Tempo  9 ore 5 minuti

Coordinate 2767

Uploaded 6 novembre 2017

Recorded agosto 2017

-
-
2.751 m
1.507 m
0
5,6
11
22,22 km

Visto 624 volte, scaricato 10 volte

vicino Paneveggio, Trentino-Alto Adige (Italia)

Meravigliosa escursione sulle cime del Parco Naturale di Panaveggio.
La nostra escursione inizia partendo dal parcheggio vicino al Centro visite di Panaveggio, con una comoda strada forestale inizialmente contrassegnata sentiero CAI n°626 e successivamente come percorso per Mountain Bike n°232, camminiamo in direzione di Malga Bocche. La strada sale con continui tornanti all’ombra della foresta. Prima di Malga Bocche deviamo sulla nostra sinistra sul sentiero CAI n°621, risalendo la splendida Valle dei Laghi fra pascoli e ruscelli, giungiamo al Bivacco Redolf (mt.2333) in corrispondenza dei Laghi di Lusia. I Laghi di Lusia, distribuiti lungo la valle e sul versante orografico SUD-EST sono meravigliosamente incastonati nell’ambiente alpino. Seguiamo adesso il sentiero n°633, risaliamo la valle costeggiando i due laghi maggiori giungendo alla Forcella di Bocche (mt.2543) dove vi è anche l’omonimo Bivacco; dalla Forcella si può ammirare il panorama sulla sottostante Valle San Pellegrino, su Moena e sui rilievi della Val di Fassa. Il sentiero adesso sale ripido, giungiamo sul crinale a Cima Bocche (mt.2745). Durante la prima guerra mondiale Cima Bocche è divenuto un importante centro di combattimenti crudeli, soprattutto nel biennio 1915-1916 in quanto roccaforte austroungarica. Ancora visibili sono i resti dei baraccamenti, delle fortificazioni e delle trincee costruite assieme alle numerose postazioni a ferro di cavallo; una croce ricorda gli eventi di quel periodo. La vista a 360° dalla cima è superba, si possono osservare tutte le catene ed i gruppi dolomitici circostanti. Dalla cima iniziamo la discesa con il sentiero n°628, ancora numerose le fortificazioni, i resti di una piccola “cittadella” militare, con trincee a perdita d’occhio, filo spinato, schegge di ordigni, veramente impressionante; davanti a noi sempre meravigliosi i panorami. Giunti alla Forcella Lasté di Bocche (mt.2560) prendiamo il sentiero n°626 che degrada, nell’ampio versante fra ampie lastre di pietra toccando il Lago di Bocche (mt.2253). Proseguiamo sul sentiero n°626 fino a Malga Bocche (mt.1946), immersa in verdi pascoli la malga offre una vista da “cartolina” sulle Pale di San Martino, sul Castellaz (Cristo Pensante) e sul Passo Rolle. Riprendiamo la strada forestale che abbiamo percorso la mattina tornando al parcheggio.

Commenti

    You can or this trail