Scarica

Distanza

13,06 km

Dislivello positivo

1.857 m

Difficoltà tecnica

Difficile

Dislivello negativo

1.857 m

Altitudine massima

2.537 m

Trailrank

99 5

Altitudine minima

851 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo

3 ore 45 minuti

Coordinate

339

Caricato

8 febbraio 2022

Registrato

febbraio 2022
  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     

Invia al tuo GPS

Scarica percorsi da Wikiloc direttamente sul tuo Garmin, Apple Watch o Suunto.

Passa a Wikiloc Premium Passa a Premium per rimuovere gli annunci
Invia al tuo GPS Invia al tuo GPS
Condividi
-
-
2.537 m
851 m
13,06 km

Visualizzato 3719 volte, scaricato 45 volte

vicino a Castelli, Abruzzo (Italia)

Sito: http://www.borntotrek.it/
Pagina Instagram: https://www.instagram.com/borntotrek_official/
Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/29827788471/
Nota: Percorso fatto a mano sulla base dell'esperienza del 06/08/2007
- - - lasciate un feedback per migliorare la descrizione - - -

Lunghezza: 13km
Dislivello complessivo: 1.700mt
Punto più elevato: vetta del Monte Prena (2.561mt)
Durata: 9h
Grado di difficoltà: EE per Escursionisti Esperti
Data ultima modifica: Agosto 2007
Punto di partenza e arrivo: Pretara – Lago di Pagliara (852mt)
Gruppo montuoso: Gran Sasso d’Italia
Tipo di percorso: Andata e ritorno

Premessa: Il monte Prena con l’elevazione di 2561mt è una delle vette più alte del gruppo del Gran Sasso. Insieme al vicino Monte Camicia compongono una lunga dorsale che dal centro del gruppo si dirama verso est separando in maniera netta la zona teramana a nord dalla zona aquilana a sud. Mentre il versante meridionale della dorsale è abbastanza accessibile dalla relativamente vicina Piana di Campo Imperatore il rispettivo versante settentrionale si presenta molto più aspro e selvaggio con notevoli dislivelli e ricca vegetazione. Dal lato Teramano il Gran Sasso appare come una bastionata invalicabile che interrompe la vista nascondendo alla vista il resto dell’Appennino.
Il percorso proposto risale l’impervio versante settentrionale del Prena per un sentiero lungo, con elevato dislivello e poco battuto con passaggi su corde fisse e salti di roccia fino al II grado in cui è fondamentale avere un buon allenamento e un ottimo senso dell’orientamento. Per il completamento dell’escursione andata e ritorno sono richieste molte ore di cammino. Per tutti i motivi descritti il trekking è da considerarsi molto impegnativo ma anche molto emozionante capace di avvolgere l’escursionista in un’atmosfera di avventura selvaggia.
Lungo la salita si attraversano zone molto diverse tra loro da ambienti boschivi di media montagna a zone più rocciose e aeree tipiche delle alte quote del Gran Sasso. Il panorama non deluderà mai, già lungo la salita sarà possibile ammirare alle proprie spalle il mar Adriatico e tutta la valle teramana mentre sul fianco sinistro rispetto la salita si potrà ammirare da vicino l’impressionante bastionata rocciosa del versante nord del Monte Camicia che sprofonda da cima a valle per oltre 1.000mt di roccia, non a caso il monte Camicia è soprannominato l’Eiger dell’Appennino.
di attraversare differenti paesaggi godendo di panorami mozzafiato su tutto il versante Nord del Gran Sasso in particolare sui costoni verticali del Monte Camicia.
Nonostante le difficoltà il percorso è decisamente gratificante e nel tratto finale di salita sulla cima il paesaggio dolomitico ripaga di tutte le fatiche della salita. Anche le stelle alpine saranno pronte ad arricchire l’avventura. Dalla cima l’indimenticabile vista spazia su tutta la catena del Gran Sasso, su Campo Imperatore e su tutta la valle Teramana fino al mare Adriatico.

Descrizione: Dal Lago di Pagliara (850mt) si distacca verso Sud una mulattiera che risale vistosamente una collinetta con segnavia giallo-rosso CAI n.7, poco dopo si superano dei ruderi con segnaletica e facendo attenzione a non perdere il sentiero si risale sulla destra per un campo. Individuato il sentiero ci si addentra nella fitta faggeta della Cava Grande, il sentiero incrocia a quota ca. 1.130mt il sentiero dei Quattro Vadi (4V) che va seguito per un breve tratto in salita verso destra (Ovest) per poi distaccarsene ad un secondo bivio seguendo nuovamente il segnavia 7.
Si prosegue in salita facendo attenzione alla segnaletica sui tronchi e alla traccia del sentiero fino ad arrivare a...
Continua a leggere la descrizione dettagliata, scaricare mappe topografice e la traccia GPS al seguente Link:
https://www.borntotrek.it/index.php/percorsi-offcanvas/trekking-offcanvas/271-trk-074-monte-prena-dal-lago-di-pagliara

Altre tracce in zona
VIA SEMIALPINISTICA BRANCADORO AL MONTE INFORNACE (DA CAMPO IMPERATORE)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/borntotrek-it-via-cieri-al-monte-infornace-gran-sasso-85200790
VIA SEMIALPINISTICA DEI LAGHETTI AL MONTE PRENA (DA CAMPO IMPERATORE)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/borntotrek-it-via-dei-laghetti-al-monte-prena-e-discesa-per-il-vado-di-ferruccio-85221500
VIA SEMIALPINISTICA BRANCADORO AL MONTE PRENA (DA CAMPO IMPERATORE)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/borntotrek-it-via-brancadoro-al-monte-prena-2013-10-13-dalla-miniera-di-bitume-gran-sasso-85521377
TREKKING AL MONTE CAMICIA DAL VADO DI FERRUCCIO (DA CAMPO IMPERATORE)
https://it.wikiloc.com/percorsi-escursionismo/borntotrek-it-monte-camicia-anello-per-il-vado-di-ferruccio-e-il-centenario-da-fonte-vetica-gran-sa-88492714

Mostra di più external

Parcheggio

Partenza nei pressi del Lago di Pagliara

  • Foto di Partenza nei pressi del Lago di Pagliara
  • Foto di Partenza nei pressi del Lago di Pagliara
  • Foto di Partenza nei pressi del Lago di Pagliara
  • Foto di Partenza nei pressi del Lago di Pagliara
dalla A24 prendere l’uscita San Gabriele-Colledara e seguire le indicazioni per Isola Gran Sasso, una volta raggiunto si entra nel paese per poi svoltare a destra seguendo le indicazioni per Pretara. Si giunge a Pretara e si prosegue all’interno del paese e al primo tornante si svolta a sinistra seguendo una strada asfaltata che dopo aver superato un ristorante prosegue per 4,5km fino ad arrivare al Lago di Pagliara dove si può parcheggiare la macchina.
Waypoint

Salita sottobosco

  • Foto di Salita sottobosco
  • Foto di Salita sottobosco
Dal Lago di Pagliara (850mt) si distacca verso Sud una mulattiera che risale vistosamente una collinetta con segnavia giallo-rosso CAI n.7, poco dopo si superano dei ruderi con segnaletica e facendo attenzione a non perdere il sentiero si risale sulla destra per un campo. Individuato il sentiero ci si addentra nella fitta faggeta della Cava Grande
Intersezione

incrocio sentiero CAI 4V

  • Foto di incrocio sentiero CAI 4V
  • Foto di incrocio sentiero CAI 4V
  • Foto di incrocio sentiero CAI 4V
il sentiero incrocia a quota ca. 1.130mt il sentiero dei Quattro Vadi (4V) che va seguito per un breve tratto in salita verso destra (Ovest) per poi distaccarsene ad un secondo bivio seguendo nuovamente il segnavia 7.
Waypoint

Lungo il sentiero 7

  • Foto di Lungo il sentiero 7
  • Foto di Lungo il sentiero 7
  • Foto di Lungo il sentiero 7
  • Foto di Lungo il sentiero 7
  • Foto di Lungo il sentiero 7
  • Foto di Lungo il sentiero 7
Si prosegue lungo il sentiero 7 in salita facendo attenzione alla segnaletica sui tronchi e alla traccia del sentiero
Waypoint

Radura del Quadrato

  • Foto di Radura del Quadrato
  • Foto di Radura del Quadrato
  • Foto di Radura del Quadrato
  • Foto di Radura del Quadrato
  • Foto di Radura del Quadrato
  • Foto di Radura del Quadrato
Si prosegue in salita facendo attenzione alla segnaletica sui tronchi e alla traccia del sentiero fino ad arrivare alla Radura del Quadrato (1.518mt) dove la vista si apre alle spalle sulla valle teramana. Si esce dal bosco deviando leggermente a sinistra rimanendo affiancati al bosco fino a distaccarsene del tutto.
Panorama

Panorami lungo la salita

  • Foto di Panorami lungo la salita
  • Foto di Panorami lungo la salita
  • Foto di Panorami lungo la salita
  • Foto di Panorami lungo la salita
  • Foto di Panorami lungo la salita
  • Foto di Panorami lungo la salita
Da questo punto in poi il sentiero rimane fuori dalle zone boschive e bisogna porre particolare attenzione alla segnaletica per seguire il sentiero giusto cercando quanto più di orientarsi.
Valico

attraversamento del fosso della Pila

  • Foto di attraversamento del fosso della Pila
  • Foto di attraversamento del fosso della Pila
  • Foto di attraversamento del fosso della Pila
Il percorso si fa più impegnativo e ripido, rimane sul lato destro (sinistra orografica) del Fosso della Pila fino a quota di ca. 1.950mt dove il sentiero si addentra nel fosso per attraversarlo lungo dei ghiaioni instabili in cui è bene portare attenzione.
Panorama

punto panoramico sul Camicia

  • Foto di punto panoramico sul Camicia
  • Foto di punto panoramico sul Camicia
Il sentiero risale il versante opposto del Fosso della Pila dove la vista si apre sul vicino monte Camicia e sul sottostante Fosso della Rava.
Waypoint

parte alta del Fosso della Rava

  • Foto di parte alta del Fosso della Rava
  • Foto di parte alta del Fosso della Rava
  • Foto di parte alta del Fosso della Rava
  • Foto di parte alta del Fosso della Rava
Il sentiero entra nel Fosso della Rava percorrendo dei saliscendi con facili passaggi di arrampicata fino al secondo grado.
Rischio

tratto attrezzato con catena fissa

  • Foto di tratto attrezzato con catena fissa
  • Foto di tratto attrezzato con catena fissa
  • Foto di tratto attrezzato con catena fissa
  • Foto di tratto attrezzato con catena fissa
Superato anche il secondo fosso si giunge in un punto ripido sotto il Vado di Ferruccio dove è presente una corda (catena) fissa come supporto alla salita.
Valico

vado di Ferruccio

  • Foto di vado di Ferruccio
  • Foto di vado di Ferruccio
  • Foto di vado di Ferruccio
  • Foto di vado di Ferruccio
  • Foto di vado di Ferruccio
Superato il punto attrazzato si sbuca su una radura che in poco tempo porta al Vado di Ferruccio (2.233mt).
Waypoint

sulla dorsale verso il Prena

  • Foto di sulla dorsale verso il Prena
  • Foto di sulla dorsale verso il Prena
  • Foto di sulla dorsale verso il Prena
  • Foto di sulla dorsale verso il Prena
  • Foto di sulla dorsale verso il Prena
Da Vado di Ferruccio si devia verso Ovest (a destra rispetto l’uscita dalla zona di salita) seguendo il sentiero che punta dritto verso la vetta del Prena. Il primo tratto è comodo e pianeggiante e dopo 700mt il sentiero comincia ad aggirare il leggera salita il versante settentrionale della vetta
Waypoint

Alle pendici della salita finale al Prena

  • Foto di Alle pendici della salita finale al Prena
  • Foto di Alle pendici della salita finale al Prena
Aggirato il versante settentrionale della vetta ci si porta alle pendici di un canalone sassoso che rappresenta la rampa finale di salita alla vetta. La salita si riconosce per la presenza alla vista vicino la vetta di due caratteristici pinnacoli con un masso incastrato al centro.
Vetta

Cima del monte Prena

  • Foto di Cima del monte Prena
  • Foto di Cima del monte Prena
Si risale il ripido e faticoso ghiaione sommitale del Monte Prena fino a giungere in cresta nei pressi della cima (2.561mt) dove si può godere di uno splendido panorama.

8 commenti

  • Foto di p.diabolik

    p.diabolik 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    posso dire solo una cosa: ARGH!!!!

  • Foto di 82paolo

    82paolo 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Percorso spaziale, bisogna essere temerari per voler salire al monte Prena da questo versante, serve tanta gamba, buone doti di orientamento e tanta determinazione

  • Foto di Fanta.F

    Fanta.F 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Bella traccia, affidabile!

  • Foto di Antonio.BTT

    Antonio.BTT 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Descrizione precisa

  • Foto di Fabri Pasca

    Fabri Pasca 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Questo tracciato è una botta assurda. Ma ho apprezzato tantissimo l'isolamento, è una zona poco battuta che ha mantenuto integro il fascino selvaggio del vero Gran Sasso

  • Foto di Er Biondo

    Er Biondo 8 feb 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Percorso per gran parte esposto al sole, è bene coprirsi per evitare di prendere colpi di sole, specialmente in una zona così esposta. Percorso impegnativo

  • Foto di A.Manzo

    A.Manzo 16 mar 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    1700mt di dislivello si sentono tutti e richiedono un forte allenamento soprattutto per farli anche in discesa in giornata, davvero davvero impegnativo

  • Foto di Barbara.Vit

    Barbara.Vit 17 mar 2022

    Ho seguito questo percorso  Mostra di più

    Sentiero di salita al Prena non normale decisamente impegnativo ma molto interessante

Puoi o a questo percorso