Tempo  8 ore 32 minuti

Coordinate 3331

Uploaded 2 ottobre 2018

Recorded settembre 2018

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
280 m
-18 m
0
4,7
9,3
18,65 km

Visto 321 volte, scaricato 18 volte

vicino Populonia, Toscana (Italia)

Bellissimo giro ad anello dal golfo di Baratti fino a cala Moresca vicino a Piombino. Percorso adatto a tutti con fondo sempre agevole. Da evitare assolutamente periodi molto caldi!
La difficoltà è decisamente facile ma occorre valutare che il percorso completo è lungo, circa 20 Km.
L anello si svolge per la prima meta' sulla parte interna del promontorio ed il percorso segue approssimativamente la cresta del promontorio.
Si parte da uno dei parcheggi del golfo di Baratti seguendo la strada asfaltata se sale verso Populonia. Si segue per un breve tratto fino ad una brusca curva a sinistra con una cappellina, mal tenuta, proprio in curva. Qui si lascia la strada e si segue il sentiero 300 che sale lungo la valletta del fosso del Pino. Si arriva in breve al parcheggio della buca delle Fate il localita Il Reciso. Qui si prosegue attraversando la strada asfaltata e superando il cancello. Si segue sempre la strada bianca ovvero il sentiero 300. Questo seguirà approssimativamente la cresta sempre in mezzo alla macchia mediterranea.
Si raggiunge la chiesa di San Quirico, abbandonata ed in pessime condizioni. Intorno delle vecchie panchine e tre cartelloni illustrativi ormai rovinati dal tempo e quasi illeggibili.
Si prosegue sempre seguendo la strada, il segnavia 300, cominciando una lenta discesa verso Piombino. In prossimita di questo la strada risale a sinistra mentre noi dobbiamo seguire il sentiero che scende verso destra in direzione del mare. Qui la visuale si apre sul mare e Piombino e tutte le isole si presentano davanti in una vista stupenda. Si arriva al parcheggio di Cala Moresca e si scende fino alla bella spiaggia. Da qui si risale al parcheggio e si prosegue sul sentiero, inizialmente una vera e propria strada bianca, che turna verso Baratti lungo la linea di costa, segnavia 302.
Questo segue sempre la linea di costa ed in molti punti e possibile accedere alle bellissime spiagge e cale, spiaggia lunga, fosso delle Canne, cala San Quirico e Buca delle Fate. Da qui il sentiero continua verso Baratti. Un cartello dichiara il divieto d accesso per frana ma si puo procedere. Una rete per gli animali andrebbe superata con una scaletta in legno ma questa e mezza crollata e l attraversamento della rete e un po avventuroso ma fattibile senza particolari problemi. In un punto un po oltre ha ceduto una parte di sentiero ma si passa senza problemi. E stato predisposto anche un sentiero sopra per evitare questo pezzo ma non lo abbiamo percorso.
In breve si raggiunge Baratti e quindi il punto di partenza.
Consiglio molto una bella serie di bagni nelle belle cale che si incontrano.
Peccato che un bel percorso come questo sia tenuto cosi male, alcune panchine cadenti, segnaletica cotta dal sole e spesso illeggibile, cartelloni rovinati dal tempo o crollati come quello in prossimità di Buca delle Fate.
Cappella di San Quirico, ruderi
Piazzale del Reciso
Parcheggio gratuito di Baratti
Cala Moresca
Spiaggia Lunga
Fosso alle Canne
Cala del Termine
Cala San Quirico
Buca delle Fate
Punta della Galera

2 commenti

  • Foto di skyever

    skyever 28-dic-2018

    I have followed this trail  verificato  View more

    Il percorso è molto bello, permette una bella escursione nella parte di crinale, fino a cala moresca in tranquillità. La parte costiera è affascinante, con sentiero a picco sulla scogliera, e possibilità di visita alle varie calette, tra le quali segnalo cala delle canne. Purtroppo un prossimità di buca delle fate, il sentiero è crollato, e bisogna "arrampicarsi" per il bosco, facendo una piccola deviazio e di 3 400 metri. Alla diramazione del sentiero 302, stare attenti perché non è visibile, e viene naturale salire per il crinale ( c'è uno slargo con il sentiero fronte monte, ma quello giusto si tiene a sinistra. Altra nota è che poco prima di populonia di entra in una riserva di cinghiali, nella quale abbiamo fatto un incontro proprio sul sentiero, ma non ci sono alternative, quindi evitare l'imbrunire.

  • Foto di MAURO VANNINI

    MAURO VANNINI 30-dic-2018

    Grazie delle informazioni utili!

You can or this trail