Tempo in movimento  2 ore 38 minuti

Tempo  3 ore 40 minuti

Coordinate 2779

Uploaded 17 novembre 2018

Recorded novembre 2018

-
-
1.051 m
110 m
0
4,2
8,5
17,0 km

Visto 174 volte, scaricato 6 volte

vicino La Vergine, Toscana (Italia)

Partenza da Pistoia direttamente da casa. È la prima volta che mi capita di partire da casa!!! Oggi ho portato a compimento l'idea di arrivare a Prunetta per strade sterrate, e solo in minima parte per asfalto. Arriviamo all'argine del torrente Ombrone e proseguiamo fino a Ponte alle Tavole dove abbandoniamo l'alveo e ci dirigiamo a sx con direzione S.Giorgio. Qui percorriamo un tratto di asfalto. (Io odio l'asfalto!) Proseguiamo diritto tralasciando il bivio a dx per Arcigliano e arriviamo in località Quattro Strade. Seguiamo le indicazioni Gugliano, via di Gugliano via del Cerro e iniziamo a salire. Al bivio successivo teniamo la dx per via del Cerro, che seguiremo fino ad arrivare a San Vito. La strada si inerpica fino a che, dopo aver superato alcuni cancelli di ingresso a ville, spiana e diventa sterrata. Al bivio successivo rimaniamo sulla sx passando tra coltivazioni di ulivi, fino a raggiungere la località Cerro dove sono presenti due coloniche, di cui una abbandonata. Merita soffermarsi un attimo per visitare un angolo nascosto della nostra prima collina. Sulla sx delle case, si apre una terrazza dove è presente una piccola cappella con accanto due Cerri centenari (proprietà privata prestare il massimo rispetto). La vista di cui possiamo godere da qui è incomparabile. Proseguiamo. In mezzo alle case continua lo sterrato, poi piega sulla sx. Attraversiamo un campo di ulivi. Siamo arrivati al margine del bosco. (Pini, rubinie, cerri, e qualche castagno). Saliamo rapidamente fino ad una colonica. La strada sterrata compie un'inversione ad U e prosegue dritta fino a raggiungere una casa la cui porta è protetta da delle sbarre di metallo ed ha un caratteristico camino bianco sporgente. La superiamo e mantenendo la dx arriviamo alla fine della strada sterrata. Proseguiamo a sx su strada asfaltata e in poche centinaia di metri arriviamo a San Vito. Oltrepassiamo il paese fino ad arrivare ad un bivio con via del Cerro (sulla sx) e la imbocchiamo. Al primo bivio, dove manteniamo la dx, possiamo notare un cippo di confine fra la Comunità di Porta al Borgo e quella di Serravalle. Fino al 1877 il contado di Pistoia era diviso in quattro "cortine" (comuni) con i relativi confini. La stele sopracitata porta la data del 1770. Ne potremo vedere un'altra seminterrata e poco leggibile prima dell'incrocio presso Grati. Il percorso corre parallelo al metanodotto di cui continuamente vedremo le tracce. La strada è stata risistemata di recente ed è di facile percorrenza. Inizialmente c'è un breve tratto di asfalto nel punto più ripido. Al secondo bivio prendiamo a dx, andando a sx arriveremmo sulla strada che dal distributore di benzina prima di Montagnana porta a Grati. Raggiungiamo una casa immersa nel bosco tuttora abitata. Proseguendo, al bivio successivo teniamo la sx in salita. (A dx andremmo a Arcigliano). Attraversiamo boschi di castagni e pini fino ad un bivio dove prendiamo a dx. A questo punto troviamo sulla sx dei ruderi di una costruzione. Abbiamo terminato la salita. Al bivio successivo andiamo a dritto, ma per i più curiosi vale la pena affacciarsi a sx per qualche decina di metri, è presente una cisterna per l'approvvigionamento di acqua per gli elicotteri antincendio. Una breve discesa ci riporta sull'asfalto nei pressi della località La Crocetta e pochi metri dopo a Brocchi di Paolone. Sulla sx vicino ad un incrocio si intravede la seconda stele di confine tra le Comunità di Serravalle e di Porta al Borgo (suppongo). Purtroppo non è ben leggibile e in parte interrata. A questo punto siamo arrivati all''incrocio con gli sterrati che vanno a Prunetta, a Margine di Momigno e Castello di Cireglio. Noi imbocchiamo la strada sterrata centrale. Proseguiamo sulla carrareccia ben distinguibile arrivando in pochi chilometri, circa quattro a lambire Poggiobello. Iniziamo così la discesa. che ci porta ad un trivio, rimaniamo sulla dx (a sx arriveremmo a Margine di Momigno) e giungiamo nei pressi di Prunetta. Usciamo sull'asfalto e abbiamo una brutta sorpresa: due ecomostri in stato di abbandono totale (ex colonia delle Poste e relativo albergo).Di fronte abbiamo il campo sportivo sede delle manifestazioni estive (concerti, sagre). Scendiamo fino al termine di Via Bersano e curvamo a sx. Siamo arrivati nella piazza del Paese dove fa bella mostra di sé la chiesa parrocchiale. Una curiosità: essendo esattamente sullo spartiacque, le falde del tetto della costruzione fanno confluire l'acqua piovana da una parte nel bacino della Lima sfociando nel mar Tirreno, dall'altra in quello del fiume Reno che termina la sua corsa in Adriatico.
Buona Passeggiata...
E come sempre...
Meglio un'ora nella natura, che dieci in palestra.

2 commenti

  • Foto di ema.bar

    ema.bar 21-dic-2018

    che camminatONA!!!! ma il ritorno?!?!

  • Foto di Mickey71

    Mickey71 21-dic-2018

    Può essere fatto in autobus. Io ho la fortuna di avere dei parenti in paese.

You can or this trail