Tempo in movimento  4 ore 31 minuti

Tempo  8 ore 6 minuti

Coordinate 3202

Caricato 22 aprile 2018

Registrato aprile 2018

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
340 m
107 m
0
4,5
9,0
18,07 km

Visualizzato 1497 volte, scaricato 29 volte

vicino a Pomarance, Toscana (Italia)

Il giro ricalca quasi totalmente quello pubblicato da Ciano7 realizzato nel 2012.
Un bel giro che ci porta a scoprire alcuni punti della Riserva del Berignone, quale il Castello dei Vescovi ( IX secolo), le anse del fiume Cecina con il Masso delle Fanciulle e il Masso degli specchi.
Il percorso è stato fatto in una calda giornata di aprile ( 26 gradi circa). Il percorso non lungo il fiume è quasi interamente nel bosco. La parte ultima, dall’arrivo al fiume Cecina risalendo fino al Masso degli specchi, è stata molto impegnativa, e non la consiglio, se il sentiero non viene ripristinato. In tale punto il sentiero lungo il fiume non esiste: questo vuol dire che bisogna farsi largo nel bosco, tra le sterpaglie, rovi. La parte più adiacente al fiume è fatta da enormi sassi e spesso occupata da detriti portati dal fiume stesso. Non è possibile superarli se non con scarpe adatte, bastoncini e molta attenzione a dove si infilano i piedi. In alternativa suggerisco pertanto di portarsi delle scarpe di ricambio, delle sacche stagne e prepararsi a fare una parte del persorso direttamente dentro il fiume, sempre che la profondità (da me non testata) lo consenta.
Ci sono almeno 4 guadi in cui è necessario camminare con l’acqua a metà polpaccio.
Il percorso assolutamente non è da fare in inverno.
A parte questo, il lungo il fiume Cecina offre scorci bellissimi e diverse spiaggette deliziose.
Speriamo che la Riserva ripristini il sentiero, poiché certamente il luogo merita. Agevole, ma percorribile con attenzione, il tratto
da Masso delle Fanciulle fino al Masso degli specchi.

A beautiful route with many interesting sites.
In winter you cannot walk along the river trekking route.
I do not suggest you this route from km 13,6 to km 15,7 because there is not a path and you have to walk in in the forest or on big boulders close to the river. It would perhaps be easier to walk straight into the river, but pay attention to the water that can be high in some places.
Fiume

Fiume Cecina- primo guado

Talvolta può essere in secca. Noi lo abbiamo attraversato a piedi nudi. Profondità 30 cm circa.
fotografia

Sentiero nel bosco

Il percorso non lungo il fiume è quasi tutto in ombra
Fiume

Masso delle Fanciulle

panoramica

Pomarance

Rovine

Podere Casienieri

Da qui parte Il percorso di ritorno per arrivare al fiume. Il segnale non si vede bene. Alla fine del prato si entra nuovamente nel bosco
Fiume

Torrente Sellate

Rovine

Castello dei vescovi (IX sec.)

Attenzione non è possibile avvicinarsi per edificio pericolante
fotografia

Sentiero nel bosco

Fiume

Fiume Cecina e Pavone. Km 13,6 del percorso

Guado. È necessario attraversare. Acqua 30 cm alla data della nostra gita. Da questo punto non esiste più il sentiero. Il tragitto lungo il fiume è impegnativo, anche a causa dei detriti portati dal fiume stesso.
Fiume

Fiume Cecina

Fiume

Fiume Cecina

Fiume

Fiume Cecina

Fiume

Fiume Cecina

Fiume

Masso degli specchi- guado

Km 15,7. Guado per passare all’altra sponda. Da qui in poi si trova nuovamente un minimo di tracciato
Cascata

Cascata

3 commenti

  • Alessandro Bertipagani 15-giu-2020

    Ho seguito questo percorso  verificato  Vedi altro

    Abbiamo seguito il percorso inverso, da masso fanciulle fino all’ultimo guado non esiste sentiero, si va a sensazione tra bosco fitto e saltando da una sponda all’altra del fiume dove si riesce a guadare. Anche nei tracciati in bosco bisogna fare molta attenzione alla segnaletica a volte mancante o nascosta. Seguire il tracciato tramite app ci ha fatto trovare un bivio che non avremmo mai trovato. A chi piace rischio e avventura improvvistata, consiglio.

  • Foto di Mipiacegirare

    Mipiacegirare 16-giu-2020

    Lo ricordo come uno dei più bei giri, ma impegnativo poiché era pieno di detriti ( rami, alberi, rovi). Il tracciato nel bosco per arrivare al fiume si vedeva veramente poco. Comunque siamo contenti che la traccia sia servita. Spero veramente che il sentiero possa essere ripristinato poiché questo giro merita. Ho visto delle foto su fb di un gruppo organizzato di trekking che il 13 giugno è passato da questo percorso e mi domandavo infatti quale tracciato avessero seguito: felici di avervi fatto passare una giornata divertente!

  • Alessandro Bertipagani 16-giu-2020

    Si detriti frane ecc la vedo dura che venga ripristinato. Noi non eravamo col gruppo organizzato, li abbiamo incrociati ma non hanno fatto il giro passando da masso degli specchi ecc..

Puoi o a questo percorso