-
-
735 m
429 m
0
1,0
2,1
4,17 km

Visto 3316 volte, scaricato 70 volte

vicino Santa Maria, Marche (Italia)

Da maggio a ottobre
Da Acquasanta Terme (411 metri) si segue a piedi la Salaria verso Roma. Al primo bivio si imbocca a sinistra la stradina per Vallecchia e Matera, che si lascia quasi subito per girare a sinistra prima del ponte sul Garrafo. Si continua per una sterrata a mezza costa tra i campi, lasciando a destra una diramazione e raggiungendo uno slargo (425 metri, 0.15 ore) dal quale la strada sale a una casa moderna. Fin qui si può arrivare anche in auto.
Un cartello per Vallecchia indica un sentiero a mezza costa. Lo si segue, si scende a superare il Garrafo su un ponte e si continua fino a un tornante. Da qui, un sentierino sulla sinistra porta al torrente (401 metri, 0.15 ore). Chi non vuole bagnarsi deve fermarsi qui (1 ora a/r). Chi preferisce continuare deve percorrere il fondo della forra, e a primavera occorre camminare nell’acqua. Superata la spaccatura dove si apre la Grotta Nuova del Rio Garrafo si raggiunge uno slargo dominato da una caverna. Questo punto è un’ottima mèta (1.30 ore a/r) per chi cerca un itinerario più avventuroso ma sempre senza problemi.
Per proseguire si segue una cengia a sinistra, si torna al greto, si supera a destra un passaggio su roccia viscida. Si continua per un sentierino, si riattraversa il torrente su un masso scivoloso e si raggiunge la Grotta Fredda, accessibile con le dovute precauzioni nella prima parte. Si riparte a sinistra del torrente, lo si traversa alla base di un meandro e si raggiunge un laghetto. Qui il fondovalle si allarga e il sentiero continua a sinistra con altri passaggi scivolosi. Prima che la forra si stringa di nuovo un ripido sentierino sulla sinistra che porta a dei prati dominati da rocce rossastre. Se si torna indietro da qui si cammina per 2.30 ore a/r.
Il classico anello delle Gole, da qui, prosegue per una traccia poco visibile, scende a un guado e risale alle case abbandonate di Gaglierto (505 metri), poi prosegue per il sentierino dell’itinerario verso Vallecchia (622 metri, 0.30 ore). Dal vallone ai piedi del paese, invece di salire verso destra, occorre ora salire a sinistra per un ripido castagneto, e poi tornare a destra alle case. Usciti dall’abitato sulla strada si imbocca a destra un sentierino (indicazioni per Pomaro) che scende tra le ginestre, aggira un querceto, tocca un rudere e riporta al Garrafo e alla strada. L’intero anello richiede 3 ore, ma la fitta vegetazione può renderlo impercorribile.

1 comment

You can or this trail