Tempo  6 ore 56 minuti

Coordinate 5555

Caricato 30 agosto 2019

Registrato agosto 2019

-
-
1.791 m
1.129 m
0
3,9
7,7
15,44 km

Visualizzato 267 volte, scaricato 14 volte

vicino a Piaggine, Campania (Italia)

Questa escursione ricalca in buona parte quella descritta in Wikiloc da Antonio D’Elia → La Valle dei Gigantini Valle dell'Angelo Piaggine Rofrano.
Al link di cui sopra si possono leggere delle note naturalistiche ed ambientali molto interessanti che danno la giusta prospettiva per affrontare questo bell’itinerario – ben specificati anche tutti i toponimi, e a me piace girare sapendo i nomi dei luoghi che sto attraversando.
A mio giudizio (condiviso … dalle 6 zampe che mi seguivano 😊) il punto forte è la Valle dei Gigantini con i suoi spettacolari faggi: questa sarebbe da visitare nel cuore di tutte e quattro le stagioni dell’anno.

La nostra variazione rispetto al giro base è l’aggiunta della salita al Monte Mèrcori o Cima di Mèrcori.
All’uscita est della Valle dei Gigantini bisogna risalire il pendio boschivo con una diagonale che ritorna verso nord-ovest: c’è un tracciato ufficiale con segnavia molto sbiaditi, ma ci sono pure dei buoni sentierini che si possono percorrere senza perdere tempo nel cercare i segni ufficiali.
Si arriva così – con una risalita di circa 115/120 metri di dislivello – sulla facile dorsale boschiva del Monte Mèrcori dove (a questo punto) i segnavia si incontrano per forza.
Ora procedendo verso sud-est su dolcissime pendenze si arriva all’ometto di vetta della Cima di Mèrcori.
In realtà non è una cima molto panoramica, ma è una bella deviazione per chi apprezza le camminate nei sentieri boschivi.
Per la discesa abbiamo puntato giù abbastanza diretti (sempre verso sud-est) per andare … a far merenda alla grande e attrezzatissima area picnic della località Ruscio di Vallivona.
È una discesa un po’ selvaggia su pendii a tratti “quasi ripidi”, ma sempre con fondo dove le scarpe fanno buona presa: è divertente ma non è assolutamente una linea adatta per chi vuol salire al Monte Mèrcori da quel lato.
Per chi vuol salire c’è un sentierino che si prende più a nord del Ruscio di Vallivona, e il cui attacco è abbastanza evidente per chi sale direttamente da Piaggine.

Un’altra variazione rispetto al tracciato base citato all’inizio, è la prima parte della discesa nella bella Valle di Campolongo dove non siamo stati al centro ma abbiamo camminato sulla stradetta forestale di destra per proteggerci dal sole; poi siamo rientrati in centro per dare un’occhiata all’Inghiottitoio di Vallivona.
Waypoint

01 - Parcheggio lungo la SP 388 da Piaggine a Rofrano

Waypoint

02 - Fine primo tratto di stradetta forestale lungo la salita verso la Valle dei Gigantini

Waypoint

03 - Punto foto in pendio prativo lungo la salita verso la Valle dei Gigantini

Waypoint

04 - Inizio altra stradetta forestale lungo la salita verso la Valle dei Gigantini

Waypoint

05 - Punto foto all'ingresso nella Valle dei Gigantini

Waypoint

06 - Punto foto all'uscita dalla Valle dei Gigantini

Waypoint

07 - Arrivo sulla facile dorsale boschiva finale per il Monte Mèrcori o Cima di Mèrcori

Waypoint

08 - Ometto di vetta del Monte Mèrcori o Cima di Mèrcori

Waypoint

09 - Punto foto in tratto prativo della discesa dal Monte Mèrcori o Cima di Mèrcori

Waypoint

10 - Arrivo su stradetta di confine con la grande area picnic del Ruscio di Vallivona

Waypoint

11 - Punto foto nel sentiero di collegamento verso la Valle di Campolongo

Waypoint

12 - Uscita da stradetta forestale della destra Valle di Campolongo

Waypoint

13 - Punto foto dal centro della Valle di Campolongo

Waypoint

14 - Inghiottitoio di Campolongo

Waypoint

15 - Pozzo nella bassa Valle di Campolongo

Waypoint

16 - Rientro su SP 388 per breve raccordo finale su asfalto

Commenti

    Puoi o a questo percorso