Tempo in movimento  2 ore 10 minuti

Tempo  2 ore 31 minuti

Coordinate 2366

Uploaded 13 novembre 2018

Recorded novembre 2018

-
-
442 m
100 m
0
3,5
7,0
14,03 km

Visto 113 volte, scaricato 2 volte

vicino La Vergine, Toscana (Italia)

Partenza da Pistoia, via dello Spartitoio secondo tratto. Si trova davanti allo svincolo di accesso alla superstrada, direzione Firenze, dalla strada che va allo zoo. Accediamo all'argine del torrente Ombrone e proseguiamo fino a Ponte alle Tavole dove abbandoniamo l'alveo e ci dirigiamo a sx con direzione S.Giorgio. Qui percorriamo un tratto di asfalto. (Io odio l'asfalto!) Proseguiamo diritto tralasciando il bivio a dx per Arcigliano e arriviamo in località Quattro Strade. Seguiamo le indicazioni Gugliano, via di Gugliano e iniziamo a salire. Al bivio successivo teniamo la dx per via del Cerro, che seguiremo fino ad arrivare a San Vito. La strada si inerpica fino a che, dopo aver superato alcuni cancelli di ingresso a ville, spiana e diventa sterrata. Al bivio successivo rimaniamo sulla sx passando tra coltivazioni di ulivi, fino a raggiungere la località Cerro dove sono presenti due coloniche abbandonate. Passiamo fra le case, teniamo la dx e attraversiamo un campo di ulivi. Siamo arrivati al margine del bosco. (PIni, rubinie, cerri, e qualche castagno). Saliamo rapidamente fino ad una colonica. La strada sterrata compie un'inversione ad U e prosegue dritta fino a raggiungere una casa la cui porta è protetta da delle sbarre di metallo ed ha un caratteristico camino bianco sporgente. La superiamo e mantenendo la dx arriviamo alla fine della strada sterrata. Proseguiamo a sx su strada asfaltata e in poche centinaia di metri arriviamo a San Vito.
Questa uscita, un po' diversa dal solito, fa parte del percorso che ho studiato per raggiungere Prunetta, partendo da Pistoia, passando per almeno l'ottanta per cento da sentieri, sterrati e boschi.
Buona passeggiata...
Lasciatemi andare a qualche riflessione: il camminare nella natura, l'esplorare nuovi boschi, scoprire nuovi luoghi nascosti agli occhi dei più, è come aggiungere ogni giorno una nuova tessera al mosaico della conoscenza di noi stessi. Esplorare la natura con i suoi silenzi è un modo per esplorare se stessi. Ti permette di riflettere e guardarti dentro.
E come sempre vi ricordo: meglio un'ora nella natura, che dieci in palestra.

Commenti

    You can or this trail