Tempo  2 ore 25 minuti

Coordinate 633

Uploaded 23 aprile 2017

Recorded aprile 2017

-
-
1.198 m
779 m
0
1,7
3,4
6,76 km

Visto 887 volte, scaricato 21 volte

vicino Coppito, Abruzzo (Italia)

Circuito piacevole, tratto iniziale facile (passo del Dottore) con il sentiero che si snoda in leggera salita "sorretto" da muri a secco molto ben costruiti (forse questi sentieri sono stati cosi ben realizzati negli anni del rimboschimento, prima in epoca fascista e poi negli anni '60).

Dopo essere saliti un pò di quota, al secondo bivio segnalato, prendere a sinistra il percorso che scenderà leggermente fino alla costa della montagna (parte alta di Via del Colle), incontrerete lungo il tracciato vari punti di incrocio con altri sentieri con diverse segnalazioni apposte sugli alberi... fino a raggiungere un canalone che, superato agevolmente, segna l'inizio di una bella salita (il sentiero della Madonnina).
Il percorso sarà per una buona parte allo scoperto, permettendoci delle belle viste panoramiche su Pettino, Cansatessa, L'Aquila e comunque su tutta la vallata.

A quota 1020, in uno sperone di roccia, alcuni anni fa è stata costruita una nicchia dove è stata collocata una statuetta della Madonnina. (Ho fatto questo circuito anche in inverno con molta neve...ed ho avuto non poche difficoltà a seguire il percorso totalmente ricoperto e a tratti anche insidioso).

Si sale ancora fino a raggiungere Croce Cozza (mt.1144) non prima di avere percorso l'ultimo tratto di salita abbastanza ripida (Passo del Falco).

Da Croce Cozza ampie vedute a 360°....potrete sbizzarrirvi a fotografare i monti in lontananza, per esempio oggi la catena del Gran Sasso era quasi totalmente innevata, dando vita a contrasti di colori veramente stupendi. Da Croce Cozza, seguire a destra il crinale della montagna fino a salire sul punto più alto "Monte Pettino" con la sua "Croce" a mt. 1198 (...in realtà 1147, ma per tutte le quote altim. mi attengo a Wikiloc.) ed una piccola stazione di monitoraggio sismico (?).

Leggera e piacevole discesa ora, fino ad incrociare "Passo Crudele" nel bosco e sulla nostra destra (in alternativa proseguendo dritti e rimanendo sulla cresta, si andrebbe verso "la Crocetta" (Monte Castelvecchio) o Castello di Sant' Anza, con esigui resti della fortificazione del XII Sec.

Ora invece inizia un divertente sentiero (ben tracciato solo un anno fa circa) con una lunga discesa in mezzo alla folta vegetazione. A metà percorso arriviamo su un crinale con degli altissimi cipressi (un punto di vista panoramico). Alla fine del tracciato, si incrocia il "sentiero dei Cipressi", per poi ridiscendere fino al parcheggio della "Cava" o di "Via Francia".
Da fare in primavera o in estate, anche con bambini al seguito (e ricca colazione al sacco).
Canalone, inizio salita
Statuetta della Madonnina
Punto panoramico
Croce Cozza
Croce di Monte Pettino
Cresta dei cipressi
1918

Commenti

    You can or this trail