-
-
2.973 m
1.883 m
0
5,8
12
23,25 km

Visto 264 volte, scaricato 7 volte

vicino Tonale, Trentino - Alto Adige (Italia)

03/08/2016.
Dal Passo del Tonale(1883mt) parcheggiamo alla partenza della seggiovia Valbiolo e seguiamo la carrabile a sinistra verso l'Ospizio di S. Bartolomeo, proseguiamo a destra fino ad incrociare il sentiero 160 che indica il Forte Saccarana(2096mt), lo seguiamo in un percorso a mezzacosta fino alla breve salita setto la bastionata del forte. Ora nuove indicazioni ci conducono sul sentiero Borzerlait che segue in quota il versante destro orografico della Valle di Strino fino a raggiungere il bivio che scende alla malga sottostante ben visibile. Il sentiero fin qui molto agevole e suggestivo, inizia ora a salire per raggiungere il pianoro "Bait de Porzelain"(2205mt). Tralasciamo le deviazioni per il M. Tonale Orientale e per il Torrione dell'Albiolo, seguendo sempre il 137 che risale la vallata tenendosi a sinistra e terminando ai Laghi di Strino(2600mt), due piccoli specchi d'acqua cristallini sotto la bastionata rocciosa del M. Redival. Invece di salire in vetta seguendo la normale, seguiamo brevemente il sentiero sull'Alpe Verniana costeggiando i laghetti e poi risalendo il versante Ovest del monte senza sentiero obbligato raggiungendo la cresta alla nostra sinistra. Inizio sdruciolevole e molto instabile ma progressivamente più roccioso e sicuro il "sentireo" ci permette di raggiungere la sommità della cresta che diventa più dolce mostrandoci la croce di vetta(2973mt) che in breve raggiungiamo. Proseguiamo sul versante opposto seguendo i segni CAI del sentiero che conduce alla Bocchetta di Strino(2848mt) dove alcuni bunker austriaci della Grande Guerra hanno ancora le feritoie che guardano verso la Forcella di Montozzo, dov'erano posizionate le linee italiane (attenzione alla cresta che non presenta difficoltà eccessive ma è esposta). Raggiunta la Bocchetta, seguiamo la traccia di sentiero tenendoci leggermente più alti e andando a visitare resti di baraccamenti militari. Una piccola casetta, probabilmente di guardia o adibita a teleferica, domina la vallata. Il sentiero si abbassa e raggiunge il fondo di questa ampia valletta (io decido di tagliare a mezzacosta puntando direttamente ad evidenti resti di un villaggio militare sulle pendici rocciosa del torrione di fronte a noi, ricongiungendomi poi al sentiero scendendo il pendio erboso sotto le rovine). Arriviamo al bivio con il sentiero 161 che seguiamo per raggiungere "La Città Morta" passando sotto alle creste che ospitano il "Sentiero dei Tedeschi" (percorso l'anno prima; consigliato!!!). Raggiunte la Città Morta, valichiamo il versante che scende dalla cima del M. Tonale Orientale e seguendo la traccia sul versante erboso, giungiamo alla Valbiolo e in breve al parcheggio di partenza.
Giro molto lungo ma appagante, consigliato a persone ben allenate.

Commenti

    You can or this trail