Tempo  3 ore 33 minuti

Coordinate 1642

Caricato 3 maggio 2020

Registrato settembre 2019

-
-
698 m
275 m
0
3,5
7,1
14,18 km

Visualizzato 92 volte, scaricato 1 volte

vicino a Garbagna, Piemonte (Italia)

Lasciata l'auto in Piazza Alvigini, seguiamo la SP120 in direzione Molo Borbera.
Dopo circa 250 metri lasciamo la provinciale per svoltare a desta in Via degli Alpini (indicazioni Bastita / Costigliola / Cà dei binachi e altre) e la seguiamo per 300 metri prima di prendere a sinistra a strada più stretta (indicazioni Agliani / Bagnara).
Dopo poco più di 100 metri svoltiamo a sinistra, superando su ponticello il fosso a bordo strada e proseguendo su tratturo che comincia a salire.
Superiamo due casa, la prima a destra e la seconda a sinistra (diroccata) e seguiamo lo sterrato per circa 200 metri per poi piegare a destra e seguire un sentiero erboso che taglia in piano una zona incolta.
Più avanti, il sentiero tiene la sinistra (segnavia due bolli rossi) ed entra nel bosco ricominciando a salire.
Con due tornanti raggiungiamo il crinale della Costa delle Forche, che seguiamo verso destra su quello che con tutta probabilità è un percorso di discesa per mtb (occhio) passando per zone aperte ad altre più ombreggiate.
Dopo circa 1,3km di discreta salita, sbuchiamo sulla SP135 all'altezza del Passo della Crocetta, dove troviamo un tabellone e delle paline riferite al sentiero 139 "La via dei Mercanti" (Avolasca - Monte Gropà), che al momento ignoriamo (le seguiremo più avanti).
Svoltiamo a sinistra e seguiamo l'asfalto, andando a trovare poco più avanti la segnaletica del sentiero 200 (anello Borbera Spinti), che seguiamo.
Arrivati alla frazione Poggio Maggiore, seguiamo le indicazioni del 200 e svoltiamo a destra tra un muro ed una costruzione in pietra dall'angolo arrotondato.
Seguiamo la stradina erbosa, passando sul retro di una casa e tenendo d'occhio il vecchio muretto a secco sulla nostra sinistra, fino ad individuare una spaccatura, dove è stata ricavato un passaggio.
Lasciamo quindi la mulattiera (che prosegue ma si infrasca poco più avanti) per risalire al campo soprastante.
Andiamo a destra seguendo il bordo del campo e, poco più avanti, ritroviamo la nostra mulattiera che sbuca dai rovi sulla sinistra.
Seguiamo la sterrata fino ad immetterci su una miglior carrareccia che, superata una casa isolata, arriva ad un bivio.
Svoltiamo a destra seguendo la carrozzabile che continua a salire fino ad arrivare sulla cima del Monte Ronzone, che tra il bosco e la selva di antenne radio/tv non offre grandi panorami.
La carrozzabile qua termina e noi proseguiamo dritto, superando i ripetitori e prendendo un sentierino che cala nel bosco dal versante opposto.
Dopo i primi 200 metri la discesa spiana leggermente ed esce più allo scoperto, incrociando poi una strada bianca.
Svoltiamo a destra e, sempre in discesa con alcuni tornanti ritorniamo sulla SP135 nei pressi della località Bastita (da qua fino al bivio per Casa Borella seguiremo gli sparuti segnavia del sentiero 139).
Andiamo a sinistra e seguiamo brevemente la provinciale fino al ristorante Il Ciliegio, dove troviamo un "reperto archeologico": un vecchio tabellone scolorito del sentiero Tortona - Stazzano (tratto del percorso E1), facente parte dell'ormai dimenticato progetto "Il Cammino dell'Alleanza".
Al piazzale del ristorante svoltiamo a sinistra su una stradina per passare tra le case delle piccola borgata.
Superata l'ultima abitazione la stradella diventa sterrata e prosegue dritto, mentre noi teniamo la destra per prendere un sentiero che sale fino a ricongiungerci nuovamente alla provinciale.
Seguiamo lo stradone privo di traffico per circa 1km (noi ad un certo punto abbiamo fatto un taglio per evitare una curva, ma il sentiero è disagevole e a conti fatti avremmo fatto prima a seguire l'asfalto) arrivando alle porte della frazione San Vito.
Lasciamo la provinciale per prendere a sinistra la strada che serve la borgata e più avanti, arrivati alle case, prendiamo un incrementato che sale a sinistra.
Superate con un tornante le ultime abitazioni, il percorso torna sterrato e riprendiamo a salire.
Dopo circa 300 metri svoltiamo a destra (segnavia 124, ma siamo anche sul 139) ed in breve siamo alla croce sul panoramico Monte San Vito.
Scendiamo dall'altro versante, con un sentierino inizialmente piuttosto ripido, proseguendo per circa 1km fino ad incrociare un asfalto in prossimità di uno slargo.
Svoltiamo a destra, abbandonando il 139 che prosegue a sinistra per Avolasca, e con alcuni tornanti in discesa arriviamo a Casa Borella.
Arrivati alle case svoltiamo a destra per prendere una stradina che cala tra le abitazioni per tornare sull'asfalto in corrispondenza di una cappelletta.
Seguiamo la strada per alcune decina di metri per poi prendere a destra un tratturo che si abbassa e torna indietro, parallelo alla strada appena percorsa.
Passata una zona boscosa e umida, il tratturo corre tra campi fino alla frazione Ramero Inferiore.
Toccato l'asfalto, andiamo a sinistra in discesa e seguiamo la comunale per circa 350 metri prima di lasciarla e svoltare a sinistra su una pista erbosa.
Dopo una discesa su fondo fortemente eroso dalle piogge, proseguiamo sostanzialmente in piano passando per una zona calanchiva fino ad incrociare una miglior carrareccia.
Svoltiamo a destra e riprendiamo a scendere decisi fino ad arrivare nel fondovalle del Rio Buio.
Seguiamo la pista a fondo fangoso (evidentemente il letto del rio, ora praticamente in secca) all'ombra degli alberi, proseguendo dritti tra rudimentali recinzioni.
Più avanti il sentiero si sposta dal centro della valle per tenere la sinistra, abbandonando il fango e cominciando l'ultima salita.
Dopo circa 400 metri ad un bivio andiamo a sinistra e, con un ultimo strappo, arriviamo ad alcune case isolate.
Seguiamo l'inghiaiato che serve le abitazioni fino ad arrivare in prossimità di una strada asfaltata dove, prima di toccare l'asfalto, svoltiamo a destra per prendere un sentiero (ex percorso vita, si vedono ancora le attrezzature in rovina) che con alcuni tornanti scende fino a toccare nuovamente la strada asfaltata.
Attraversiamo la comunale per prendere dall'altra parte una precaria scaletta che ci fa guadagnare un prato e, seguendo una traccia di calpestio, caliamo fino a fianco della salumeria Lasagna.
Al negozio svoltiamo a destra e siamo in Piazza Alvigini, dove recuperiamo l'auto.

Percorso il 21 Settembre 2019
fotografia

Piazza Alvigini, Garbagna

Piazza Alvigini, Garbagna
fotografia

Via degli Alpini, Garbagna

Via degli Alpini, Garbagna
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Costa delle Forche

Costa delle Forche
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Poggio Maggiore

Poggio Maggiore
fotografia

L'intaglio nel muro

L'intaglio nel muro
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Ripetitori sul Monte Ronzone

Ripetitori sul Monte Ronzone
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Bastita

Bastita
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

San Vito

San Vito
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Monte San Vito

Monte San Vito
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Casa Borella

Casa Borella
fotografia

Casa Borella

Casa Borella
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Ramero Inferiore

Ramero Inferiore
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Il letto del Rio Buio

Il letto del Rio Buio
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Un tratto del percorso

Un tratto del percorso
fotografia

Rientro a Garbagna

Rientro a Garbagna

Commenti

    Puoi o a questo percorso