Coordinate 1222

Uploaded 18 marzo 2019

Recorded marzo 2019

-
-
898 m
174 m
0
2,9
5,9
11,78 km

Visto 107 volte, scaricato 9 volte

vicino Oliena, Sardegna (Italia)

Percorso lungo e molto impegnativo,sia a livello fisico che per quanto riguarda l'orientamento.
Infatti una buona parte si sviluppa FUORI SENTIERO dal cuile Sa Hungiadura sino a punta Duavidda nella parte più selvaggia del supramonte di Oliena.
Partenza/arrivo dal fondo della valle di Lanaitho.
Dopo aver percorso buona parte della gola di Troccos 'e Corojos si arriva alla confluenza con la codula Lada dove è ubicato il cuile Alapinnau che tanti di voi avranno visto (se siete andati a Su Sercone passando da qui).
Proprio di fronte al cuile - questo punto è molto importante - c'è una paretina rocciosa da scavalcare;non ci sono omini a vista ma dovrete stare attenti ad alcuni segni di calpestio risalendo le roccette.
Subito vi affaccerete verso l'interno della codula (non visibile dal basso) ed allora compariranno gli omini che vi faranno da guida sino al cuile di Sa hungiadura.
Bisogna attraversare subito la codula e risalire una piccola scala 'e fustes dal quale si gode un bel panorama sulla zona circostante.
Seguendo gli abbondanti omini si arriva ben presto al pinneti che badate bene,seppur vetusto,è in uso ai cacciatori.Infatti è pieno di masserizie e attrezzature da non toccare (grazie).
La Serra Lada non permette uscite laterali (calate in corda a parte) per cui si è costretti a risalire verso la sua sommità sino a Serra Su Lidone per poi dirigersi verso punta Duavidda.
I passaggi non sono scontati,bisogna farsi largo tra la vegetazione e le placche di roccia.
Per ammirare in pieno il selvaggio del luogo ci siamo avvicinati al bordo della codula formata dal Rio Ormiosu per poi bypassarla quasi alla sua testata.
Prima di arrivare a punta Duavidda abbiamo dovuto attraversare un tratto boscato dal fondo sconnesso e pieno di legna+frasca che ci ha ostacolato la marcia.
Tirando le somme:per superare 300 mt di dislivello in una distanza di 4 km circa abbiamo impiegato quasi 3 ore!!
Da Duavidda poi abbiamo preso il sentiero che in forte discesa porta prima a Sa Picca e poi ad Elighes Artas sino alla nostra auto impiegando circa 2 ore (la stanchezza si faceva sentire).
Complessivamente tutta l'escursione ha necessitato di 9 ore scarse compreso le soste;tenetene conto per quanto riguarda le ore di luce a vostra disposizione.
E' un'escursione fuori dagli schemi,per amanti del genere WILD ma vi posso assicurare che dopo aver incrociato mufloni,cinghiali e visto panorami da documentario ci è dispiaciuto andar via.
Il supramonte di Oliena non tradisce mai.
Se avete intenzione di ricalcare le nostre tracce siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.
Si accettano coraggiosi!!!! 😉

NOTA:l'escursione è concatenabile con quella che interessa la cengia di Puligheddu e la zona di Pala Grussa.

Il brano LA MADRINA riportato in foto nel wpoint Sa Hungiadura è tratto dal libro IL SUPRAMONTE di OLIENA di Angelino Congiu edizioni Ethos.
Costruito ed utilizzato dal Sig.Mario Carrus noto "Chiola" di Oliena (fonte E.Aste)

Commenti

    You can or this trail