Tempo in movimento  2 ore 58 minuti

Tempo  7 ore 25 minuti

Coordinate 1470

Caricato 14 ottobre 2018

Recorded ottobre 2018

-
-
1.282 m
452 m
0
2,3
4,6
9,22 km

Visto 101 volte, scaricato 1 volte

vicino Forno, Toscana (Italia)

Approfittando delle condizioni climatiche ancora ottime decidiamo insieme al gruppo di affrontare questa impegnativa escursione. Partenza da Mozziconi, dove, sul tornante che riconosciamo dalla presenza di una cisterna d'acqua verde che serviva per i cavatori, individuiamo il punto di partenza contrassegnato dal cartello del sentiero cai 37. Dopo poche decine di metri e subito dopo un divertente passaggio che ci obbliga ad usare delle funi installate sulla roccia viriamo a destra ed attraversiamo il Canal Regolo fortunatamente ancora in secca. Da qui inizia il calvario, ci incamminiamo lungo il canalone che ci porterà fino a Serra Focarelli, solo da li possiamo renderci conto del dislivello che abbiamo percorso in cosi pochi metri la percentuale di salita è pazzesca. Dalla Serra seguiamo i segni rossi che ci immettano in uno stupendo sentierino tra le rocce che sale a tornantini e ci fa aggirare una guglia di roccia. Dietro un anfratto la vista si apre sul Canal Fondone e su tutta la catena delle Apuane Centro Settentrionali. Davanti a noi Grondilice, Contrario, Cavallo, Tambura, Sella ecc. ecc. Attraversiamo un boschetto e ci dirigiamo verso case Case Rapalli, una vecchia costruzione diroccata situata su di un pietrone che si stacca dalla vallata piena di verde paleo e enormi felci. Ci aspetta ora l'ultimo sforzo per conquistare la vetta di Picco di Navola. Saliamo a vista tra il paleo particolarmente alto che ci nasconde i segni della traccia e finalmente siamo in vetta. Il panorama a 360° è eccezionale. Dal lato ovest possiamo ammirare il mare, tutti i promontori, e più dettagliatamente, Foce Luccica, la cresta integrale del Monte Spallone fino alla imponente vetta del Monte Sagro che ci sovrasta maestosa. Proseguendo sul lato nord Foce di Vinca, Monte Rasori, Foce di Navola, sotto di noi i due impressionanti canali Regolo e Fondone, sul lato est la catena dal Grondilice fino al Sella. Spuntino foto e si riparte verso la base del Monte Rasori, lo aggiriamo percorrendo un sentiero poco battuto e reso difficoltoso dall'alto paleo fino ad incrociare nuovamente il cai 37 che salendo porterebbe fino a Foce di Navola. Iniziamo a scendere prepotentemente passando da Capanne di Navola, vecchio alpeggio ormai ridotto a ruderi di pietra, costeggiamo anche il Rifugio Pisano anch'esso crollato e continuiamo a perdere quota fino ad incrociare il Canal Regolo che attraversiamo per salire sulla vecchia lizza. Percorrendo questo tratto finale dovremo scendere nel letto del canale ancora un paio di volte a causa di frane che hanno interrotto il percorso della lizza. Dopo esserci rinfrescati alla fontana lungo il sentiero siamo finalmente al parcheggio di Mozziconi luogo della nostra partenza. Cosa dire di più, escursione faticosa, ambientata in un paesaggio fantastico che ci ha fatto scoprire luoghi per noi ancora inesplorati con panorami da favola.

Commenti

    You can or this trail