gallinola,con vista simile al precedente belvedere.
Foto

Foto

Punto informativo

Punto informativo

Foto

Foto

Intersezione

Tenersi a destra

Foto

Rifugio CAI 'Monte Orso'

Punto informativo

Punto informativo

Intersezione

Tenersi sempre a destra

Intersezione

Tenersi sempre a destra

Punto informativo

Punto informativo

Punto informativo

Punto informativo

Foto

Foto

Flora

Flora

Flora

Flora

Flora

Flora

Foto

Foto

Panorama

Belvedere Pianellone

Flora

Flora

Foto

Foto

Foto

Foto

Flora

Flora

Panorama

Belvedere Piano della Corte

Flora

Flora

Rischio

Pozzo profondo pieno d'acqua

Foto

Foto

Rischio

Pozzo profondo pieno d'acqua

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Foto

Commenti

    Puoi o a questo percorso