Tempo  5 ore 29 minuti

Coordinate 1467

Uploaded 19 gennaio 2019

Recorded gennaio 2019

-
-
1.414 m
838 m
0
3,1
6,1
12,29 km

Visto 212 volte, scaricato 6 volte

vicino Serrone, Lazio (Italia)

Ultima propagine dei Monti Ernici e anche della provincia di Frosinone.
Terra del cesanese, questa escursione parte da sopra il paese, la strada che porta alla Madonna della Pace.
Il punto dove abbiamo parcheggiato non è proprio adatto, 500 metri prima c'è un altro ingresso del sentiero dove si può parcheggiare lungo la strada.
Traccia segnata bene fino alla Madonna con insegne in legno, percorso che sale con punti anche impegnativi ma poi ci sono tratti dove si prende respiro. Stupenda la chiesa di San Michele, panoramica sulla valle e i monti lepini, noi l'abbiamo trovata imbiancata da pochi cm di neve.
Dietro la chiesa si sale superando la parte più per così dire "difficile"
Una scala con staccionata ci porta fino sopra alla strada, si apre il lato ovest dove ci sono molte case estive, tutte chiuse, sulla sinistra c'è un balcone panoramico, molti paesi della provincia di Roma tra cui Subiaco.
Tornado indietro si sale su una strada sterrata, passando di fianco ad alcune case ci troviamo davanti le antenne radio, subito dopo la Madonna della Pace.
Siamo a quota 1400m circa, a nord con molte cime imbiancate si scorge altopiano di Arcinazzo.
Il nostro giro prosegue sulle creste verso est, lasciandoci alle spalle le aree attrezzate da tavoli e panchine.
Monte Scalambra 1420m si trova più avanti, una staccionata di tavole e un pannello solare sono sulla sommità.
La nostra giornata è stata nuvolosa con aperture di tanto in tanto, in giornate pulite il panorama dovrebbe essere magnifico.
Molta nebbia a tratti come lo doveva essere il 26 giugno 1981, quando un Piper si è schiantato proprio sotto alla vetta, una croce e i rottami, stanno a ricordare i 4 morti dell'incidente.
Si prosegue in cresta, ma gli spari in lontananza fanno intuire che non siamo soli.
Non mi era mai ancora capitato di trovarmi in mezzo ad una battuta di caccia al cinghiale, la zona è tappezzata di cartelli, come già incontrate molte volte in escursione, questa volta i cacciatori ci sono.
Rimanendo nel sentiero proseguiamo facendo notare la nostra presenza. In prossimità di uno di loro ci presentiamo e chiediamo se si può proseguire in sicurezza. Hanno dei gilet rossi forforescenti, con delle radio comunicano tra di loro, sono una trentina, noi ne vedremo solo 5, rimanendo sul sentiero possiamo stare "tranquilli" e proseguire.
Scendendo si entra nel bosco, con molte deviazioni per pini caduti, fino arrivare a quota 940m dove inizia un sentiero in piano lungo 4 km che ci riporta al parcheggio.


AttivitàA piedi
Distanza12.3 km
Creato2019-01-19 09:02:49
Velocità max18.3 km/h
Ritmo26:49 min/km
Energia4596 KJ
Punti1467
TuttoVelocità > 0
Velocità media2.2 km/h3.6 km/h
Durata traccia5 h:29 min:38 sec3 h:14 min:01 sec
Altitudine min842 m
Altitudine max1413 m
ElevazioneDistanza
In salita716 m4509 m
In discesa-717 m5897 m
In piano0 m1884 m


Altitudine849 m Precisione5 m Creato2019-01-19 09:02:50


Altitudine848 m Azimut104 ° Precisione5 m Creato2019-01-19 09:18:52


Altitudine1093 m Velocità3.4 km/h Azimut80 ° Precisione8 m Creato2019-01-19 09:55:47


Altitudine1260 m Azimut206 ° Precisione4 m Creato2019-01-19 10:32:28
Altitudine1390 m Precisione5 m Creato2019-01-19 11:04:52


Altitudine1413 m Azimut140 ° Precisione4 m Creato2019-01-19 11:39:37


Altitudine1370 m Azimut137 ° Precisione5 m Creato2019-01-19 11:51:43


Altitudine942 m Azimut164 ° Precisione5 m Creato2019-01-19 13:18:58


Altitudine921 m Velocità2.9 km/h Precisione14 m Creato2019-01-19 13:51:03

Commenti

    You can or this trail