Tempo  3 ore

Coordinate 582

Uploaded 10 luglio 2016

Recorded luglio 2016

-
-
1.437 m
1.332 m
0
1,7
3,5
6,91 km

Visto 1039 volte, scaricato 42 volte

vicino Bocca della Selva, Campania (Italia)

cit.
I monti del Matese, settore meridionale dell'Appennino, costituiscono le montagne per eccellenza della provincia di Caserta per via delle loro altitudini e conformazione; posizionate a nord-est ci dividono dalle terre Molisane ed hanno nel monte Miletto, ben 2050 metri d'altezza, la cima più alta della Campania.
I paesaggi sono ovviamente favolosi ed hanno sicuramente nella faggeta la caratteristica primaria, infatti a secondo delle stagioni l'atmosfera si carica di toni fantastici introducendo l'osservatore e visitatore in ambientazioni sempre diverse, variopinte ed inedite!
Per goderne a pieno di un contesto simile sicuramente la località di monte Orso al meglio offre tutto ciò ed è il questa zona che si svolge l'itinerario descritto alla volta della bella conca carsica del Pianellone.
Il luogo di partenza è il rifugio da poco ristrutturato (2013) di monte Orso che troviamo sulla statale sella del Perrone - Campitello Matese, è conveniente raggiungerlo da sella del Perrone da cui dista un 5 km circa; si parcheggia l'auto nel piccolo spiazzale lungo la strada e si procede lungo una sterrata che scende nella piccola conca in prossimità di vari cartelli e che passa a sinistra del rifugio.
Ci si incammina quindi lungo la pista segnata con le bandierine bianco-rosso del CAI scendendo leggermente ed entrando sempre più nel fitto della faggeta fino a che essa diventa un vero e proprio tunnel che ci sovrasta e ci ripara, soprattutto in estate la sensazione è molto viva per via del folto e verdeggiante fogliame.
In circa 15 minuti eccoci raggiungere una piccola radura dove troviamo la capanna sociale del CAI, di solito chiuso, sicuramente comunque merita una sosta sulle comode panche circostanti.
Proseguiamo ora su un sentiero proseguendo sempre nella stessa direzione di arrivo al rifugio iniziando una lenta ma inesorabile salita sempre nel fitto della faggeta puntellata qua e là da agrifogli; eccoci quindi attraversare un'altro piccolo prato dopo aver svoltato a destra ad un bivio ed in seguito ancora a destra ad un ennesimo bivio.
Costeggiando un pendio perveniamo ad un punto di valico da dove, scendendo sul versante opposto, in circa 5 minuti uscendo improvvisamente dalla faggeta veniamo inondati dalla forte luce battente sull'immenso pianoro del Pianellone, nostro punto di arrivo giornaliero; qui possiamo sicuramente passeggiare liberamente andando ad esplorare intorno alle sue doline che ovviamente caratterizzano il suo aspetto carsico! Inoltre salendo brevemente sul costone opposto al nostro arrivo possiamo raggiungere un bellissimo belvedere sul sottostante lago Matese, scenario che ne vale sicuramente la pena!
Il ritorno lo svolgiamo percorrendo a ritroso il percorso dell'andata, questo itinerario è praticabile e molto suggestivo anche d'inverno con la neve, importante però non camminare sopra i binari della possibile pista di sci da fondo realizzata stesso sul sentiero!

Commenti

    You can or this trail