Tempo in movimento  2 ore 20 minuti

Tempo  4 ore 45 minuti

Coordinate 2089

Caricato 12 agosto 2019

Recorded agosto 2019

-
-
1.691 m
1.332 m
0
3,2
6,4
12,74 km

Visto 40 volte, scaricato 2 volte

vicino Gavinana, Toscana (Italia)

Partenza dal parcheggio dell'ex Rifugio Pratorsi. Imbocchiamo l'ex pista da sci, fino a raggiungere la Maceglia, crocevia di sentieri e stradelli. Teniamo la sinistra in falsopiano e siamo subito a Pian della Pozza. Punto di sosta attrezzato per picnic e grigliate. Camminando da solo, il silenzio mi fa compagnia e mi permette di incontrare un bel capriolo che rimane immobile ad osservarmi. Il sentiero piega decisamente a dx con una breve discesa. Il percorso è gradevole, con dolci saliscendi, per niente impegnativo, adatto anche alle famiglie. Attraversiamo faggete a non finire, con alcuni esemplari davvero ragguardevoli. Poco prima di inserirsi sul sentiero proveniente da Mandromini, cai 2, direzione Fonte dell'Olio, prima di un tornante a dx in discesa, possiamo osservarne uno eccezionale. Sagomato dal tempo e dagli agenti atmosferici fa bella mostra di sé. Attraverso due radure e ci innestiamo sul CAI 20 (a dx). Oltrepassiamo una zona devastata probabilmente da una slavina, e raggiungiamo la Fonte dell'Olio. E qui iniziano i paesaggi mozzafiato. Siamo nella prateria, ci addentriamo per l'ultima volta nel bosco di faggio che termina quasi subito e pieghiamo decisamente a dx. Attenzione perché per qualche metro il sentiero non è molto visibile. Saliamo rapidamente e incontriamo il sentiero CAI 00. Teniamo la sx, godendo dei paesaggi che ci circondano, arrivando in poco tempo al Passo del Cancellino. Torno indietro e prendo il sentiero con direzione monte Gennaio, ma la curiosità mi fa imboccare una traccia di sentiero sulla sx. Costeggia il monte Uccelliera, in zona chiamata Malacarne, aggirandolo fino a scomparire nel bosco. A questo punto decido di raggiungere la sommità fino a ricongiungermi al sentiero per il monte Gennaio. Anziché andare in vetta, lo aggiro sulla sinistra (CAI 5), passando dalla fonte dell'Uccelliera, scendendo poi al rifugio Porta Franca.
Oggi, con piacere, incontro tante persone che come me amano la montagna e la pace. Una piccola sosta per rifocillarmi e rientro sul crinale tramite il CAI 35, poi 00. All'indicatore dei sentieri, Poggio dei Maladrini, decido di prendere un sentiero non segnato. È quello che si imbocca andando a dritto provenendo dal crinale. Molto interessante. Lungo il percorso ci aiutano i cosiddetti omini di pietra, che ci indicano la strada da seguire. Fate attenzione perché talvolta non sono ben visibili. Troviamo un bivio, e ambedue le direzioni presentano indicazioni con omini. Noi teniamo la dx, scendendo gradualmente. Ci innestiamo sul sentiero proveniente dalla Casetta Pulledrari, un centinaio di metri prima della Maceglia che raggiungiamo prima di arrivare al punto di partenza. Non mi rimane altro che augurarvi una buona passeggiata, e come sempre vi ricordo: meglio trascorrere un'ora nella natura che dieci in palestra.
Alla prossima!

Commenti

    You can or this trail