Difficoltà tecnica   Impegnativo

Tempo  12 ore 51 minuti

Coordinate 1562

Uploaded 10 giugno 2017

Recorded giugno 2017

-
-
2.696 m
1.190 m
0
4,2
8,4
16,79 km

Visto 461 volte, scaricato 4 volte

vicino Prati di Tivo, Abruzzo (Italia)

Prima tappa di due: Prati di Tivo - Picco Pio XI (2.280m) - Conca del Sambuco - Pizzo Intermesoli, antecima nord (2.483m) - Pizzo Intermesoli (2.635m) - Sella dei Grilli - Valle Venacquaro - Bosco di Fonte Novello - Rifugio del Monte presso Prato Selva

Nota percorso: EE, con qualche passaggio di I - Ideato come traversata da Prati di Tivo a Prato Selva e rientro via la Val Maone, toccando tutte le vette principali dei gruppi dell'Intermesoli e del Monte Corvo. Con allenamento ottimo probabilmente fattibile in 2 giornate molto lunghe. Per motivi vari non è stato completato. Si tratta comunque di un percorso vario e panoramico in ambiente a tratti severo e remoto, non tecnico ma, nonostante cioè, assai impegnativo per dislivello e distanza totale.

Nota condizioni: Intrapreso a meta giugno, con cielo parzialmente nuvoloso e temperature non troppo alte. Terreno asciutto con qualche lingua di neve da attraversare.

Tempo impegnato: ca. 13 ore (con lo zaino molto pesante)

Punto di partenza/d'arrivo: da Prati di Tivo a Prato Selva (Rifugio del Monte)

Da Prati di Tivo (1.450m) prendere il sentiero che sale per il Val Maone. Qualche centinaia di metri dopo le cascate del Rio Arno traversare il torrente in un punto opportuno e puntare verso l'evidente canale/ghiaione tra il Picco dei Caprai e le pareti del Picco Pio XI. Man mano che il canale si fa più ripido conviene cercarsi un percorso sull'erba e rocce più grandi. Conviene tenersi sul lato sinistro del canale per poter impiegare la roccia della parete. (Attenzione: E' consigliato portarsi il casco. Le cengie e i canalini sovrastanti sono il regno dei camosci e cadano delle roccette.) Invece di attraversare il ghiaione e scalare verso la crestina sulla sua destra (traccia) conviene seguire il canalone, anche se diventa molto ripido ed erboso. Per raggiungere la cresta bisogna arrampicarsi su roccia estremamente marcia con degli appigli precari e da cercare frugando con le mani nel ginepro. (Sconsigliatissimo e potenzialmente pericoloso!) Il canale e la cresta portano dopo poco ugualmente alla Conca del Sambuco. Da qui si gira a sinistra e sale senza difficoltà il pendio e l'ampia cresta del Picco Pio IX fino in vetta (2.280m). Discesa è per la stessa via fino alla Conca del Sambuco.

Dalla Conca del Sambuco attraversare la morena in direzione nord-ovest e salire diagonalmente verso la cresta. Ad un certo punto si incrocia la via normale per l'antecima dell'Intermesoli. Seguono dei tratti rocciosi (I) fin sotto la vetta (2.483m) con croce metallica.

Scendere di nuovo qualche metro per la via di salita e subito a sinistra verso la lunga cresta che collega l'antecima con la vetta principale che si raggiunge dopo una lunga camminata ma senza difficoltà.

Dalla vetta dell'Intermesoli (2.635m) continuare per qualche metro in direzione sud e seguire la via normale che scende verso la Sella dei Grilli. (Prestare attenzione al terreno sconnesso e ghiaioso.) Raggiunto la sella piegare decisamente a destra, scendere prima per l'ampia valle in direzione della Sella del Corvo e, al punto più basso, piegare di nuovo a destra e seguire il sentiero facilmente riconoscibile per la Valle Venacquaro, tra le impressionanti pareti del Monte Corvo e i pendii ghiaiosi del versante ovest dell'Intermesoli.

Per raggiungere Prato Selva e il Rifugio del Monte ci sono due opzioni:ù
(1) Seguire il sentiero marcato per la Valle Venacquaro. - Nota: Dovuto al danno creato da diverse valanghe il bosco nelle parte bassa della valle questa variante può presentare problemi dell'orientamento. Il sentiero è pressoché irriconoscibile e il progresso tra tronchi spezzati e la vegetazione selvaggia molto faticoso. In caso di dubbio occorre spostarsi il più possibile verso il bordo sinistro della ghiaione. - Raggiunto il fondovalle (Bosco di Fonte Novello) continuare ancora dritto e prendere un sentiero poco segnalato ma abbastanza evidente che sale verso la sinistra fin dove sbuca sulla radura di Prato di Selva nei pressi del Rifugio del Monte.
(2) Lasciare il sentiero all'altezza di un masso enorme sulla sinistra e seguire un percorso segnalato soltanto con qualche ometto di pietra e che attraversa l'impervio versante est del Monte Corvo per pendii ripidi e terreno abbastanza infido. - Nota: Questa variante è molto più corta ma consigliato solo alle persone con passo fermo e un buon senso dell’orientamento.
  • Foto di Inizio percorso per il Val Maone
  • Foto di Prima piccola cascata lungo il sentiero
  • Foto di Nei pressi delle cascate del Rio Arno
  • Foto di Picco Pio XI (2.282m)
Picco Pio XI (2.282m)
  • Foto di Conca del Sambuco
  • Foto di Pizzo Intermesoli - Antecima nord (2.483m)
  • Foto di Pizzo Intermesoli (2.635m)
Pizzo Intermesoli (2.635m)
  • Foto di Sella dei Grilli
Sella dei Grilli
  • Foto di Località Stazzo
  • Foto di Nel bosco di Fonte Novello

Commenti

    You can or this trail