Tempo  6 ore 20 minuti

Coordinate 3638

Caricato 11 gennaio 2017

Recorded gennaio 2017

-
-
2.053 m
1.121 m
0
3,8
7,5
15,05 km

Visto 702 volte, scaricato 24 volte

vicino Forme, Abruzzo (Italia)

11 gennaio 2016, mi stuzzicava l'idea di salire su questa nuova vetta ai più sconosciuta ed oggi, insieme al mio grande amico Marco, decidiamo di provarci. Partiamo da Peschio Rovicino di Forme (Aq) addentrandoci nella maestosa val Maielama attreverso il sentiero nr 8, la neve la troviamo da subito (non molta all'inizio) la temperatura è abbondantemente sotto lo 0 ma il nostro passo è deciso; ricalchiamo le impronte di moltissimi animali e di qualche montanaro che ci ha preceduto nei giorni scorsi. Nel cuore della Maielama i nostri discorsi si snocciolano principalmente su come salire sulla Selva del Coco e sulla Sentina, dalle viscere della valle ci sono moltissime vie percorribili, almeno così a naso....per la Selva del Coco sembra più appetibile in iverno mentre per la Sentina anche in estate non sarebbe male....progetti per un prossimo futuro. Lo spessore della neve si fa sempre più impegnativo ed a tratti sfondiamo di brutto ma la nostra caparbietà supera ogni cosa..si va avanti, la giornata è troppo bella per mollare..non se ne parla. Sui 1600m di quota veniamo baciati dal sole e la cosa ci fa molto piacere anzi ci dobbiamo alleggerire che inizia a fare caldo. Entriamo nella Valle del Bicchero e davanti a noi spunta la sagome di Picco Italia, un piccolo cervino da questo lato mentre dal lato dal Bicchero fai fatica a riconoscerlo. Giunti a quota 1850 circa c'è da decidere quale versante salire, quello che ci stuzzica di più è il sud-sud-est e mai scelta fu più azzeccata; questo versante è un tripudio di canali e rocce che ti fanno venire l'acquolina in bocca, oggi poi con 50-60 cm di neve ancora di più. Attraverso un delicato ma breve canalino tocchiamo la vetta di Picco Italia con nostra grande soddisfazione, sopra ci attende un fastidiosissimo vento tanto da permetterci la foto di rito e scappare a gambe levate. Scendiamo di nuovo sulla valle del Bicchero dal versante nord-ovest e, dopo circa 2 ore e mezzo, torniamo al punto di partenza. Escursione molto appagante e soddisfacente da molti punti di vista, non ultimo il fatto di salire insieme a Marco, compagno di molte avventure, oggi ha sfondato la neve su gran parte del percorso,un grande conoscitore di montagna ed un grandissimo Amico.

Commenti

    You can or this trail