Difficoltà tecnica   Facile

Tempo  6 ore 42 minuti

Coordinate 1663

Uploaded 16 luglio 2014

Recorded luglio 2014

-
-
980 m
437 m
0
4,9
9,7
19,41 km

Visto 621 volte, scaricato 4 volte

vicino Poggio d'Acona, Toscana (Italia)

Mappa usata: Tra Arno e Tevere” 1:25.000 ed SELCA
oppure “Sentiero 50” DalTrasimeno alla Verna
1:25.000 a cura di Gian Paolo Matteagi, ed.SELCA
Luogo di partenza: Poggio D’Acona (Subbiano)
Luogo di arrivo: idem
Perc. Auto da Firenze: Consuma-Ponte a Poppi-Bibbiena
Percorso tipo: E
Dati GPS rilevati: Km20; ore 6,30; disliv. salita e discesa m 800



DESCRIZIONE
(tratta con alcuni adattamenti, come pure la traccia GPS, dal sito CAI Montevarchi)

Questo percorso si può intitolare come il “giro dei castelli” dal momento che ne incontra tre anche se molto diversi l’uno dall’altro. Notevoli sono inoltre gli scorci panoramici sul basso Casentino.
Parcheggiando i mezzi a Poggio D’Acona (492 m), poco distante da Subbiano, si prende la strada asfaltata che ci porta verso Valenzano. La strada passa davanti al cimitero del luogo, diviene ben presto sterrata e raggiunge da dietro il Castello (532 m).
Dopo una breve visita ad un castello che già esisteva ne X° secolo ma che ha subito molti rimaneggiamenti fino alla ristrutturazione della seconda metà del 19° secolo che gli ha dato l’attuale aspetto in stile neogotico, si riprende la strada forestale che si inerpica in salita costante fino alla Casa alle Burraie. Lì giunti si volge a sinistra (825 m), per breve tratto ancora in salita, fino a raggiungere i 990 metri che sono il tetto della giornata. Arrivati al culmine, si procede per la stessa strada forestale che diviene d’ora in avanti una piacevole passeggiata in piano od in leggerissima discesa. Poco prima del bivio per le Caselline, proprio davanti a Poggio Giusti, una breve deviazione ci farà scoprire i ruderi di un secondo castello che era chiamato “Castelnuovo”(830 m). Di nuovo non c’è rimasto nulla, solo poche rovine.
Ripreso il cammino e abbandonata la strada forestale, si discende verso le Caselline per un vecchio sentiero di bosco non segnalato ma che ci conduce, dopo aver superato la casa in rovina ed aver ritrovato una stradella nel bosco, presso una casa ristrutturata dalla Comunità Montana. La Comunità Montana ha provveduto anche a collocare dei tavolini e delle panche per poter sostare per pranzo (fonte con acqua, 780 m) .
Lasciato il posto, si procede sempre per sentiero di bosco per portarsi verso il terzo castello della giornata: quello di Chitignano (m 500), appartenuto alla famiglia Ubertini, il più interessante dei tre (Il castello Ubertini può essere visitato durante la Domenica ). Dal castello si raggiunge la strada comunale asfaltata e, voltando dopo un brevissimo tratto a sinistra, si lascia l’asfalto per un sentiero di bosco che, attraversati due torrentelli, ci riconduce sulla strada bianca che da Chitignano porta a Poggio D’Acona. Questa strada è segnalata come “Strada Romea”.
I segni CAI sono rarissimi o in molti tratti inesistenti. Qualche breve tratto risulta invaso da rovi e vegetazione, che però possono essere rimossi con un semplice bastone. Sconsigliati i pantaloni corti. In massima parte all’ombra.



Commenti

    You can or this trail