Tempo  4 ore 42 minuti

Coordinate 2725

Caricato 31 maggio 2020

Registrato maggio 2020

-
-
1.400 m
530 m
0
3,7
7,4
14,79 km

Visualizzato 582 volte, scaricato 8 volte

vicino a Palanzo, Lombardia (Italia)

S3E13, 30/5/2020

Partenza: Palanzo, parcheggio di piazza IV Novembre.
Da qui risaliamo le vie del paese imboccando sulla sinistra via Pisciola. Superiamo la chiesa, la torre e un affresco fino a giungere a un ponte. Qui andiamo a destra seguendo le indicazioni per il Monte Palanzone.
Proseguiamo attraverso la localià Cassin e imbocchiamo il sentiero che sale ripido a sinistra.
La salita si svolge interamente su ripida mulattiera selciata che risale nel bosco. Dopo circa un'ora di cammino arriviamo a un bivio nei pressi di un grande faggio. Qui imbocchiamo il sentiero di sinistra in direzione della Bocchetta di Sciff, staccandoci da quello principale che prosegue per la Bocchetta di Palanzo.
La pendenza e il tipo di terreno rimangono costanti, con rampe in cemento abbastanza ripide. Dopo un tratto in direzione nord, il sentiero piega nettamente verso est.
Proseguiamo fino a raggiungere un bivio: pieghiamo a sinistra seguendo il tornante per salire alla Bocchetta di Sciff, ignorando il tratto che prosegue diritto fino al sentiero 1 sul versante ovest del Palanzone.
Il terreno si fa erboso e scorgiamo tra gli alberi la cima arrotondata del Monte di Palanzo. proseguiamo fino a raggiungere il pianoro della Bocchetta di Sciff.
Qui imbocchiamo l'ampio sentiero verso sinistra e ci addentriamo nel bosco costeggiando sulla destra il Monte di Palanzo.
Usciti dal bosco, costeggiamo su sterrato il recinto di un alpeggio e giungiamo infine alla Bocchetta di Lavignacc, situata a metà strada tra le due cime del Monte Preaola e Monte di Palanzo, indicate a 15' di distanza.
Ci dirigiamo prima a destra e saliamo alla cima del Monte Preaola. A quota 1415 m raggiungiamo la croce di vetta. Questo monte poco conosciuto si trova in una posizione panoramica sul ramo comasco del Lario, all'altezza di Laglio che vediamo di fronte a noi alle pendici del Colmegnone. La vista arriva fin quasi a Como a sud e ad Argegno a nord. Sotto di noi possiamo scorgere la cima boscosa del Monte di Careno e il paese di Nesso. A nord la vista è chiusa dalla dorsale del San Primo, che prosegue a est verso la dorsale del Triangolo Lariano fino alla cima del Palanzone, riconoscibile per la piramide. Alla spalle della cresta fanno capolino la cima rocciosa del Corno Occidentale e l'antenna del Prasanto.
Dopo una sosta riscendiamo fino alla Bocchetta di Lavignacc e saliamo il pendio opposto, quello del Monte di Palanzo. Questa cima è forse più anonima ma offre comunque un bel panorama verso sud, in particolare su Montepiatto e il paese sottostante di Torno.
Per la discesa, imbocchiamo un sentiero poco evidente a sinistra che percorre tutta la cresta erbosa del Monte di Palanzo. Questo ci riporta alla Bocchetta di Sciff dopo una discesa resa un po' difficoltosa dalla pendenza e dall'erba secca, ma meritevole per la sua panoramicità.
Dalla Bocchetta di Sciff proseguiamo tenendo la sinistra, evitando il sentiero di mezzo per il boscoso Monte di Faello e quello di destra da cui siamo arrivati in precedenza.
L'ampio sentiero, inizialmente in lieve discesa, poi pianeggiante o in lieve salita, aggira sulla sinistra il monte. Qui teniamo la destra imboccando un tratto ripido e pavimentato che ci porta al crocevia tra il Faello e il Palanzone (Bocchetta di Nesso). Seguiamo a destra le indicazioni per Brunate, evitando i sentieri per la cima del Palanzone e restando su un ampio sentiero pavimentato (1).
Continuiamo superando il Cippo Marelli, la Grotta Guglielmo e la deviazione per Palanzo che riporta sul sentiero fatto all'andata nei pressi del tornante prima della Bocchetta di Sciff.
Giungiamo così al Rifugio Riella, da cui si possono osservare le cime gemelle che abbiamo visitato.
Oltrepassato il rifugio proseguiamo fino alla Bocchetta di Palanzo, quindi imbocchiamo il sentiero sulla destra in direzione di Palanzo, indicata a 1:30 di distanza. Una mulattiera selciata come quella dell'andata scende ripida fino al grande faggio del bivio iniziale. Da qui proseguiamo fino al parcheggio per la stessa via fatta all'andata.
Parcheggio

Parcheggio Palanzo

Ponte

Ponte

Intersezione

Bivio Cassin

Intersezione

Bivio Sciff/Palanzo

Intersezione

Bivio s.1

Valico

Bocchetta di Sciff

Valico

Bocchetta di Lavignacc

Vetta

Monte Preaola

1415 m
Vetta

Monte di Palanzo

1386 m
Valico

Bocchetta di Nesso

Waypoint

Cippo Marelli

Grotta

Grotta Guglielmo

Rifugio custodito

Rifugio Riella

Valico

Bocchetta di Palanzo

Commenti

    Puoi o a questo percorso